Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

 

 

 

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

S0-kia-xceed-des-ambitions-et-du-potenti

 

 

2018 - [Kia] Xceed - Page 2 Small-15

kia-xceed-cuadro-instrumentos-digital-20

 


 

Cita

Con XCeed si completa l’offerta di Kia su tutto il segmento C

Nasce l'alternativa sportiva ai classici Suv di grandi dimensioni senza rinunciare a spazio interno e capacità di carico

Sospensioni riprogettate per esprimere al meglio il carattere di guida dinamico di Kia XCeed

Solo motori turbo: 3 cilindri 1.0 T-GDi, 1.4 T-GDi e 1.6 da 204 CV, fino ai virtuosi diesel CRDi da 115 o 136 CV. Nel 2020 anche mild hybrid e plug-in hybrid

XCeed, il quarto tassello della famiglia Ceed, sarà in vendita a partire dall’autunno con l’esclusiva garanzia di 7 anni, 150.000 km

Francoforte, 26 giugno 2019 –  Kia XCeed è il nuovo crossover utility vehicle (Cuv), l'alternativa sportiva ai classici Suv. Più emozionale e sportivo nelle dimensioni e nel design rispetto ai suoi rivali più imponenti, nuovo XCeed offre analoghi livelli di spazio interno e capacità di carico rispetto ai SUV best seller di categoria, a fronte di dimensioni esterne analoghe a quelle di una berlina del segmento C.

Mix ideale tra l’altezza da terra e un approccio alla guida da vettura sportiva, XCeed garantisce l’emozionalità di una guida coinvolgente e e dinamica, cui aggiunge i benefici in termini di visibilità di una seduta più rialzata.

Le dotazioni in termini di sicurezza attiva, tecnologia e connettività fanno di Kia XCeed una delle auto più hi-tech del segmento. Grazie al comportamento stradale particolarmente dinamico e alle motorizzazioni turbo, prestazionali ed efficienti, XCeed è pensato per soddisfare il piacere di guida e i gusti degli automobilisti europei.

"XCeed risponde al crescente desiderio di automobili che offrono le caratteristiche di un Suv tradizionale ma con più emozione e dinamismo, sia in termini di aspetto sia di piacere di guida – ha posto l’accento Emilio Herrera, Chief Operating Officer Kia Motors Europe. Eppure – ha aggiunto – si tratta di clienti che non vogliono perdere in alcun modo la praticità che offre un'auto di maggiori dimensioni. Per questo il nostro nuovo crossover utility vehicle (Cuv) soddisfa tutte queste esigenze, con un design dinamico e contemporaneo e un abitacolo ampio e versatile. Unendo i punti di forza di una berlina compatta e di un Suv, di fatto Kia XCeed offre qualcosa di nuovo e diverso ai consumatori europei. Inoltre – ha aggiunto Herrera – questa vettura completa l’offerta di Kia su tutto il segmento C, andando ad aggiungere, dopo hatchback, station wagon e shooting brake, l’ultimo, audace e importante tassello della famiglia Ceed. Il segmento C – ha concluso Herrera – è il secondo per rilevanza e numeri in Europa, XCeed ci darà l’occasione di allargare i nostri orizzonti di vendita, offrendo agli acquirenti la più ampia offerta di modelli in questa fascia di mercato”.

Il nuovo crossover XCeed sarà prodotto nello stabilimento europeo a Žilina, in Slovacchia, insieme a Ceed hatchback, station wagon e shooting brake. In vendita in tutta Europa dal terzo trimestre dell’anno, come tutti i modelli Ceed anche XCeed sarà proposto con l’esclusiva garanzia di 7 anni, 150.000 km.

 

Design

L’alternativa di stile e design ai Suv tradizionali

Il design di XCeed, ispirato al mix di dinamismo ed eleganza tipica dei coupé, nasce presso l’European design centre di Francoforte sotto la direzione di Gregory Guillaume, Vice President of Design Kia Motors Europe. Più emozionale e dinamico nelle dimensioni e nell'aspetto rispetto ai suoi rivali di maggiori dimensioni, XCeed si differenzia decisamente rispetto al resto della gamma Ceed; le uniche parti della carrozzeria in comune sono infatti i pannelli delle porte anteriori.

Nella vista laterale, il cofano allungato si raccorda armoniosamente ai montanti anteriori nella parte superiore e alla zona dei passaruota anteriori conferendo alla vettura una silouette sportiva e slanciata. Mentre il passo rimane invariato rispetto agli altri modelli della gamma Ceed (2.650 mm), gli sbalzi anteriori e posteriori di XCeed sono stati incrementati di 25 mm all’avantreno (905 mm) e di 60 mm nella parte posteriore (840 mm) rispetto alla variante 5 porte.

