Jump to content

Fiat Tipo, progetti Tipo 2 e 3, ma chi è nato prima?


PaoloGTC

Recommended Posts

8 minuti fa, Gabri Magnussen scrive:

Posso?
Porto la mia esperienza da Fiattaro nato in una famiglia di Vaggari. La buonanima di mamma aveva una GTI Mk1 e mio padre aveva cambiato diverse VW/Audi in quegli anni.

A mio avviso, la retrospettiva su Tipo, ma vale anche per altri prodotti Fiat, è da fare sul contesto più che sul prodotto.
Tipo era davvero un astronave ma quando si cita Golf Mk2 che costava senza offrire nulla o la classica battuta sulla Mercedes 190 con la 5a optional, ci dimentichiamo che non eravamo nell'epoca delle lucine e schermini come oggi, bensì il valore aggiunto era la qualità, cosa che nel pensiero comune, Fiat non aveva tra i suoi capisaldi.

D'accordo, ma quanta era qualità vera e quanta percepita? 

Perché per esempio, io l'unica auto che conosco che ha fuso due motori di seguito è stata la 190 D 2.0 di mio cugino. 

Ma ovviamente era un caso, e l'auto non era mica una Fiat. 

Per contro la Lancia Prisma di mio suocero è arrivata a 17 anni e 200.000 km con mille magagnette, ma senza mai particolari problemi. 

Il problema vero delle Fiat e delle italiane dell'epoca erano appunto le mille magagnette, mai, bloccanti ma sempre fastidiose. 

Mentre le tedesche le magagnette non le avevano, ma quando cedevano lo facevano coi fuochi d'artificio. 

E paradossalmente se spendi 6000 euro per un motore dopo 6 anni, ti sembra di avere un'auto di qualità maggiore di un'altra che ti ha dato 10 fastidi minori per un decimo della cifra nello stesso periodo di tempo. 

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

2 hours ago, Abarth03 said:

 

La Lancia Delta, credo che patisse la parentela meccanica con la Ritmo. Infatti anche la Ritmo non ha mai previsto il servosterzo neppure a richiesta se non sulla Turbodiesel uscita nell'85; guarda caso, stessa cosa per la Delta Turbo Ds dell'anno successivo.

 

La Delta restyling '86 poteva avere il servo anche sulle 1.600 (a pagamento).

 

 

2 hours ago, Abarth03 said:

Quello che mi ha lasciato invece sempre perplesso è che almeno fino al '90 (o forse '91), la bellissima strumentazione elettronica della Tipo DGT prevedesse il contagiri solo sulla 1600 (e sulla T.ds, credo). La 1100 e la 1400 non lo prevedevano, al suo posto era presente la batteria di spie sistemata su una fila unica anzichè due.

 

Come già detto, le 1400 avevano di serie il contagiri. Su 1100 e 1700 diesel non lo misero, probabilmente per pudore :-D

 

 

 

  • Thanks! 1
Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, nucarote scrive:

A renderla simile agli stilemi di Cinquecento e Punto senza dover toccare i lamierati.

  

A me sembra di ricordare che il restyling di Tipo fu opera del CS Sudamericano, quindi teoricamente gli stilemi non possono essere ispirati a Cinquecento e Punto, che li mai arrivarono. :pen:

 

anti-c12.jpg

Link to comment
Share on other sites

On 29/5/2023 at 20:01, stev66 scrive:

Se ben ricordo, Golf stravendette ( in Italia) molto bene dal 1982 al 1988, sia per il trascinamento delle versioni GTI / GTD, sia perchè Ritmo pur non vecchissima, era vecchia esteticamente col suo stile spigoloso anni '70.

Dal 1988 in poi, coll' avvento di Tipo, fu Golf a diminuire decisamente, diventando lei la generazione precedente. 

In generale i 1600 diventeranno comuni nei '90, prima erano considerati motori grossi ed assetati. 

 

 

Ho messo insieme una cosina veloce veloce per farci tutti un'idea di cosa accadde nell'immediato e cioè nel primo anno di commercializzazione della Tipo.

In realtà, quasi nulla, nelle file del "nemico" (inteso non solo come VW ma in modo generale, cioè tutti i concorrenti, che ho raggruppato qui sotto in uno specchietto - sante tabelle che feci tanti anni fa quando avevo più tempo libero :D )

Qui sotto vediamo i dati del 1988, da gennaio a dicembre, per la Tipo e le sue principali concorrenti.

