Jump to content

La presenza delle automobili nelle trasmissioni televisive


Recommended Posts

Anzitutto una grande affettuosa dedica a tante fantastiche persone che hanno fatto parte della nostra gioventù e ahimè ci hanno lasciato. Un video meraviglioso.

Poi... qui la Vectra ancora non c'è perchè siamo alla vigilia di Natale 1988.

36 minuti che fanno bene al cuore.

 

 

  • I Like! 2
  • Adoro! 3
  • Thanks! 1

"... guarda la libidine sarebbe per il si, ma il pilota dopo il gran premio ha bisogno il suo descanso... e poi è scattata la regola numero due: perlustrazione del pueblo e ricerca de los amigos... ah Ivana, mi raccomando il panta nell'armadio, il pantalone bello diritto. E un po' d'ordine in stanza... see you later!" (Il Dogui, Vacanze di Natale)

Link to post
Share on other sites
  • Replies 34
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Vado un pò OT, ma non sapendo dove mettere questa scoperta la metto qui. In Cobra 11 succede  che alcune volte per gli stunt l'auto di Semir, o del collega di turno, venga sostituita da un modell

In una puntata si presentò un concorrente che aveva una vecchia Volvo 240 SW. Ricordo che a momenti si scassò la pressa, fece una fatica boia a schiacciarla  😂

infatti quando vedevi apparire la serie 3 tarocca capivi già che stava per andare a schiantarsi   più in generale: negli inseguimenti, se c'erano ad esempio un'auto nuova e una vecchia, sap

Posted Images

19 minuti fa, PaoloGTC scrive:

36 minuti che fanno bene al cuore.

 

Per motivi meramente anagrafici questo programma non lo ricordo, ma rivedere Sandra e Raimondo veramente fa bene al cuore.

 

Però, scavando un po' nei ricordi, tra un omogeneizzato sul seggiolone e mia nonna che mi intratteneva, mi sovviene di un gioco a quiz in cui alla fine veniva rottamata in un autocompattatore l'auto del concorrente, se non erro (è un ricordo vaghissimo, avrò avuto due o tre anni, ma ricordo bene bene che per la prima volta vidi un'auto fatta a cubetto) proprio perchè lo stesso concorrente ne aveva appena vinta una.

 

Potrebbe essere proprio "Il gioco dei 9"?

- '95 Fiat Cinquecento 900 cc MOTORE NUOVO(dal 1995 in garage, spero mia finchè campo)

- '10 Alfa Romeo MiTo 1.4 TB MultiAir 135 cv Distinctive Premium Pack (dal 2017)

 

Link to post
Share on other sites

Altrochè se me lo ricordo quel gioco; andava in onda su una delle reti Mediaset e mi pare di ricordare, ma potrei sbagliarmi, che lo presentasse Iva Zanicchi. 

 

Non ricordo il nome del quiz ma, in pratica, il concorrente portava la sua macchina in trasmissione, un esperto la valutava e ne indicava il valore. Se il concorrente superava le prove a cui veniva sottoposto vinceva il doppio del valore della sua auto ( e l'auto era salva ovviamente...). Se perdeva... a volte non volevo guardare 😥. L'auto veniva ragnata e poi pressata; e se ne tornava a casa col cubo.

  • I Like! 1
Link to post
Share on other sites
4 ore fa, gianmy86 scrive:

 

Per motivi meramente anagrafici questo programma non lo ricordo, ma rivedere Sandra e Raimondo veramente fa bene al cuore.

 

Però, scavando un po' nei ricordi, tra un omogeneizzato sul seggiolone e mia nonna che mi intratteneva, mi sovviene di un gioco a quiz in cui alla fine veniva rottamata in un autocompattatore l'auto del concorrente, se non erro (è un ricordo vaghissimo, avrò avuto due o tre anni, ma ricordo bene bene che per la prima volta vidi un'auto fatta a cubetto) proprio perchè lo stesso concorrente ne aveva appena vinta una.

 

Potrebbe essere proprio "Il gioco dei 9"?