La nuova forma e inclinazione del portellone posteriore, con un punto di attacco più alto rispetto a Ceed hatchback, esalta la sensazione di dinamismo e l’eleganza tipiche dei coupé. All’immagine sportiva di XCeed contribuiscono anche i nuovi cerchi in lega disponibili, secondo gli equipaggiamenti, nelle misure da 16 o 18 pollici, equipaggiati con pneumatici high grip da 205/60 R16 o 235/45 R18.

Anche l’anteriore e il posteriore di XCeed sono stati profondamente rielaborati stilisticamente in modo da differenziarsi dal resto della famiglia. Con una larghezza di 1.826 mm (26 mm in più rispetto a Ceed cinque porte), il nuovo crossover Kia propone un frontale che esprime un carattere più forte e deciso, con una griglia più prominente e una presa d’aria inferiore di maggiori dimensioni. Il frontale risulta così costruito attorno a forme nette e lineari, con nuovi gruppi ottici, luci di marcia diurna a LED "Ice Cube" e gli indicatori di svolta sottili che si raccordano armoniosamente con la fiancata.

Nella parte posteriore, le sottili luci a LED adottano una nuova tecnologia che, vista da certe angolazioni, suggerisce un senso di profondità e dinamismo. Le linee tese che corrono orizzontalmente lungo il portellone e l’inedito paraurti posteriore conferiscono a XCeed un aspetto più importante e un forte senso di stabilità all’intera auto.

L’altezza da terra tipica dei Suv più convenzionali è uno degli elementi più attrattivi nei confronti dei clienti che ricercano proprio questa caratteristica, presente anche in altri modelli della gamma Kia. L'altezza da terra di Kia XCeed è di 174 mm nel caso dei cerchi da 16 pollici e sale a 184 mm con cerchi da 18 pollici, un incremento fino a 42 mm rispetto al Ceed hatchback. Le finiture silver delle cornici laterali dei vetri e dei roof rails sul tetto conferiscono alla vettura una maggior presenza in linea con l’aspetto importante tipico dei Suv di maggiori dimensioni, effetto ulteriormente sottolineato dalla finitura metallica sul paraurti posteriore.

Nuovo XCeed sarà offerto in 12 varianti cromatiche, inclusa l’esclusiva tonalità Quantum Yellow selezionata come colore di lancio.

All'interno, XCeed ripropone l'architettura contemporanea e il design già apprezzati sulla gamma Ceed, con la console centrale orientata leggermente verso il guidatore. Grazie al mix tra l’altezza da terra tipica dei Suv più convenzionali, coniugato a un approccio alla guida da vettura sportiva, XCeed offre l’emozionalità di una guida coinvolgente senza rinunciare ai benefici in termini di visibilità di una seduta più rialzata da terra.

Il sistema di infotainment "floating" con touchscreen domina la parte superiore della plancia, mentre nella parte inferiore sono ospitati i comandi per controllare audio e climatizzatore. Grazie al particolare layout e alla disposizione ergonomica dei comandi e delle varie funzionalità, ogni elemento è concepito per consentire a pilota e passeggero un utilizzo veloce e immediato al fine di minimizzare le possibili distrazioni durante la guida.

Gli interni sono rifiniti con sofisticati materiali soft-touch e arricchiti da dettagli cromati e satinati che rendono l’ambiente particolarmente gratificante e lussuoso. A scelta è possibile personalizzare gli interni grazie a una vasta gamma di rivestimenti in tessuto, ecopelle o vera pelle.

 

 

Interni

Più compatto, XCeed offre analoghi livelli di spazio interno e di capacità di carico rispetto ai Suv più venduti d'Europa

Kia XCeed è progettata per offrire lo spazio e l’abitabilità tipica di un Suv tradizionale ma con dimensioni esterne più contenute e un design più sportivo e dinamico. Posizionato nell’offerta Kia fra Ceed hatchback e Sportage, XCeed offre spazi interni e di carico paragonabili ai Suv più venduti d'Europa.

"Il design e le qualità dinamiche del nuovo crossover Kia lo rendono più autentico di molti Suv tradizionali – ha spiegato Emilio Herrera, Chief Operating Officer Kia Motors Europe. – Il tutto senza compromettere la versatilità grazie a dimensioni esterne intelligenti e ad uno spazio interno e di carico impressionanti per un modello così compatto".

