Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri!

[long test] Kawasaki Z1000SX my2011


Recommended Posts

Cià, ravviviamo questa sezione del forum con la prova della mia verdona, una moto che negli anni è riuscita a conquistare non pochi motociclisti grazie alla sua versatilità ...è una sport-tourer (più sport che tourer) che può incontrare il gusto di molti. Ormai ce l'ho nel box da due anni ma confermo quanto scritto dopo alcuni mesi, che è quanto segue ...piccolo inciso: per diversi motivi (ivi compreso il fatto che sapevo di dover pure cambiare la Serie 5 a breve) decisi di comprare una moto usata, contando anche sull'estrema affidabilità delle moto giapponesi ...ed è una scelta che rifarei mille volte perché in effetti non ho dovuto toccare nemmeno una vite nonostante avesse già 40k km (se non per sfizio o per migliorare qualcosa che non mi piaceva). Moto di 7 anni pagata 5,8 k euro (era quella che costava meno in assoluto).

 

****************************************************************************************************************************

 

Alcuni amici motociclisti mi hanno chiesto di parlare della Z: dopo 6 mesi e 10.000 km credo di poter scrivere qualcosa di sensato della mia zanzarina pestifera.

La moto mi piacque subito al lancio: quello che fa per me lo vedo lontano un chilometro. Ho questa fortuna. Andai a provarla in occasione dei test drive. Al momento il motore mi lasciò un po' perplesso ma capii che dipendeva dalla mia assuefazione ai bicilindrici. Dopo 100 metri mi ritrovai in sesta a 60 km/h ?   Telaisticamente invece mi fece un'ottima impressione. Adoro il suo aspetto spigoloso da insetto, enfatizzato dal verde Kawasaki: sembra una mantide religiosa pronta a staccati la testa ... ed è quello che fa se non impari a rispettarla!

 

843257995_z1.JPG.5cfc3fccc0d22705715da1058f72a293.JPG

 

Ma veniamo subito ad uno dei suoi punti forti, l'ergonomia. Pensavate cominciassi dal motore? ...invece no, la prima cosa che colpisce è la posizione di guida. In questi anni Kawasaki ha puntato molto sui volumi "tutto avanti", con il serbatoio altissimo e molto scavato, proteso verso l'avantreno. Questa scelta, anche se non paga sempre dal punto di vista stilistico, ha l'indubbio vantaggio di creare spazi enormi per il guidatore che trova facilmente posto su motociclette che solitamente non sono abbondanti (come tutte le jap). A cavallo della Z si sta veramente bene, anche quando si è alti, riuscendo a stringere bene lo snello telaio, senza toccare nulla con le ginocchia. All'ottima ergonomia contribuisce anche l'indovinata triangolazione "manubri-sella-pedane" che consente di assumere una posizione di guida rilassata ma attiva, una via di mezzo tra enduro stradale e naked. Io l'ho ulteriormente rialzata di 1cm mediante dei risers (in pratica due spessori in alluminio da 1cm montati sulla piastra di sterzo): dopo molti chilometri sentivo la necessità di stare un pelo più dritto; ora è perfetta. Si perde un pochino di prontezza in inserimento di curva ma la mia cuffia della spalla ringrazia sentitamente. La sella è un pochino dura, non durissima, ma ci si può accontentare. Anche in questo caso ho perfezionato la cosa con il rivestimento 3D della Tucano Urbano. Non avevo mai avuto sportive che non mi costringessero a sgranchirmi le ginocchia; con questa non sento quasi mai il bisogno di farlo. Mi è capitato di fare anche 5 ore di fila senza fermarmi. Le sospensioni ovviamente sono tarate sul duro andante ma non potrebbe essere diversamente; quando si comincia a spingere si capisce il senso di questo assetto. Come tutte le moto giapponesi è per il resto molto pragmatica (comandi e strumentazione); forse un po' scontata ma funzionale e abbastanza affidabile (si stanno rompendo i particolari, come sempre).

 

568472194_Z2.JPG.c57b33bd706492bb0d3b15941e7b6120.JPG

Le forme spigolose da insetto della Z1000SX. Bellissime le "gemme" delle  

frecce incastonate nella carena a mo' di alette, purtroppo eliminate nelle

versioni più recenti.