La prima impressione è che se cerchiamo un calo delle "altre" nel corso dell'anno per via dell'effetto-Tipo... non lo troviamo. I dati sono altalenanti ma comunque non vengono rasi al suolo dalle oltre 200 mila Tipo del 1988.

Certo, possiamo notare che da gennaio a dicembre quell'anno la Golf perse circa 3000 pezzi mensili.

Però: se andiamo a vedere il piccolo elenco che ho aggiunto "a mano" sotto, che riguarda i totali delle rivali nell'anno 1987 vediamo che (e mi sposto a scrivere sotto)

FiatTipo-VenditeItalia1988vsconcorrenti.thumb.jpg.4ffac50a4d791460b71a5a3b3c21c359.jpg

 

Delta 29750

Alfa 33 60650

Golf 107800

Escort 29550

Kadett 34600

R9 12180

R11 16400

Peugeot 309 17550

 

La Delta perse 1000 unità.

La 33 circa 1300.

La Golf perse 8000 pezzi.

La Escort praticamente fotocopia.

La Kadett salì addirittura di 10000 pezzi ("Club" ci dice nulla?)

Vediamo ovviamente la "morte" di R9 ed 11 che lasciarono sul campo circa 8mila vittime, ma stava entrando la 19.

La 309 salì di 4000 pezzi.

 

Se giochiamo un po', e facciamo "assorbire" le circa 10000 auto perse da Delta, 33 e Golf dal +10000 di Kadett, ci restano un -8000 di Renault che diventa un quasi -6000 se aggiungiamo le R19 e che diventa un -2000 circa del segmento C "tranne Fiat" se contiamo l'incremento della 309.

 

Ne vien fuori che il 1988 fu grandioso per Fiat, ma non andò male per il resto del segmento.

 

Dove andò a rubare i clienti quindi la Tipo? In casa?

 

Fiat Uno 1987 427500

Fiat Uno 1988 374850 (-52650)

Fiat Duna 1987 52600

Fiat Duna 1988 24870 (-27730)

Fiat Ritmo 1987 27550

Fiat Ritmo 1988 1580 (-25970)

Fiat Regata 1987 72900

Fiat Regata 1988 37770 (-35130)

 

Una perdita totale di 141480 vetture per le Fiat diciamo così, "più vicine" a Tipo.

Ho fatto questo calcolo perchè ricordo bene ai tempi i pensieri di molti clienti Fiat davanti alla Tipo, la nuova avveniristica nata: persone che decidevano di fare uno sforzo in più e invece di prendere una bella Uno si buttavano sulla Tipo, altre che lasciavano ben volentieri la Duna nelle vetrine ammaliati dalla Fiat degli anni '90, ed altre ancora che rinunciavano al "vecchio" (del 1983) terzo volume di Regata per prendersi l'ultimo modello.

 

Ed infatti...

Fiat nel 1988 immatricolò in Italia circa 955 mila auto.

Nel 1987 erano state 864 mila.

Un incremento di 90 mila auto, a fronte di oltre 200 mila Tipo.

 

Nel 1988 la Fiat il danno peggiore lo fece in casa sua, con la Tipo :D

  • I Like! 4
  • Wow! 1
  • Thanks! 2

"... guarda la libidine sarebbe per il si, ma il pilota dopo il gran premio ha bisogno il suo descanso... e poi è scattata la regola numero due: perlustrazione del pueblo e ricerca de los amigos... ah Ivana, mi raccomando il panta nell'armadio, il pantalone bello diritto. E un po' d'ordine in stanza... see you later!" (Il Dogui, Vacanze di Natale)

Link to comment
Share on other sites

Aggiunta in considerazione delle altre impressioni lette nei post successivi a quello che mi ha scatenato il momento-vendite :D

 

A mio parere i soldi spesi nel progetto Tipo 3 porte furono buttati. Un'auto nata con il focus sull'abitabilità e la funzionalità non aveva alcun senso di diventare anni dopo una "scomoda" tre porte.

Ho sempre pensato che l'abbian fatta "per far qualcosa" o magari per avvicinarla a quella stramba idea brasileira di fare la Tempra a 2 porte (sai che coupè ne venne fuori...)

Riguardo la qualità... dovrei dilungarmi oltre ma ci tornerò in seguito perchè avendo una Tipo di 31 anni in casa ci sono delle considerazioni che posso fare, riguardo i materiali che vennero impiegati ed il loro "operato" col passare del tempo.