Con una lunghezza di 4.395 mm, XCeed è più lungo di 85 mm rispetto a Ceed hatchback ma più compatto (- 90 mm) rispetto a Sportage; anche l’altezza, pari a 1.490 mm, pone il nuovo Cuv più in alto di 43 mm rispetto a Ceed ma 155 mm più in basso rispetto a Sportage, il mix ideale fra le caratteristiche dei Suv più convenzionali, coniugato però a un approccio alla guida da vettura sportiva, ottenuto anche grazie al baricentro più favorevole.

Costruito sulla piattaforma comune di Ceed, uno dei modelli più spaziosi del segmento C, XCeed offre uno spazio interno generoso, sia per gli occupanti anteriori, sia per quelli posteriori. Con una seduta fino a 42 mm più alta rispetto al resto della gamma Ceed, l’accessibilità risulta facilitata. Allo stesso tempo, l’ampia vetratura a forma di mezzaluna e la linea del tetto offrono ai passeggeri posteriori un ambiente più luminoso e arioso, con maggior spazio per la testa rispetto a molti crossover compatti.

Grazie allo sbalzo posteriore più lungo, la capacità del bagagliaio di XCeed è salita a 426 litri (VDA), uno spazio maggiore di 31 litri rispetto a Ceed. Con i sedili posteriori abbassati, la capacità del bagagliaio sale a 1.378 litri. La versatilità è assicurata anche dai sedili posteriori ripiegabili e frazionabili 40:20:40, dal portellone elettrico Smart Power e dal pianale del bagagliaio posizionabile a due altezze, in modo da fornire più spazio ai bagagli o ricavare un vano portaoggetti nascosto sotto il piano di carico.

 

Tecnologia

Sicurezza, connettività e infotainment: XCeed al vertice dell’innovazione nel segmento

La dotazione di tecnologie avanzate di sicurezza, connettività e infotainment di Kia XCeed ne fanno una delle auto più dotate e tecnologicamente avanzate della sua categoria. Una dotazione progettata per rendere la guida più sicura e meno stressante e garantire un totale controllo in ogni condizione di utilizzo.

 

Kia XCeed è tra i primi veicoli in Europa a offrire l'innovativo sistema telematico UVO Connect, progettato per portare la guida nell'era digitale. UVO Connect collega i passeggeri al mondo circostante fornendo informazioni preziose tramite il touchscreen di bordo e lo smartphone. Dotato di servizi Kia Live e di un display LCD TFT da 10,25 pollici opzionale, il sistema utilizza una scheda SIM dedicata per aggiornare i dati in tempo reale. Fra le informazioni fornite dal sistema, le condizioni del traffico, le previsioni meteorologiche, i punti di interesse e la disponibilità di parcheggi (compresi – dove il servizio è disponibile - prezzo, posizione e disponibilità). UVO Connect consente anche di analizzare dati diagnostici sui viaggi precedenti o ancora di effettuare, pianificare un percorso in anticipo o consentire il controllo della posizione dell’auto in qualsiasi momento.

 

Il sistema di navigazione touchscreen da 10,25 pollici è dotato di connessione multipla Bluetooth e permette di connettere due dispositivi mobili contemporaneamente e di sfruttare i sistemi Apple CarPlay e Android Auto. La funzionalità split-screen dello schermo consente una doppia visualizzazione e la possibilità di controllare o monitorare numerose funzioni del veicolo contemporaneamente, sfruttando l’ampia serie di widget disponibili. Questa funzione permette, per esempio, al conducente di seguire le indicazioni del navigatore mentre i passeggeri scelgono le loro canzoni preferite o controllano le previsioni del tempo.

A seconda delle specifiche del veicolo su XCeed è disponibile anche un sistema touchscreen con display da 8 pollici, che offre funzionalità Android Auto, Apple CarPlay e numerose dotazioni di infotainment.

 

Fra gli accessori disponibili per migliorare comfort e divertimento a bordo, sono disponibili un sistema audio JBL Premium con tecnologia Clari-Fi, la climatizzazione bi-zona, gli specchietti retrovisori elettrici riscaldabili, il volante e il parabrezza riscaldabili, i sedili anteriori riscaldati e ventilati e i sedili posteriori riscaldati.

 

Su Kia XCeed debutta per la prima volta la nuova strumentazione Supervision, progettata per fornire informazioni nel modo più chiaro possibile. Con un display da 12,3 pollici e una risoluzione di 1920x720 pixel, Supervision sostituisce i tradizionali quadri strumenti dotati di tachimetro e contagiri attualmente presenti nella gamma Kia. Costituito da un grande e unico display posizionato davanti al guidatore, l’innovativo sistema adotta indicatori digitali per le principali funzioni del veicolo (velocità e giri motore), con una reattività particolarmente rapida e progressiva.

