Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

 

Messaggio Aggiornato

 

polestar-1-83cda2abd6b4b094cc42ac904d4fa

Polestar 1 - Autopareri (18).jpg

Polestar 1 - Autopareri (13).jpg

Polestar 1 - Autopareri (16).jpg

Polestar 1 - Autopareri (14).jpg

Polestar 1 - Autopareri (2).jpg

Polestar 1 - Autopareri (15).jpg

Polestar 1 - Autopareri (11).jpg

Polestar 1 - Autopareri (12).jpg

Polestar 1 - Autopareri (10).jpg

Polestar 1 - Autopareri (6).jpg

Polestar 1 - Autopareri (3).jpg

Polestar 1 - Autopareri (4).jpg

Polestar 1 - Autopareri (5).jpg

Polestar 1 - Autopareri (7).jpg

Polestar 1 - Autopareri (17).jpg

Polestar 1 - Autopareri (23).jpg

Polestar 1 - Autopareri (19).jpg

Polestar 1 - Autopareri (21).jpg

Polestar 1 - Autopareri (22).jpg

Polestar 1 - Autopareri (8).jpg

Polestar 1 - Autopareri (9).jpg

 

 

 

Cita

 

Polestar, il marchio ad alte prestazioni di Volvo Car Group, ha rivelato oggi il proprio futuro in qualità di marchio indipendente per auto elettriche ad alte prestazioni. Polestar ha confermato i piani per la produzione dei suoi primi tre modelli, per la realizzazione di una fabbrica dedicata in Cina e per un processo di commercializzazione delle auto orientato al cliente e che stabilirà un nuovo riferimento del mercato per quanto riguarda le vetture ad alte prestazioni.

 

Polestar ha anche svelato la Polestar 1 da 600 CV, la prima auto del marchio, la cui produzione è prevista per la metà del 2019. L’offerta di prodotto e di tecnologia di Polestar trae beneficio dalle sinergie e dalle economie di scala attivate da Volvo Car Group, condizione che aiuta Polestar ad accelerare i processi di definizione stilistica, di sviluppo e di produzione delle auto rispetto a quanto impiega chi entra per la prima volta in questo speciale segmento del mercato.

 

Thomas Ingenlath, Chief Executive Officer di Polestar ha affermato;

Cita

“Polestar 1 è la prima auto a portare il marchio Polestar sul cofano. Una bellissima GT con uno straordinario contenuto di tecnologia – un grande inizio per il nostro nuovo marchio Polestar. Tutte le future auto che Polestar realizzerà avranno motorizzazioni completamente elettriche, in linea con la nostra visione, che è quella di essere il brand indipendente per auto elettriche ad alte prestazioni."

 

Polestar 1 sarà una sorta di faro per il futuro brand Polestar. Polestar 1 è una Grand Tourer Coupé due porte, 2 posti più 2, spinta da un propulsore Electric Performance Hybrid. In pratica un’auto elettrica supportata da un motore a combustione interna capace di un’autonomia di 150 km in puro utilizzo elettrico – la più estesa autonomia in full electric rispetto a qualsiasi altro ibrido oggi sul mercato. La sua potenza di 600 CV e la coppia pari a 1000 Nm la collocano di diritto – e saldamente – nel segmento delle vetture ad alte prestazioni.

 

Polestar 1 è basata sulla Scalable Platform Architecture (SPA) di Volvo, ma circa il 50% dell’auto è inedito e realizzato specificamente dagli ingegneri di Polestar. Per rendere ancora più efficaci le sue caratteristiche dinamiche, Polestar 1 trae beneficio da una serie di nuove tecnologie mirate a renderla una vera auto tutta da guidare. Polestar 1 è la prima auto al mondo a essere equipaggiata con la sofisticata tecnologia applicata al telaio resa possibile dalle nuovissime sospensioni elettroniche a controllo continuo della Öhlins – Continuously Controlled Electronic Suspension (CESi). Il telaio in fibra di carbonio riduce il peso e aumenta la rigidità torsionale del 45%, contribuendo nel frattempo ad abbassare il baricentro dell’auto. In aggiunta, Polestar 1 utilizza un doppio motore elettrico sull’asse posteriore che permette una distribuzione ottimale della coppia motrice a ciascuna ruota. Questo dà a chi guida un’accelerazione precisa ed efficiente che permette di mantenere aderenza e velocità di percorrenza in curva.

 

Polestar 1 verrà prodotta nel Centro di Produzione specifico di Polestar in via di realizzazione a Chengdu, in Cina. Un impianto all’avanguardia tecnologica che verrà completato per la metà del 2018.

 

Inoltre, Polestar si staccherà dal tradizionale modello di proprietà dell’auto che conosciamo oggi. Le auto verranno ordinate al 100% on line e offerte sulla base di abbonamenti di due o tre anni. La formula, che non prevede alcun apporto o deposito iniziale e sarà del tipo all-inclusive, prevede servizi quali ritiro e riconsegna dell’auto a casa in caso di manutenzione e la possibilità di utilizzare un altro modello della gamma Polestar, il tutto compreso nella rata mensile.