 

  • I Like! 5
  • Thanks! 2

"... guarda la libidine sarebbe per il si, ma il pilota dopo il gran premio ha bisogno il suo descanso... e poi è scattata la regola numero due: perlustrazione del pueblo e ricerca de los amigos... ah Ivana, mi raccomando il panta nell'armadio, il pantalone bello diritto. E un po' d'ordine in stanza... see you later!" (Il Dogui, Vacanze di Natale)

Link to comment
Share on other sites

3 hours ago, PaoloGTC said:

 

Ho messo insieme una cosina veloce veloce per farci tutti un'idea di cosa accadde nell'immediato e cioè nel primo anno di commercializzazione della Tipo.

In realtà, quasi nulla, nelle file del "nemico" (inteso non solo come VW ma in modo generale, cioè tutti i concorrenti, che ho raggruppato qui sotto in uno specchietto - sante tabelle che feci tanti anni fa quando avevo più tempo libero :D )

Qui sotto vediamo i dati del 1988, da gennaio a dicembre, per la Tipo e le sue principali concorrenti.

La prima impressione è che se cerchiamo un calo delle "altre" nel corso dell'anno per via dell'effetto-Tipo... non lo troviamo. I dati sono altalenanti ma comunque non vengono rasi al suolo dalle oltre 200 mila Tipo del 1988.

Certo, possiamo notare che da gennaio a dicembre quell'anno la Golf perse circa 3000 pezzi mensili.

Però: se andiamo a vedere il piccolo elenco che ho aggiunto "a mano" sotto, che riguarda i totali delle rivali nell'anno 1987 vediamo che (e mi sposto a scrivere sotto)

FiatTipo-VenditeItalia1988vsconcorrenti.thumb.jpg.4ffac50a4d791460b71a5a3b3c21c359.jpg

 

Delta 29750

Alfa 33 60650

Golf 107800

Escort 29550

Kadett 34600

R9 12180

R11 16400

Peugeot 309 17550

 

La Delta perse 1000 unità.

La 33 circa 1300.

 

Secondo questi dati la 33 aumentò di circa 1300, non le perse.

 

3 hours ago, PaoloGTC said:

La Golf perse 8000 pezzi.

La Escort praticamente fotocopia.

La Kadett salì addirittura di 10000 pezzi ("Club" ci dice nulla?)

Vediamo ovviamente la "morte" di R9 ed 11 che lasciarono sul campo circa 8mila vittime, ma stava entrando la 19.

La 309 salì di 4000 pezzi.

 

Anche qui, secondo i tuoi dati è al contrario: perse circa 4000 pezzi.

 

3 hours ago, PaoloGTC said:

 

Se giochiamo un po', e facciamo "assorbire" le circa 10000 auto perse da Delta,

 

Erano 1000 in meno, non 10.000.

 

Per il resto la tua analisi è più che condivisibile.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Sulla qualità percepita e quella reale e sulle magnane delle vetture del gruppo Fiat , a casa mia si comprava SOLO italiano guai a guardare prodotto estero => lavoriamo automotive mangiamo da quel mondo è giusto che compriamo quel mondo , potremmo tutti scrivere trattati illumninanti e cito a caso :

Economia da 4 soldi sui tessuti dove con pochissimo in più si sarebbe utilizzato tessuti molto migliori

Plastiche che dopo n anni perdono colore oppure si sfandano

prodotti mediocri perchè li ha fatti il cuggino dello zio del responsabile acquisti

scricchiolii negli accoppiamenti

....

le sappiamo tutti e ne abbiamo discusso milioni di volte che le tedesche fossero di qualità superiore e durassero di più on è certo è però certo che il tagliando di quelle vetture costava 2-3 volte quello delle fiat e se lo sommavi al prezzo iniziale pesava, non ho mai capito perchè una fiat/lancia/alfa dovess3 viaggiare con benzina e qualche rabbocco lio mentre le vetture tedesche uan volta l'anno venicvano ricondizionate con gran soldoni e tutti felici di spendere ste carrettate di soldi

 

Sulla tempra coupè 3 p potremmo anche stendere un velo pietoso però dovremmo ricordarci che in quegli anni molte delle coupè derivate da 5p erano quelle cose lì e vendevano pure quanto alle Tipo 3P l'ho trovata sempre imbarazzante con quel finestrino post lunghissimo ed il montante posteriore piccolo una vettura senza ne capo ne coda mentre era "accettabile" la HPE anche perchè far meglio della deltasud ci voleva proprio poco

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.