 

 

 

Protezione aerodinamica insospettabilmente buona a dispetto del piccolo cupolino (regolabile). Evidentemente è stato fatto un grande lavoro in galleria del vento. Detto questo dopo i 130 km/h l'aria si fa sentire, cosa che peraltro non mi dà nessun fastidio, anzi: avevo voglia di tornare a sentire un po' di vento tra i capelli. La Z è anche una moto abbastanza ben costruita, soprattutto considerando il prezzo d'acquisto (oggi sui 13k euro con tutta l'elettronica del caso ... che la mia non ha). Non raggiunge naturalmente i livelli di una MV ma è ben fatta, anche nei particolari. Questa ha ormai 7 anni e non presenta particolari difetti. Normali segni d'usura. Ci sono moto molto più care che danno poca o nulla soddisfazione più di questa. Dove ho riscontrato risparmio (e qui veniamo al primo e forse unico vero difetto) è stato nei freni. La moto aveva di serie i tubi in gomma, un'oscenità su un mezzo così veloce. A me poi piace pestare forte subito, quindi vi lascio immaginare. Frenava poco e male. Ora con i tubi aeronautici, e dopo aver messo pastiglie decenti, la frenata è diventata potente e modulabile oltreché costante. Forse meriterebbe un impianto migliore ma almeno adesso si ferma.

 

z3.JPG.402e362feacf0462300dc1ce5ca2cf13.JPG

Il dettaglio più eclettico della moto, il terminale di scarico a "tromba" che tanto ha fatto discutere gli

appassionati ...diciamo che bisogna farci l'occhio ma alla fine dimostra di avere il suo "perché"

 

 

Che dire del motore: se questi fanno gli shinkansen ci sarà un motivo. È un'unità pazzesca: è regolarissimo, ha coppia da vendere (la mia vera preoccupazione venendo da un boxer ... svanita alla prima apertura) e un allungo che non finisce mai ... Fino a 4000 spinge quasi come un 2, da 4000 a 7000 ha già una schiena notevole, da vero motore sportivo, e dopo i 7000 si trasforma in un razzo missile ... Fantastico! La metti in 6a e la puoi usare come uno scooter, poi apri e ti ricorda in un nanosecondo di essere una Kawasaki. Mi è capitato, in una partenza da fermo, di sgommare in seconda di gas (nonostante la frizione esemplare, morbida e modulabile): senza controlli elettronici può capitare se si fa troppo gli splendidi. Il polso dev'essere sempre ben collegato al cervello. È una moto che non ti regala niente ma è bella anche per questo. Consumi non pervenuti (non ci faccio caso in moto) ma credo faccia qualcosa tipo 15 al litro. Non scalda nemmeno troppo anche se, come tutte le plurifrazionate ad acqua, soffre il traffico cittadino (la ventola rimane quasi sempre accesa). A 100 km/h ci arriva in un amen, a 200 poco dopo. Vmax vista sulla strumentazione 235 ma ne aveva ancora. Il motore lo odoro quasi quanto il 6 in linea BMW (il ché è tutto dire, per chi mi conosce).

 

z4.JPG.595280904e5721427d0efe08331592f7.JPG

Il ponte di comando, "pragmatico" come su ogni moto giapponese. La Z sx (purtroppo non la

naked) è una delle ultime moto che, per fortuna, mantiene il contagiri analogico. 

 

 

 

Il cambio è quello tipico da moto giapponese, veloce e preciso, e ancor più tipicamente Kawasaki, ovvero un pò ruvido, soprattutto ad andature cittadine. Talvolta si fatica a trovare la folle. Nel complesso un sistema senza infamia e senza lode. Ho provato di meglio ma anche di molto peggio. La ciclistica è un altro punto forte della Z. La SX è strettamente derivata dalla naked, salvo alcuni accorgimenti per darle un taglio più turistico: rispetto alla Z1000 infatti il passo è stato allungato di 5 mm e l'avancorsa di 1, variazioni minime che probabilmente la rendono un pelo più stabile e meno sensibile anche se leggermente meno svelta. In ogni caso l'inclinazione del canotto di sterzo è tipicamente sportiva (invariata a 24,5 gradi come sulla nuda ...quasi uguale alla Speed Triple, per dire) e si sente: la moto è abbastanza veloce nel pif paf (non velocissima se siete abituati ad una sportiva, fulminea se siete abituati a una BMW ? ) senza essere instabile ed ha il solito avantreno granitico tipico delle Kawasaki (una manna per chi è abituato come me al telelever). Un mix veramente riuscito: nelle accelerazioni violente, così come nelle staccate al limite, non si scompone minimamente e accetta sempre di buon grado ogni correzione. Veramente difficile trovarle un punto debole. Forse, come dicevo, non è velocissima in ingresso ma è lo scotto da pagare per avere una moto con un minimo di ambizione turistica e un anteriore che corre su un binario. Gli angoli di piega sono notevoli considerando l'utilizzo a cui è destinata, cosa che probabilmente consente di togliersi anche qualche soddisfazione tra i cordoli. Per strada basta e avanza. Scende sicura e veloce dando sempre l'impressione di essere perfettamente stabile (grazie gommone da 190). Sulle ultime versioni hanno implementato un sistema d'aggancio delle borse laterali veramente ben congegnato, che rimane occultato nel codino ...in pratica a borse smontate non esistono brutti telaietti ausiliari (brava Kawasaki).