 

L’abbonamento con rata fissa significa che avere una Polestar diventa un’esperienza priva di problemi per il cliente. Ulteriormente facilitata dalla tecnologia Phone-As-Key, che consente al proprietario dell’auto di condividere una chiave virtuale – e quindi l’utilizzo dell’auto – con altre persone di sua scelta e di accedere a una serie di servizi on-demand. Tali servizi di concierge semplificano l’esperienza di utilizzo del cliente, che si può concentrare esclusivamente sul piacere di guida.

 

Tutte le future Polestar avranno motorizzazioni completamente elettriche. Polestar 2 inizierà a essere prodotta sempre nel 2019 e sarà la prima battery-electric vehicle (BEV) di Volvo Car Group. Sarà una BEV mid-size ed entrerà in competizione con prodotti come Tesla Model 3; di conseguenza, avrà volumi di produzione più elevati rispetto a Polestar 1. La fase iniziale della proposta di prodotti Polestar si completerà quindi con il successivo arrivo di Polestar 3, un ulteriore BEV in stile SUV di maggiori dimensioni, che definirà una moderna espressione di prestazioni elettriche e dinamica di guida.

 

Gli ordini e la configurazione delle auto Polestar avverrà on line attraverso una app Polestar o un portale dedicato. Tuttavia, Polestar non è insensibile al fatto che i clienti vogliono ancora venire a contatto con un brand e con i suoi prodotti. Per questo, Polestar aprirà una rete di Spazi Polestar in tutto il mondo. Sono questi i luoghi nei quali i futuri clienti Polestar potranno interagire con il brand e con i suoi prodotti. I Polestar Spaces saranno strutture indipendenti e non collegate a concessionari Volvo.

 

Gli ordini della nuova Polestar 1 si aprono nella giornata di oggi 17 ottobre 2017. Polestar sarà quindi in grado di valutare immediatamente il livello di interesse dei potenziali clienti.

 

  • Volvo Cars ha creato una joint venture con due aziende all’interno dell’azienda madre, Zhejiang Geely Holding. Tale JV  capitalizzata con 640 milioni di Euro di capitale sociale per supportare lo sviluppo di Polestar.
  • Polestar rimane una sussidiaria di Volvo Car Group e sarà interamente consolidate all’interno di Volvo Car Group.
  • Si prevede che oltre il 40% delle vendite globali di auto entro 20 anni sarà dato da veicoli elettrici.

 

 

 

 

Via VolvoCars

 


Spy: http://www.autopareri.com/forums/topic/63851-polestar-volvo-coupé-spy


 

Edited by Pandino

Share this post


Link to post
Share on other sites

La nascita di questo nuovo brand mi lascia molto perplesso e scettico.

Secondo me avrebbe avuto più senso creare una divisione stile M, AMG, RS e non un marchio a  se stante.

 

Non ho capito una cosa, ma questo modelli Polestar saranno anche venduti con marchio Volvo con le motorizzazioni "normali"?

 

 

polestar-1-83cda2abd6b4b094cc42ac904d4fa

 

polestar-1-cb055aab466435ba0ef00e28c354c

 

polestar-1-a646c0efa170430d9e8a459529801

 

polestar-1-a5d7f1d75f3c87d4964a15e8f9ef7

 

polestar-1-aaea29bc533d49a1c5f80a8f036d6

 

polestar-1-e639648ebf7d6857f87dccae1f052

 

 

Edited by MotorPassion

Share this post


Link to post
Share on other sites

Volendo essere ironici, lo scetticismo che ho verso questa idea di nuovo brand è dovuto anche al logo ... :mrgreen:

 

polestar-teaser-1498041054.jpg?crop=1xw:

 

30020-citroen-logo3.png

 

U138P200T1D216603F14DT20090206235750.jpg

 

In pratica una reinterpretazione del Double Chevron. :mrgreen:

 

 

 

 

 

L'auto in se, a livello stilistico mi piace (è anche un po' retrò) però questa storia del nuovo marchio non la capisco.

Tanto per fare un po' di confusione al cliente in concessionaria.

Edited by MotorPassion
  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esteticamente è una S90 Coupè a tutti gli effetti, e per questo mi garba non poco. Ma sono gusti personali.

Sulla parte tecnica non discuto. Anche se sono un amante dei motori a combustione interna, mi rendo conto che essi hanno il destino segnato e che nel giro di qualche decennio sarà inevitabile che si passi a soluzioni alternative. 

Bel tentativo da parte di Volvo, bisognerà vedere come reagirà il mercato.

Edited by Abarth03

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra una S90 passata per un tuner Cinese.
Ah, scusate, è così! :D
Non mi convince nemmeno un po'.

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, MotorPassion dice:

La nascita di questo nuovo brand mi lascia molto perplesso e scettico.

