Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Recommended Posts

ca893110.jpg

b4752610.jpg

11965810.jpg

b3a3ef10.jpg

f79c5a10.jpg

942cc010.jpg

df624b10.jpg

 

Autoexpress

 

Ritocchi in vista per la segmento D britannica.

  • I Like! 2

My cars...

Autobianchi Y10 1.1 i.e. (1992) - Fiat Bravo 1.4 T-Jet Emotion (2008) - Fiat 500 1.2 Lounge (2017)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'auto, in se, è bella e tale resterà.

Mi chiedo se stanno lavorando per il discorso del peso... :pen:

 

 

 

Edited by Jack.Torrance
  • I Like! 1
  • Haha! 1

I'M IN LOVE!:pippa:

"La 6° marcia, K@zzo!"

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Jack.Torrance scrive:

L'auto, in se, è bella e tale resterà.

Mi chiedo se stanno lavorando per il discorso del peso... :pen:

 

 

 

ah ah ah ah....per JLR la massa non è contemplata -.-

Mi fracassi gli zebedi con la storia dell'alluminio e di vantaggi neanche l'ombra.

La tecnologia ASF di Audi è di gran lunga superiore.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Considerazioni sparse...

- esternamente i paraurti sembrano gli attuali;

- dentro potrebbero arrivare i comandi full touch come nei recenti prodotti RR

- quella Giulia, che sia li casualmente?

  • I Like! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per iniziare gli OTalfa già dalla prima pagina del topic... ?

 

La Giulia senza targa era li per caso (tester FCA andati a fare rifornimento) oppure viene utilizzata come benchmark?

 

 

  • I Like! 1
  • Haha! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

A giudicare dalle scritte, credo che le foto siano state fatte in quel posto nella profonda culonia dove tutti vanno a provare le auto al freddo.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, jameson scrive:

A giudicare dalle scritte, credo che le foto siano state fatte in quel posto nella profonda culonia dove tutti vanno a provare le auto al freddo.

 

:si:

 

 

https://goo.gl/maps/AvcPhY4MXpy

 

Edited by ISO-8707
  • I Like! 1
  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Similar Content

    • By PaoloGTC
      Per cominciare in bellezza questo nuovo topic, vorrei parlare di questa bella e sfortunata spider che fu la F-Type, che nacque e morì nella culla, come si dice, a cavallo fra gli anni '80 e '90.

      Il progetto F-Type prese l'avvio con la logica intenzione di preparare un'erede per la XJ-S degli anni '80, la quale sarebbe andata a contrapporsi al successo che stava avendo, fin da principio, la nuova Mercedes SL lanciata nel 1989, l'ultima spider uscita dalla mano di Bruno Sacco (e forse una delle più belle Mercedes di sempre).
      Tutto era pronto e studiato, e appariva anche logico. Però la F-Type non arrivò mai.
      Nelle fasi finali della sua breve esistenza, a livello di progetto, si vociferò potesse venirne ceduta la produzione ad una struttura esterna, perchè fino a quel momento l'impiego di uomini e capitale a lei dedicato era stato ingente, e sembrava veramente uno spreco gettare tutto dalla finestra.
      Ma neppure questo accadde.
      Gli impegni della Jaguar in quel periodo erano molti... c'era da preparare l'erede delle berline XJ, che con le versioni presenti in gamma a quei tempi erano praticamente arrivate all'ultima possibilità di restyling. Inoltre, per il 1996, era già preventivata la sostituzione della XJ-S in versione chiusa, progetto che correva parallelo a quello di questa sfortunata, e che con modifiche divenne poi la XK.
      In più, si parlava già della piccola berlina classe 2000 che arrivò poi tramite Ford col nome X-Type.
      Insomma, carne al fuoco ce n'era molta, le spese erano tante e ci si accorse subito che visti gli investimenti il prezzo finale dell'auto non avrebbe portato guadagni, se fosse rimasto in quello preventivato di 50000 sterline dell'epoca. Per guadagnarci avrebbe dovuto essere molto più elevato, e l'auto sarebbe finita fuori mercato.
      La F-Type era una spider i cui tre esemplari costruiti a quei tempi (era il 1991) da Karmann, ricordavano molto un prototipo spider realizzato da Pininfarina nel 1978, che rispondeva al nome di XJ Spider.

      Sommando questo fatto a quanto si diceva prima, e cioè di cedere la costruzione ad un partner esterno, vendendogli le meccaniche, si era giunti alla conclusione che potesse essere proprio Pinin ad occuparsene, che tra l'altro a quei tempi si occupava già della produzione di altre spider.
      Come detto sopra, però, non accadde nulla di tutto ciò.
      Vediamo ora come si sviluppò questa vicenda.
      Il progetto di questa auto prendeva le mosse da molto più lontano, addirittura dal 1980, anno in cui si cominciò a pensare di dare ai clienti della passata E-Type un'auto che la ricordasse molto, nello spirito e anche nello stile.
      Durante questo sviluppo però, a livelli societari la Jaguar subì parecchie mutazioni: da azienda privata, a statale controllata dagli inglesi, ed infine, nel 1989, acquistata da Ford.
      Proprio questo ultimo fatto fu quello che incise più di tutti, perchè la nuova dirigenza optò subito per l'abbandono del progetto, a favore di una totale ristrutturazione della gamma esistente, e del suo allargamento verso il basso per acquisire nuove fasce di clientela.
      Così i tre prototipi costruiti, spesso collaudati con le sembianze di una coupè...


      .. finirono al museo, dopo essere stati anche oggetto di clinic test con potenziali acquirenti.


      Per la F-Type erano allo studio tre differenti possibilità di motorizzazione:
      -6 cilindri aspirata di 4 litri abbinata a cambio automatico (per la versione base)
      -6 cilindri sovralimentata da 2 turbocompressori, da 3.6 litri affiancata da cambio manuale 6 marce
      -12 cilindri di 5.3 litri, versione che nelle fasi finali era stata accantonata.
      Due, invece, le varianti riguardanti l'impostazione meccanica:
      -trazione posteriore con motore longitudinale
      -trazione integrale permanente, con motore sempre longitudinale, che avrebbe dovuto essere riservata alla versione 3.6 sovralimentata, vista la potenza di circa 350 cv.

      Grazie a quest'ultima unità, la F-Type, mascherata da coupè durante dei test a Nardò, aveva toccato una velocità massima di 290 km orari. Un valore che al momento la consacrava come la spider più veloce del mondo.
      Queste elevate prestazioni, unite all'estetica accattivante erano gli elementi che la legavano molto appunto alle antenate D ed E-Type, che proprio per questi fattori erano state così apprezzate anche in ambito agonistico, oltre che in quello stradale.
      Del resto, le foto si commentano da sole... la carrozzeria, pur con elementi moderni dell'epoca in questione, aveva grandi richiami Jaguar da qualunque punto di vista la si osservasse, e anche all'interno non vi era dubbio che si potesse trattare di un'altra grande spider proveniente da Coventry.


      Forse non è corretto dire che andò tutto buttato, perchè se ci si fa caso molto di lei apparve nella XK decappottabile giunta anni dopo... tuttavia, presa come auto a sé stante, questa F-Type nata negli anni '80, è rimasta un'affascinante incompiuta.
    • By lukka1982
      Cambi di vertice anche nella casa angloindiana!
       
       


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.