 

In definitiva è una moto che può essere guidata in mille modi, sicuri che non deluderà mai. A me piace lasciargli briglia sciolta sui veloci curvoni delle strade che prediligo ...ed è veramente una goduria. Nel misto veloce non credo ci siano molte moto che le tengono testa; mi viene in mente la BMW K1300S, alla quale il motore non manca di certo, ma è sicuramente più impacciata. Forse una Triumph Speed Triple 1050, ma probabilmente le manca la stabilità della Z. In pratica è una sport-tourer sui generis: ci si sta volentieri sopra per molti chilometri anche se gli è rimasta la natura da teppista della naked. E questo è proprio quello che mi piace. Mi sta facendo rivivere le sensazioni, amplificate x 10, della mia prima moto, la Honda NSR. La lovvo ?

 

 

  • I Like! 3

BMW E63 630i SMG & Kawasaki Z1000SX

Link to post
Share on other sites

... moto molto bella e " furba". Se avesse avuto un po' più di confort per il passeggero, probabilmente, l'avrei presa anche io. 

...perchè solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo...lo cambiano davvero.

Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, flower scrive:

... moto molto bella e " furba". Se avesse avuto un po' più di confort per il passeggero, probabilmente, l'avrei presa anche io. 

 

sì, in effetti tutti quelli che devono andarci in due tendono a preferire altre moto, giustamente ...a me è piaciuta tanto perché deriva da una sportiva e quel carattere gli è rimasto ma è un pò più usabile ...io però non faccio viaggi lunghi

Edited by fastfreddy

BMW E63 630i SMG & Kawasaki Z1000SX

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, fastfreddy scrive:

Forse una Triumph Speed Triple 1050, ma probabilmente le manca la stabilità della Z

 

...c'è la Tiger, col tricilindrico british.

Mi piacerebbe misurarla con la tua Kawa

 

E tu flower, cos'hai preso?

Edited by MaxKTMp3
Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, MaxKTMp3 scrive:

 

...c'è la Tiger, col tricilindrico british.

Mi piacerebbe misurarla con la tua Kawa

 

 

sono uscito qualche volta con un amico che aveva la Tiger 1050 e andava come un dannato ...allora però avevo la BMW R1200S ...in ogni caso in moto spesso è questione di manico più che di mezzo ...ho visto gente con motine più piccole andare alla grande e altri con super sportive che non andavano là

  • I Like! 1

BMW E63 630i SMG & Kawasaki Z1000SX

Link to post
Share on other sites

... la mia carriera motociclistica è stata parecchio variegata, ma sono stato un Triumphista per diversi anni... ho avuto 4 Speed.

Con una 1050 sono andato ad Hincley con morosa e bagagli facendo solo una tappa in Francia.... un' impresa. 

Poi ho capito che le sparate, oltre che essere MOLTO pericolose, non mi soddisfacevano più... e da li ho iniziato il turismo... quello vero... partenza alle 4 del mattino e arrivo a Londra alle 6 di pomeriggio... 1300km al giorno. 

... sono finito, nel bene e nel male, nelle grinfie di BMW e, attualmente, sono al 3 GS.

  • I Like! 2

...perchè solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo...lo cambiano davvero.

Link to post
Share on other sites

beh, il GS è sempre un ottimo compagno di viaggio ...quel motore sembra nato per fare turismo ...io ho avuto per tre anni una Stelvio (volevo girare un pò l'Italia), moto dal carattere unico e molto bella da guidare (anche se era un macigno) ...pagata due soldi, sembrava un diesel da tanto vibrava ...l'ho lasciata un pò a malincuore ma avevo voglia di tornare alle sportive

BMW E63 630i SMG & Kawasaki Z1000SX

Link to post
Share on other sites

Moto molto furba e sfruttabile, ce l'ha un mio amico, purtroppo l'ha messa in vendita causa prole ?

 

Io, tendenzialmente, sono su un altro genere, visto che mi piacciono i viaggi lunghi, ma non solo sull'asfalto.

  • I Like! 1

"I rettilinei sono soltanto i tratti noiosi che collegano le curve" [sir Stirling Moss]

"La cosa più bella che può fare un uomo vestito è guidare di traverso" [Miki Biasion]

Seat Leon Copa 1.6Tdi 559359_31.png Honda Transalp 650

Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, MaxKTMp3 scrive:

Sulle buche come si comporta?

Al netto della provenienza GS la troverai leggera. Ne conosci peso a secco?

 

ho perso il filo del discorso ...di cosa stai parlando?

BMW E63 630i SMG & Kawasaki Z1000SX

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.