Secondo me avrebbe avuto più senso creare una divisione stile M, AMG, RS e non un marchio a  se stante.

 

Non ho capito una cosa, ma questo modelli Polestar saranno anche venduti con marchio Volvo con le motorizzazioni "normali"?

No. Solo a marchio Polestar. Hanno struttura esterna in CFRP. Doppio motore elettrico ed altre cose sviluppate ad hoc da Polestar.

 

3 minuti fa, mmaaxx dice:

Sembra una S90 passata per un tuner Cinese.
Ah, scusate, è così! :D
Non mi convince nemmeno un po'.

Di cinese non ha nulla se non la produzione nel nuovo impianto

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so perche' il posteriore mi convince meno rispetto al prototipo. Male anche la caratterizzazione tamarra. Il prototipo era perfetto.

Spero sia prodotta anche a marchio Volvo con motori normali e umani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non capisco il senso di fare una vettura con un nuovo brand, ma con gli stilemi (bellissimi in questo caso) Volvo, avessero almeno cambiato la calandra e la grafica de''anteriore

sembra una volvo tuning a cui hanno staccato il logo...

bi4n9w0y3e3x36wjx.jpg

 

l'auto mi piace molto, come il concept da cui deriva, meno gli interni

 

 

 

  • I Like! 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By J-Gian
      L'auto elettrica è ormai un qualcosa sulla bocca di tutti:
       
      i media ne parlano ad ogni occasione in cui si fa riferimento alle novità del settore; i costruttori mostrano e lusingano con nuovi modelli, anche se spesso poco abbordabili ed all'antitesi dell'ecologia (SUV di lusso, enormi e pesanti);  la politica spinge incentivando, con quelli che ritengono essere contributi green e penalizzando le emissioni locali del sistema trasporti su gomma (Limiti CO2 in UE: un affare da 34 miliardi di Euro); tra la gente, si dibatte sull'effettiva ecologicità dei mezzi elettrici, quasi certa a livello di emissioni locali, ma molto più dubbia per ciò che concerne l'elettrico a tutto tondo, ovvero dalla produzione allo smaltimento dei mezzi stessi, non senza trascurare il problema della produzione e distribuzione dell'energia elettrica.  
      Ma fino ad ora non ci si era ancora soffermati abbastanza, sull'impatto che l'elettrificazione dei trasporti avrebbe avuto a livello industriale, sociale (occupazione) e quindi economico. 
       
      Vediamo un po' cosa sta succedendo, citando alcuni articoli che affrontano il fenomeno: 
       
      Fonte: https://www.formulapassion.it/automoto/mondoauto/audi-tagliera-oltre-9000-posti-di-lavoro-469374.html
       
      Fonte: https://www.ilsole24ore.com/art/daimler-l-auto-elettrica-non-fa-tornare-conti-a-casa-mille-manager-ACmBy0y
       
      Fonte: https://www.ilsole24ore.com/art/auto-crisi-diesel-colpisce-240-aziende-e-25mila-lavoratori-ACnThKu
       
      Fonte: https://www.ilsole24ore.com/art/crisi-diesel-tedescha-mahle-chiude-due-fabbriche-piemonte-AC1dF7t
       
      Fonte: https://www.ilsole24ore.com/art/crisi-diesel-620-esuberi-bosch-bari-ACINpKV
       
       
      Prima di passare la parola a voi, concludo evidenziando come già in passato, molte delle trasformazioni epocali abbiano comportato grossi cambiamenti e sacrifici.
       
      Quello che è importante capire però, è se ci si stia imbarcando verso un investimento veramente valido ed utile, che porterà ad un nuovo equilibrio, oppure se ci sia il rischio che il tutto si trasformi presto in un fuoco di paglia, con conseguenti ceneri ed emissioni... Metaforiche e non...
       
       
    • By Beckervdo
      Al Guangzhou Auto Show 2020 Lexus presenta la UX Full Electric che sarà in vendita in Cina, Giappone ed Europa.
      Esteticamente non è tanto dissimile dai modelli con motore termico, difatti al posto del tappo carburante abbiamo l'ingresso per la presa di ricarica.
      L'auto è stata abbassata di 20 mm, così da migliorarne l'aerodinamica.
      Sull'asse anteriore è presente un motore elettrico da 150 kW / 204 CV ed 300 Nm che è alimentato da una batteria agli ioni di litio presente sotto al pianale, con una capacità di 54.3 kWh. L'autonomia dichiarata per ciclo NEDC è di 400 km. I tempi di ricarica sono di 50 minuti (100% SoC) con un caricatore da 50 kW o 7 ore con un caricatore domestico da 6.6 kW
      La massa della Lexus UX 300e si attesta a 1900 kg ed ha un reparto sospensivo specificatamente progettato per la massa aggiuntiva. 
       
       
      Cartella stampa Lexus
       
      Via Lexus


























×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.