 

Il programma che ricordi potrebbe essere "Estate 5" che andò in onda per una sola estate (non ricordo quale anno ma siamo nella prima metà dei '90 credo) condotto da Iva Zanicchi, su Canale 5. Un programma "contenitore" che iniziava in tarda mattinata e copriva la fascia oraria del pranzo. Le cose però andavano in maniera leggermente diversa: c'era questo gioco in cui il partecipante doveva cimentarsi in una prova di abilità, di quelle classiche da luna park direi (ricordo che una delle tante prove era far centro con degli anelli su alcuni birilli piazzati ad una certa distanza, cose di questo genere). Egli metteva in palio la sua vettura, nel senso che all'esterno dello studio era piazzata una pressa del tipo trasportabile e all'inizio del gioco un esperto del settore (se non ricordo male era uno di Quattroruote) andava a valutare la vettura che il concorrente aveva appena parcheggiato davanti alla pressa. Il suddetto valore in milioni di lire rappresentava il premio se il concorrente superava la prova, tornando così a casa con auto e soldini. Se non superava la prova, niente soldini e l'auto veniva pressata.

Ovviamente, che io ricordi, i concorrenti andavano a rischiare vetture che erano ormai anzianotte. Il valore era magari basso, ma qualche milioncino faceva sempre comodo, ma anche la perdita in caso di fallimento non era disastrosa. Fra le vetture meno "rottamose", per fare un esempio, ricordo una Sierra Sw (che venne pressata) che comunque nei primi anni '90 era già una vettura vicina alla sostituzione.

  • Thanks! 1

"... guarda la libidine sarebbe per il si, ma il pilota dopo il gran premio ha bisogno il suo descanso... e poi è scattata la regola numero due: perlustrazione del pueblo e ricerca de los amigos... ah Ivana, mi raccomando il panta nell'armadio, il pantalone bello diritto. E un po' d'ordine in stanza... see you later!" (Il Dogui, Vacanze di Natale)

Link to post
Share on other sites

Doveva essere l'estate del 1991, mi ricordo che qualcuno portava anche auto piuttosto recenti per l'epoca, mi pare di ricordare anche una Fiat Uno.

Ovviamente il mio momento preferito della trasmissione, oltre a quello della valutazione dell'auto, già preparata per la pressa, era quando riducevano in cubetto l'auto del concorrente. 😂 Purtroppo non vidi molte puntate dato che in quel periodo ero al mare e la TV aveva una ricezione pessima, una costante in tutte le mie estati fine '80 inizio '90.

Edited by nucarote
  • Thanks! 1
Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Mazinga76 scrive:

 

 

Non ricordo il nome del quiz ma, in pratica, il concorrente portava la sua macchina in trasmissione, un esperto la valutava e ne indicava il valore. Se il concorrente superava le prove a cui veniva sottoposto vinceva il doppio del valore della sua auto ( e l'auto era salva ovviamente...). Se perdeva... a volte non volevo guardare 😥. L'auto veniva ragnata e poi pressata; e se ne tornava a casa col cubo.

 

 

In una puntata si presentò un concorrente che aveva una vecchia Volvo 240 SW.

Ricordo che a momenti si scassò la pressa, fece una fatica boia a schiacciarla  😂

  • Haha! 7

[sIGPIC][/sIGPIC]

Some critics have complained that the 4C lacks luxury. To me, complaining about lack of luxury in a sports car is akin to complaining that a supermodel lacks a mustache.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, L' informatore d'auto scrive:

Vado un pò OT, ma non sapendo dove mettere questa scoperta la metto qui.

In Cobra 11 succede  che alcune volte per gli stunt l'auto di Semir, o del collega di turno, venga sostituita da un modello più vecchio... o da un altra auto.

Eh sì perché ai tempi in cui la Mercedes di turno era una CLK, è capitato che l'auto fosse sostituita da...una Calibra oppurtunamente truccata !

Ecco la "Opeledes" :

spacer.png

spacer.png

Eccola in azione :

spacer.pngspacer.png

spacer.png(

(Per tutte le foto : IMCDB Database )

In altre puntate sostituivano la e46 di semir con una e36 opportunamente modificata

https://squadraspecialecobra11.fandom.com/it/wiki/BMW_Serie_3_(E46)?file=Bmw_e36_to_e46_1_3.jpg

 

https://squadraspecialecobra11.fandom.com/it/wiki/BMW_Serie_3_(E46)

 

  • I Like! 2

"In questo marchio non c'era da cambiare nulla, dovevamo cambiare noi." Harald Wester, 24 Giugno 2015.