Posizionato fra i due quadranti digitali principali, un display multifunzione, controllato grazie ai comandi al volante permette di visualizzare in modo chiaro e immediato tutte le informazioni fornite dal sistema di navigazione, le funzionalità audio, la connettività telefonica e le numerose informazioni di viaggio. Il sistema inoltre visualizza anche gli avvisi legati alla diagnostica del veicolo e abilita le notifiche pop-up collegate alle numerose tecnologie di sicurezza attiva e di assistenza alla guida di cui è dotata nuova XCeed, come gli avvisi in tempo reale sul traffico o quelli provenienti dal sistema Driver Attention Warning che monitora lo stato di affaticamento del conducente (consigliandogli anche una pausa qualora fosse il caso).

 

XCeed offre un’ampia gamma di tecnologie avanzate di assistenza alla guida e sicurezza attiva che migliorano la protezione degli occupanti e mitigano il rischio di collisioni. Fra le dotazioni disponibili: Smart Cruise Control con Stop & Go, Blind-spot Collision Warning, Forward Collision Warning con rilevamento di auto e pedoni, Intelligent Speed Limit Warning, Smart Parking Assist, Lane Keeping Assist e High Beam Assist. Il Driver Attention Warning consiglia ai conducenti di fare una pausa se il sistema rileva segni di affaticamento. Infine, su XCeed è disponibile anche il Lane Following Assist (LFA), una tecnologia che rientra nei sistemi di guida autonoma di Livello 2; attraverso una serie di sensori esterni il sistema è in grado di monitorare il traffico, di verificare la posizione degli altri veicoli rendendo possibili i cambi di corsia in totale sicurezza e la guida nel traffico più fluida. Il sistema agisce su sterzo e acceleratore, controllando anche il mantenimento di corsia.

Come con ogni auto Kia venduta in Europa, anche XCeed offre sempre fra le dotazioni di serie il controllo dinamico della vettura Vehicle Stability Management (VSM) e il controllo elettronico di trazione ESC.

 

Agilità e maneggevolezza

Coinvolgente, agile e confortevole. Con XCeed il crossover diventa appagante

I team di progettazione europei Kia hanno avuto il compito di affinare le sospensioni e lo sterzo di nuovo XCeed per offrire una guida più appagante e un carattere più dinamico in tutte le condizioni. Al nuovo crossover sono stati dedicati test particolarmente impegnativi, effettuati su una gamma di superfici stradali più estesa rispetto a quella cui sono stati sottoposti i modelli Kia sviluppati fino ad oggi in Europa.

I prototipi sono stati convalidati in tutte le condizioni meteorologiche, dai valichi alpini alle autostrade ad alta velocità, nei congestionati centri urbani e lungo i percorsi misti e veloci che caratterizzano l’Europa. In particolare per XCeed i test si sono svolti in Germania, Spagna, Svezia, Regno Unito, oltre a numerose altre nazioni, con l’obiettivo finale di ottenere caratteristiche di guida e maneggevolezza adatte a un crossover innovativo e con un carattere europeo.

XCeed offre un comportamento di guida unico, sintesi di sportività e manovrabilità, ottenuta grazie una nuova tecnologia per le sospensioni, adottata per la prima volta su un modello della famiglia Ceed. Grazie a nuovi fine corsa idraulici che ottimizzano lo smorzamento delle vibrazioni sull’assale anteriore, il sistema filtra le imperfezioni della strada migliorando comfort e assorbimento delle asperità anche su superfici irregolari. 

In particolare, l’azione dei nuovi smorzatori idraulici, che equipaggiano l’avantreno, ottimizzano compressioni ed estensioni degli ammortizzatori, con un miglior controllo dei movimenti verticali, rallentando le oscillazioni in modo più progressivo. Grazie a un miglior assorbimento dell’energia, si riducono notevolmente i bruschi arresti tipici del tradizionale fine corsa meccanico, con una risposta più morbida e progressiva, che si traduce in un comportamento generale su strada più confortevole e dinamico.

A eccezione dei nuovi smorzatori idraulici, lo schema delle sospensioni indipendenti di XCeed rimane invariato rispetto agli altri modelli della famiglia Ceed. La maggiore altezza da terra, fino a 42 mm in più rispetto alla versione hatchback (a seconda delle dimensioni dei cerchi ruota), ha richiesto però una diversa taratura delle sospensioni, più morbide del 7 e del 4% rispettivamente all’avantreno e al retrotreno, per offrire maggior comfort e stabilità in tutte le condizioni.

