Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
bik

Misure antismog Emilia Romagna

Recommended Posts

Dal 1 Ottobre 2018 al 31 Marzo 2019 entrano in vigore le limitazioni antismog del piano regionale PAIR 2020.

 

Quest'anno anche i diesel €4 sono coinvolti nelle restrizioni, oltre al riscaldamento a biomasse.

 

https://www.cittametropolitana.bo.it/portale/Home/Archivio_news/Dal_1_ottobre_scattano_le_misure_antismog_stop_anche_ai_diesel_euro_4

 

Cita

Scattano anche quest’anno (da 1° ottobre 2018 al 31 marzo 2019) le misure antismog previste dal Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020). Per quel che riguarda il traffico la principale novità riguarda la limitazione alla circolazione nei centri abitati (dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30), che da quest’anno coinvolge anche i veicoli diesel fino agli euro 4 (oltre ai benzina fino agli euro 1).
Quando si superano i limiti di PM10 per più giorni consecutivi, scattano invece le misure emergenziali che entrano in vigore dal giorno dopo quello di controllo dei valori (lunedì o giovedì), fino al successivo giorno di controllo compreso. In questi giorni alle limitazioni alla circolazione previste dal lunedì al venerdì, si aggiungono: il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva minore di 3 stelle (nel caso di 4 giorni giorni di superamento di PM10) o 4 stelle (in caso di 10 giorni o più consecutivi di superamento dei limiti di PM10), l’abbassamento del riscaldamento fino a un max di 19° nelle case e 17° in attività produttive e artigianali, divieto di combustione all’aperto, divieto di sosta con motori accesi e di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.
Nel territorio metropolitano le limitazioni riguardano i 10 Comuni del cosiddetto agglomerato urbano di Bologna (Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano dell'Emilia, Pianoro, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa) oltre a Bologna e Imola.
In tutti i Comuni (esclusi quelli montani ...) è invece sempre valido – da ottobre a marzo – lo stop agli impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico a una stella o di classe inferiore (compresi anche i caminetti a legna aperti).......

 

https://www.cittametropolitana.bo.it/portale/Engine/RAServeFile.php/f/Provincia_oggi/Misure_1_ottobre_2018_31_marzo_2019BO.pdf

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Bologna "domeniche elettriche":

 

https://www.cittametropolitana.bo.it/portale/Comunicazione/Comunicati_stampa/Qualita_aria_le_nuove_misure_in_campo_a_Bologna

 

Cita

Provvedimenti di limitazione della circolazione sono previsti anche per sei domeniche del periodo indicato dall'ordinanza: il 28 ottobre, l'11 novembre e il 2 dicembre 2018; il 13 gennaio, il 3 febbraio e il 3 marzo 2019. In queste domeniche, nella fascia oraria dalle 9 alle 18, il divieto di circolazione riguarda tutti i veicoli a motore eccetto quelli a trazione esclusivamente elettrica. Non potranno invece circolare i mezzi ibridi, né quelli funzionanti a metano o GPL. 

 

Mappa dei percorsi consentiti:

 

http://www.comune.bologna.it/media/files/mappa_percorsi_consentiti_.pdf

Edited by bik

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma a Bologna cambiano come il vento,mi ricordo che poco tempo fa avevano tolto il bollo gratuito per 3 anni sugli ibridi per poi rimetterlo da quest anno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, alfagtv scrive:

ma a Bologna cambiano come il vento,mi ricordo che poco tempo fa avevano tolto il bollo gratuito per 3 anni sugli ibridi per poi rimetterlo da quest anno.

 

Quello del bollo è di competenza regionale, quindi vale per tutta l'Emilia Romagna, comunque è come hai detto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Estraggo per precisare meglio questo provvedimento che, abitando in centro storico e vivendo il problema di quando non puoi aprire la finestra per la puzza che sale nelle strette strade del centro storico, giudico necessario.

 

Nel caso di superamento delle soglie inquinamento per piu giorni successivi:

 

Cita

Possono sempre circolare, nonostante i divieti suddetti, gli autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling) se omologate a quatto o più posti, oppure con almeno 2 persone a bordo se omologati a 2/3 posti. Possono altresì circolare i veicoli elettrici o ibridi dotati di motore elettrico, quelli funzionanti a metano o GPL

 

Nel caso delle 6 domeniche:

 

Cita

Provvedimenti di limitazione della circolazione sono previsti anche per sei domeniche del periodo indicato dall'ordinanza: il 28 ottobre, l'11 novembre e il 2 dicembre 2018; il 13 gennaio, il 3 febbraio e il 3 marzo 2019. In queste domeniche, nella fascia oraria dalle 9 alle 18, il divieto di circolazione riguarda tutti i veicoli a motore eccetto quelli a trazione esclusivamente elettrica. Non potranno invece circolare i mezzi ibridi, né quelli funzionanti a metano o GPL. 