Link to post
Share on other sites
18 ore fa, PaoloGTC scrive:

 

Il programma che ricordi potrebbe essere "Estate 5" che andò in onda per una sola estate (non ricordo quale anno ma siamo nella prima metà dei '90 credo) condotto da Iva Zanicchi, su Canale 5. Un programma "contenitore" che iniziava in tarda mattinata e copriva la fascia oraria del pranzo.

 

Esatto, avevo completamente rimosso il titolo del programma: era proprio Estate 5. L'unico anno in cui andò in onda fu il 1991; anch'io lo vedevo in vacanza, giusto in tempo quando tornavo dal mare per il pranzo. Spesso correvo ad accendere la TV proprio per seguire il gioco della pressa, che era verso la fine del programma. 

 

Cita

Le cose però andavano in maniera leggermente diversa: c'era questo gioco in cui il partecipante doveva cimentarsi in una prova di abilità, di quelle classiche da luna park direi (ricordo che una delle tante prove era far centro con degli anelli su alcuni birilli piazzati ad una certa distanza, cose di questo genere). Egli metteva in palio la sua vettura, nel senso che all'esterno dello studio era piazzata una pressa del tipo trasportabile e all'inizio del gioco un esperto del settore (se non ricordo male era uno di Quattroruote) andava a valutare la vettura che il concorrente aveva appena parcheggiato davanti alla pressa. Il suddetto valore in milioni di lire rappresentava il premio se il concorrente superava la prova, tornando così a casa con auto e soldini. Se non superava la prova, niente soldini e l'auto veniva pressata. [...]

 

A tal proposito ho trovato qualcosa sul web (fonte: davidemaggio.it la TV dietro le quinte)

 

Iva Zanicchi esordisce con Estate 5, una “quasi diretta” dallo studio 14 di Cologno Monzese: si tratta di un esperimento poichè il programma va in onda con una differita di soli 15 minuti. Estate 5 andò in onda per tutta l’estate alle 12,30 su Canale 5 per terminare il 7 settembre 1991. Come per il più classico dei contenitori, la formula è sempre la stessa: interviste, musica e giochi. Tra questi ultimi ricordiamo quello della “pressa”: ogni giorno un concorrente mette in palio la sua auto e se supera una delle 5 prove proposte vince il doppio del valore dell’auto; in caso contrario torna a casa in bicicletta perchè la macchina viene schiacciata da una pressa. Accanto a Iva Zanicchi, Enrico Beruschi.

 

Sull'eventuale vincita ricordavo bene io: il concorrente intascava il doppio della valutazione della sua auto. In particolare mi ricordo di un concorrente che portò la sua SEAT Ibiza in condizioni ancora più che decorose, la quale gli venne valutata 3 milioni e mezzo. Lui si cimentò nella prova in cui, con un certo numero di tiri a disposizione con una pallina o qualcosa del genere e da una certa distanza, doveva far cadere un castello di barattoli, nel senso che nessun barattolo doveva rimanere in piedi. Il concorrente ci riuscì e se ne andò a casa con la sua Ibiza e ben 7 milioni in tasca.  

Edited by Mazinga76
  • I Like! 2
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Mazinga76 scrive:

 

Esatto, avevo completamente rimosso il titolo del programma: era proprio Estate 5. L'unico anno in cui andò in onda fu il 1991; anch'io lo vedevo in vacanza, giusto in tempo quando tornavo dal mare per il pranzo. Spesso correvo ad accendere la TV proprio per seguire, giusto in tempo, il gioco della pressa, che era verso la fine del programma. 

 

 

 

Forse ne ho visto un solo scorcio di puntata : la Iva la ricordo benissimo, e se non sbaglio la vittima da pressare era una 127 1a serie verde oliva ( muschio ) ma non ricordo se finì pressata o si salvò.

  • I Like! 1

Se un pianto ci fa' nascere, un senso a tutto il male forse c'è !

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.