Al carattere dinamico di XCeed contribuisce anche un comando dello sterzo più reattivo grazie a nuove regolazioni dell'unità di controllo elettronico del servosterzo, al fine di ottenere una risposta iniziale più rapida. Il risultato è un feeling di guida appagante e una velocità di sterzata del tutto comparabile rispetto a Ceed hatchback. Anche il livello di assistenza del servosterzo è stato potenziato con l’obiettivo di fornire uno sterzo sensibilmente più leggero per ridurre l'affaticamento alla guida nei lunghi viaggi e nella marcia alle basse velocità.

Disponibile nelle versioni con cerchi in lega di alluminio da 16 o 18 pollici e pneumatici Michelin (nei caso dei cerchi da 16 pollici) o Continental SportContact 5 (nelle versioni con i 18 pollici), Kia XCeed offre alti livelli di aderenza e un carattere di guida dinamico e sempre prevedibile.

Il sistema Drive Mode Select consente di adattare il comportamento dell’auto in funzione del proprio stile di guida. Attraverso le modalità Normal e Sport è possibile agire sulla sensibilità dello sterzo e sulla reattività del motore e, per i modelli dotati della trasmissione a doppia frizione a 7 marce, anche sulla risposta del cambio. In particolare nella modalità Normal a essere privilegiati sono l’efficienza dei consumi e il comfort nella guida, mentre la modalità Sport agisce sulla risposta del motore, consente accelerazioni più rapide e adatta lo sterzo alla guida sportiva, rendendolo più sensibile e preciso.

 

Motorizzazioni

Solo motori turbo, per soddisfare i gusti esigenti degli europei

XCeed è equipaggiabile con un'ampia offerta di motorizzazioni, per soddisfare le aspettative dei clienti europei, che più di altri apprezzano la velocità, l’accelerazione e la generosa coppia offerta dei motori turbo. Nel dettaglio, le motorizzazioni a benzina includono l’apprezzato 3 cilindri turbo 1.0 a iniezione diretta T-GDi da 120 CV e 172 Nm di coppia e il recente “Kappa” 4 cilindri T-GDi da 1,4 litri e 140 CV. In questo caso la coppia è di 242 Nm disponibile a un regime fra 1.500 e 3.200 giri/minuto per una pronta risposta in tutte le condizioni di guida.

Tutte le motorizzazioni a benzina (incluso l’1.6 T-GDi che equipaggia le versioni GT), sono dotate di un filtro antiparticolato per ridurre le emissioni che garantisce il rispetto dei requisiti Euro 6d TEMP. Di serie una trasmissione manuale a 6 marce, disponibile a richiesta il cambio DCT automatico a doppia frizione e 7 rapporti. Al vertice della gamma, XCeed è equipaggiato con l’1.6 T-GDi da 204 CV e 265 Nm di coppia, il motore più potente fra quelli disponibili.

Nella gamma diesel il common rail a iniezione diretta CRDi da 1.6 litri, il motore diesel più virtuoso mai costruito da Kia, offre le minori emissioni di anidride carbonica, particolato e NOx. La filosofia Kia che sta alla base della progettazione del gruppo propulsore Smartstream mira a migliorare l'efficienza e le prestazioni, contenendo le emissioni. Il diesel 1.6 CRDi è disponibile sia nella versione da 115 CV, sia in quella da 136.

Con l’esclusione della motorizzazione 1.0 T-GDi, disponibile solo manuale, tutti i modelli possono essere equipaggiati con cambio manuale a 6 marce o con la trasmissione automatica a doppia frizione e 7 rapporti. In tutti i casi il sistema Stop & Go è sempre di serie.

Anche su XCeed, come ormai consueto per molti modelli della gamma Kia, le versioni con propulsori elettrificati a basse emissioni mild hybrid 48 V e plug-in hybrid, saranno introdotte successivamente, dall'inizio del 2020.