In queste domeniche possono sempre circolare gli autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling) se omologati con quattro o più posti oppure con almeno 2 persone a bordo se omologati a 2/3 posti, gli automezzi a servizio del trasporto pubblico, i veicoli del car-sharing....

 

E ci vuole una bella faccia tosta (la Irene Priolo) a presentarsi come paladina della mobilità elettrica, qui giustamente esentata e favorita, visto che in centro storico ci sono 4 colonnine in croce sparse su un territorio enorme, spesso non funzionanti, o occupate quasi sempre da auto termiche e non segnalate manco dalle strisce per terra nella maggior parte dei casi. Politici.

 

PS: E a rigore non specificano se possono circolare le Hybrid Plug-in (cariche, in EV). Nella mappa infatti si parla di "Vetture esclusivamente elettriche".

 

Edited by Maxwell61

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quante scemenze amano varare ....... tante stupide limitazioni che poi non riescono a controllare .....

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Bologna si sono attenuti per vostra fortuna abbastanza fedelmente all'accordo.

 

Nella città metropolitana di Torino, in un impeto di virtù, hanno inserito - senza concordarlo con la regione - un divieto PERMANENTE per i veicoli euro 0.

Nell'idea da domani non dovrebbero circolare mai più. A meno che non hai più di 70 anni.

O per portarlo alla revisione (e quindi pagarci il bollo di circolazione).

 

Adesso dicono che lo hanno fatto slittare ma l'hanno inserito nell'albo pretorio. E nel sito del comune solo una bella bozza.

 

Mi sa che che al nostro vicesindaco qualcuno con la Fulvia o il Duetto gli ha rubato la morosa. Perché onestamente non capisco una decisione così forte e punitiva.

 

Considerato che erano già mezzi bloccati dalle 8 alle 19 dal lunedì al venerdì tutto l'anno e anche il sabato e le domeniche in caso di emergenza.

Quindi in Torino il fenomeno delle storiche usate come auto giornaliere era già diventato marginale. O lo facevi confidando nella scarsità di controlli, ma comunque restavano casi isolati.

 

E dire che il comune di Torino, grazie ai soldi dei tesserati ASI, avrà in dono Villa Rey restaurata :roll:

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, TonyH scrive:

...

E dire che il comune di Torino, grazie ai soldi dei tesserati ASI, avrà in dono Villa Rey restaurata :roll:

Cornuti e mazziati.

 

PS: anche da me, nella ricca varesotta pregallaratese, c'è chi fa il furbo con l'auto/moto immatricolato ASI e lo usa tutti i giorni "così risparmio", confidando nella totale assenza di controlli. Fottesega i polmoni, il portafoglio deve star bene.

 

PPS: capitolo biomasse. Qua non si capisce 'na beata mazza. Nel senso che sembra che vogliano regolamentarle, però ti danno gli incentivi decennali se cambi una vecchia stufa a legna/pellet per una nuova a pellet :pen: 

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Sandro scrive:

PS: anche da me, nella ricca varesotta pregallaratese, c'è chi fa il furbo con l'auto/moto immatricolato ASI e lo usa tutti i giorni "così risparmio", confidando nella totale assenza di controlli. Fottesega i polmoni, il portafoglio deve star bene.

Fenomeno che si estinguerebbe facilmente facendo più controlli, non rendendone impossibile l'uso. Che così rompi le palle solo a chi cercava di essere ligio.

Che chi se ne fotteva prima, figurati dopo...anzi...è ancora più motivato.

 

Vuoi evitare il fenomeno dei marcioni spacciati per storici? Bene. Subordina la deroga a una nuova ricertificazione storica.

Sono assolutamente disponibile a riportarti i miei mezzi a vedere. Bollinameli pure, facci un registro particolare.

 

Ma lasciami alla peggio nella situazione precedente. Che come era scritta (è stata congelata) avrei potuto circolare solo sulle strade di accesso/uscita. E come ci arrivavo da casa mia, se avessi voluto fare una gita nelle langhe o nel monferrato o in val di susa (territori non colpiti da limitazione). Volando? Col carro attrezzi? Noleggiando un guidatore ultrasettantenne (mio papà)?

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.