 

Produzione e vendita

Costruito in Europa, la produzione inizierà ad agosto in Slovacchia. Nel terzo trimestre le prime consegne

Ideato, sviluppato e prodotto in Europa (e per l’Europa), XCeed nasce nello stabilimento di Žilina, in Slovacchia, accanto a Ceed hatchback, station wagon e shooting brake. La produzione di XCeed inizierà da agosto, mentre le consegne partiranno in tutta Europa nel terzo trimestre del 2019. Anche XCeed, come tutte le Kia, dispone di serie dell'esclusiva garanzia estesa Kia 7anni/150.000 km. 
In Italia XCeed arriverà a settembre, ma per essere tra i primi a poterla avere,  Kia ha attivato una campagna di pre-marketing che durerà tutta l’estate. Per non perdere l’occasione basterà quindi registrarsi sulla pagina web www.kia.com/it/tutto-su-kia/iniziative-speciali/xceed/  e restare connessi .

Ma non è tutto, XCeed sarà anche protagonista di un summer tour, in collaborazione con Radio 105, che toccherà 4 tra le località balneari più importanti d’Italia. I fortunati che trascorreranno l’estate a Cervia (6/7 luglio), Tropea(13/14 luglio), Cefalù (20/21 luglio) e Fregene (27/28 luglio), avranno l’occasione di scoprire in anteprima il nuovo crossover di Kia, insieme alla presenza della brand ambassador Diletta Leotta .

 

Cita

Topic spy: Kia XCeed (Spy)

 

 

  • I Like! 3
  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cita

New Kia XCeed crossover to offer a stylish, expressive alternative to traditional SUVs

  • Coupé-like European design for Kia’s new urban crossover
  • Sportier design and handling than an SUV, yet with comparable levels of interior space and luggage capacity
  • Kia XCeed due to be unveiled on 26 June 2019

 

5 June 2019 – Kia Motors has today released the first image of the new Kia XCeed urban crossover, due to be revealed later in June 2019. Stylish, expressive and modern in design, the new crossover utility vehicle (CUV) represents a sporty alternative to traditional larger SUVs.

The swept-back, coupé-like appearance of the new Kia XCeed is a product of the brand’s European design centre in Frankfurt, Germany, designed under the direction of Gregory Guillaume, Vice President of Design for Kia Motors Europe. The combination of its elevated ride height and lower hip point give the car a sportier driving position than a traditional SUV. Its raised driving position offers a clearer view of the road ahead than a conventional family hatchback.

More emotional and dynamic in format and design than its taller rivals, the new Kia XCeed will nevertheless offer comparable levels of interior space and luggage capacity to Europe’s best-selling SUVs.

Emilio Herrera, Chief Operating Officer at Kia Motors Europe, comments: “The sporty design and demeanour of the new Kia XCeed CUV makes it more innately desirable than many taller, larger SUVs. Yet it offers this without compromising on versatility, with its intelligent packaging achieving the cabin and storage space of an SUV in a sportier body and more compact footprint.”

The new Kia XCeed will be revealed in full on 26 June.

https://press.kia.com/eu/en/home/media-resouces/press-releases/2019/New_Kia_XCeed.html

  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non capisco la finta terza luce, ma la fiancata pare equilibrata.. curioso di vedere il resto (se c'è qualche novità nel muso). In attesa di nuove foto approfitto per dire che Kia dovrebbe fare un bel restyling del logo aziendale. L'ovale con la scritta stile Ikea è davvero troppo anonimo e cheap in confronto alla bontà dei prodotti che ormai sfornano con continuità da almeno 10-15 anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

GLA by Kia, non sembra male. Solo non mi piace proprio tanto la soluzione adottata per chiudere la vetratura laterale con l'accenno di finto terzo finestrino e cromatura dalle dimensioni abbondanti (che riprende in parte il dettaglio della pinna di ProCeed), secondo me starebbe bene anche senza quel dettaglio e con montante C "pieno" (ho fatto una veloce modifica cancellando tale dettaglio ed il risultato finale per me non sarebbe stato male).

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Credo che la finta terza luce sia un artificio stilistico per riciclare al meglio il giroporte della Ceed normale su un montante più sottile e inclinato.

 

 

Xceed.png

  • I Like! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, xtom scrive:

 

Credo che la finta terza luce sia un artificio stilistico per riciclare al meglio il giroporte della Ceed normale su un montante più sottile e inclinato.

 

 

Xceed.png

 

Da questo paragone posso confermare, a mio gusto, che la Ceed è brutta, a dire il vero non mi è mai piaciuta e con la XCeed secondo me vedrà la sua "morte" commerciale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
58 minuti fa, xtom scrive:

Credo che la finta terza luce sia un artificio stilistico per riciclare al meglio il giroporte della Ceed normale su un montante più sottile e inclinato.

Molto probabile, potevano usare un vetro però, anziché quella cromatura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By fastfreddy
      Incuriosito da questa bella GT, una nuova proposta in un segmento dominato dai soliti noti, qualche mese fa sono andato a provare la Stinger 2.2 diesel (di provare il benzina non se ne parla proprio), una vettura di cui non si discute molto, nemmeno tra appassionati. Motivi d'interesse ce ne sono parecchi parlando di questa macchina, partendo dal fatto che è stata concepita sotto la direzione di un ex BMW Motorsport (cosa che la dice lunga sulle reali intenzioni del gruppo Hyundai) oppure sottolineando che i coreani, in totale contro-tendenza, si fanno in casa il loro cambio automatico , oppure ancora citando il prezzo ultra-concorrenziale al quale viene proposta (49k euro full optionals da scontare parecchio con in più i soliti 7 anni di garanzia) ...cose che magari si possono sviscerare nella discussione che eventualmente seguirà.
       
      Purtroppo il tempo per i test su strada concesso dai venditori è spesso abbastanza breve, ma come si suol dire, piuttosto di niente è meglio piuttosto...
       
       
      DESIGN
       
      La Stinger è stata disegnata da un ex Audi (Peter Schreyer) e si vede: la somiglianza con la A5 sportback è piuttosto lampante, soprattutto nel posteriore, anche se la Stinger riesce tutto sommato, grazie a proporzioni leggermente differenti (per via del cofano più lungo che deve ospitare i propulsori disposti longitudinalmente e l'accenno di coda), a discostarsi quel tanto che basta dalla tedesca da non sembrarne una copia sfacciata. La silhouette da hatchback, che prevede il portellone come quinta porta, tipica anche di alcuni coupé belli e intelligenti come l'Alfa GT, non solo è piacevole ma rende estremamente funzionale la vettura. Nel complesso, anche se la trovo meno elegante e un pò carica di dettagli, la preferisco all'Audi per essere più "piaciona", con vaghi richiami alle muscle-car americane (anche se le finte prese d'aria sul cofano, qualche cromatura di troppo e il baffo della fanaleria posteriore potevano risparmiarceli). Non amo invece la tipica calandra KIA che trovo un pò anonima e che forse andrebbe ripensata se l'idea è quella di combattere nei segmenti premium dove i marchi hanno un'immagine granitica, tutt'altro che cheap come la KIA. Anche gli interni, molto funzionali come d'altronde ormai tutti quelli delle vetture della concorrenza, ricordano cose già viste.
       
      Di spazio ce n'è veramente in abbondanza, sia davanti che dietro, cosa che personalmente apprezzo sempre molto: un pò perché mi piacciono le macchine grandi e un pò perché per via della mia altezza fatico sempre a trovare posto nelle automobili. D'altronde con un passo che sfiora i 3 metri non potrebbe essere altrimenti (a riprova che la misura che conta realmente è la lunghezza e non l'altezza).
       
       
      QUALITA' costruttiva
       
      Argomento quanto mai discutibile e, per certi versi, soggettivo oltreché non facile da affrontare per chi non fa il tester di mestiere. In ogni caso la mia impressione (da utente BMW di lungo corso) è quella di una qualità percepita veramente alta: i materiali sono di ottima qualità e anche le finiture soddisfano appieno. Toccare per credere. Gli esterni sono abbastanza curati, forse non come l'abitacolo, ma non vedo sbavature degne di nota. Direi che siamo quasi ai livelli della migliore produzione attuale, forse non a quelli spettacolari di Volvo (per me i migliori in assoluto al momento) ma certamente paragonabili alle tedesche. In ogni caso osservo che è veramente difficile oggi come oggi non farsi andar bene la qualità con la quale è realizzata un'automobile; anche chi non è al top costruisce sempre piuttosto bene.
       
       
      GUIDA
       
      Parlando di meccanica, e scorrendo la scheda tecnica, direi che la Stinger promette bene: trazione posteriore con differenziale autobloccante, propulsore diesel da 2.2 litri di ultima generazione che fornisce una bella dose di cavalli (200) e soprattutto un'ottima coppia max di 441Nm a 1.750 rpm (valori praticamente identici a quelli dell'Alfa Giulia che ha medesima cubatura), cambio automatico a 8 rapporti, tutti i più avanzati sistemi elettronici del caso ...insomma non manca nulla o quasi. Unico neo, un peso non proprio da sportiva che si attesta tra i 18 e i 19 quintali a seconda delle versioni: evidentemente per contenere molto il prezzo di vendita si è fatto qualche risparmio nell'utilizzo dei materiali più nobili. In prova c'è ovviamente la versione a gasolio e quindi vada per questa anche se in verità mi sarebbe piaciuto guidare il V6 (versione che probabilmente acquisteremmo in quattro gatti in tutta Italia) o almeno il 2.0 turbo-benzina venduto su altri mercati. Purtroppo ho scelto una giornata veramente trafficata per fare un giro con questa macchina ma pazienza; un'idea riesco a farmela lo stesso. Dopo aver constatato ancora una volta dal vivo la sensualità della Stinger (le foto non le rendono proprio giustizia), mi accomodo al posto di guida che trovo ampiamente regolabile e ottimamente confortevole. Per avere la perfezione gradirei posizionare il volante un pelo più in alto ma devo prendere atto per l'ennesima volta che l'ergonomia della Giulia (macchina che ritengo il riferimento in molti aspetti) è veramente imbattibile per chiunque. Il propulsore si avvia con il solito leggero scuotimento tipico dei motori montati longitudinalmente e poi scompare. E' un'unità che non fa rimpiangere in nulla quelli della migliore concorrenza se non fosse per qualche evidente incertezza quando si dà gas, cosa abbastanza fastidiosa nella guida più spigliata e che probabilmente è da imputare a una regolazione perfettibile della gestione elettronica (che magari verrà aggiornata). Per il resto ha un'erogazione veramente lineare e corposa nonché un discreto allungo. Anche il cambio (realizzato in house) funziona egregiamente, dimostrando di non temere confronti con l'inappuntabile ZF che monta tutta la concorrenza: alle andature cittadine è molto soft ma quando serve snocciola velocemente tutte le marce. Osservo che utilizzare i paddles al volante con questi nuovi cambi a 8 marce è un esercizio praticamente inutile dal momento che si è costretti a premere in continuazione i comandi per non farsi prendere in contropiede dall'elettronica. Accessorio sempre piacevole ma superfluo su motori che hanno un range utile di giri veramente ristretto come quelli a gasolio.
       
      Ma veniamo al sodo, la dinamica di guida ...e quì casca l'asino. La sospensione anteriore non delle più raffinate (uno scontato McPherson forse nemmeno molto sviluppato), il passo lunghissimo e il peso vicino alle due tonnellate condizionano inevitabilmente il comportamento della Stinger. Auto piacevole ma non esattamente fulminea né precisa anche se molto stabile, abbastanza rigorosa e ben frenata. Negli inserimenti di curva è piuttosto legnosa e sottosterzante. Nel misto va un pò in affanno. Come detto non ho avuto molta strada libera ma il carattere della macchina lo si intuisce. Lo sterzo è piuttosto diretto ma non precisissimo e ritorna un feedback non entusiasmante, soprattutto nella modalità più sportiva, forse ottenuta in modo un pò artificioso via software (leggo su alcune riviste che il comando è stato ampiamente lodato, ponendolo un gradino sotto l'attuale riferimento, ovvero ancora una volta quello della Giulia ...modestamente non sono d'accordo anche se ho fatto pochi km). Tra l'altro, cosa forse apprezzata dal mercato, la macchina è veramente molto confortevole (anche con assetto impostato su sport+) e silenziosa, ma proprio per questo non riesce a coinvolgere adeguatamente. Tutte caratteristiche che non rovinano l'esperienza nella guida turistica ma che si fanno sentire quando si comincia a spingere e che non fanno meritare il premio di vera GT a questa pur valida Stinger.
       
       
      IN BREVE
       
      Nel complesso quindi si tratta di una bella vettura, venduta a prezzi da segmento inferiore, piacevole da guidare e tecnicamente valida, che sicuramente può appagare chi cerca un'auto premium (certo non nel marchio), anche se sul mercato c'è chi fa meglio in termini di piacere di guida (motivo per il quale personalmente non la comprerei nonostante i molti argomenti a favore).
       
       
      PAGELLONE finale
       
      Design esterni   9
       
      Design interni   8
       
      Abitabilità / Ergonomia   9,5
       
      Qualità percepita   9
       
      Al volante   7,5
       
      Prezzo   10
       
       
       
      La vettura in prova
       

       

    • By reckoner00














       
      Fonte: http://www.autoevolution.com/news/2018-kia-stinger-gt-officially-revealed-114427.html#
       
       
       
       
       
      Press Release: http://www.kiamedia.com/us/en/media/pressreleases/12112/2018-kia-stinger-makes-world-debut-at-north-american-international-auto-show
       
       
       
      -------------------------------------------- 
      Spy: Kia Optima GT (Spy)
      -------------------------------------------- 
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.