Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

Messaggio Aggiornato al 22/01/2015

26-pagani-huayra.jpg

27-pagani-huayra.jpg

28-pagani-huayra.jpg

29-pagani-huayra.jpg

30-pagani-huayra.jpg

31-pagani-huayra.jpg

32-pagani-huayra.jpg

33-pagani-huayra.jpg

34-pagani-huayra.jpg

35-pagani-huayra.jpg

36-pagani-huayra.jpg

37-pagani-huayra.jpg

38-pagani-huayra.jpg

39-pagani-huayra.jpg

40-pagani-huayra.jpg

02-pagani-huayra.jpg

03-pagani-huayra.jpg

04-pagani-huayra.jpg

05-pagani-huayra.jpg

08-pagani-huayra.jpg

09-pagani-huayra.jpg

10-pagani-huayra.jpg

11-pagani-huayra.jpg

12-pagani-huayra.jpg

13-pagani-huayra.jpg

14-pagani-huayra.jpg

15-pagani-huayra.jpg

16-pagani-huayra.jpg

17-pagani-huayra.jpg

18-pagani-huayra.jpg

19-pagani-huayra.jpg

20-pagani-huayra.jpg

21-pagani-huayra.jpg

22-pagani-huayra.jpg

23-pagani-huayra.jpg

24-pagani-huayra.jpg

25-pagani-huayra.jpg

autoblog.com

big_pagani_huayra_02.jpg

big_pagani_huayra_01.jpg

big_pagani_huayra_03.jpg

autoblog

Lo stile dell’auto è stato perfezionato nel corso di cinque anni dando ad ogni linea un chiaro inizio ed un’altrettanta chiara fine. Centinaia di disegni, otto modelli in scala e due a grandezza naturale, che pur mantenendo intatto il concetto stilistico di base, ne hanno man mano perfezionato le forme e la sostanza. Ciò è stato possibile mediante una scrupolosa attenzione per il dettaglio, che si è tradotta in una continua ed estenuante ricerca di proporzione ed eleganza. I fari bi-xeno, prestigiosa eredità della Zonda R e le luci diurne a Led sono armoniosamente integrate nella forma ellittica della bocca frontale. Il paraurti posteriore integra il diffusore dominato da una cornice ellittica che circonda e valorizza i quattro terminali di scarico, simbolo e continuità di un elemento caratteristico del marchio Pagani.

La monoscocca centrale completamente nuova di Huayra è costruita in carbo-titanio, caratterizzata dalle porte ad ala di gabbiano che comprendono una buona porzione del tetto. La ricerca si è focalizzata sull’applicazione di materiali compositi avanzati e di tecnologie prima testate sulla Zonda R, per raggiungere i più alti livelli di rigidità unita alla massima leggerezza. Il serbatoio posizionato nell’area più protetta della monoscocca, dietro al pilota, rinforzata da una cella di sicurezza costruita in diversi materiali compositi e balistici. I semi-telai in cromo-molibdeno offrono un rapporto rigidità/peso eccezionale permettendo alle sospensioni di lavorare al meglio e di incorporare una struttura avanzata di assorbimento dell’energia, pronta a proteggere gli occupanti in caso di impatto.

La costante ricerca della riduzione del peso ha portato ad un’ingegnosa combinazione di elementi estetici, strutturali e non. Un esempio viene dai condotti dell’impianto di raffreddamento e climatizzazione: l’ambiziosa scelta di integrarli nella struttura della monoscocca ha reso superfluo l’inserimento di componenti addizionali. Il risultato del programma di riduzione del peso si riassume in un veicolo di 1.350 kg che fa di Huayra la supercar più leggera del segmento.

La lubrificazione a carter secco nutre il motore anche quando la vettura è soggetta alle più estreme accelerazioni laterali. Regola inoltre il flusso dell’olio in modo che solo il quantitativo necessario di lubrificante sia pompato nel motore dal serbatoio esterno, riducendo gli attriti causati da un eccessivo volume di liquido all’interno del basamento. Il carter secco rende obsoleta una coppa dell’olio convenzionale, permettendo di montare il motore più in basso ed avere un centro di gravità meno distante da terra. Uno scambiatore di calore olio/acqua riduce i tempi di riscaldamento del motore durante l’avvio a freddo e mantiene il refrigerante ed il lubrificante a temperature di esercizio stabili. Programmi estensivi di riduzione del peso hanno portato a soluzioni ingegnose eppure semplici.

Al fine di limitare quanto più possibile tubi ed allacciamenti il serbatoio di espansione è montato direttamente sul motore. Le paratie intercooler fungono da serbatoi di espansione al circuito delle basse temperature ed al circuito refrigerante motore. Il motore M158 è omologato per le più restrittive normative ambientali EU5 e LEV2 e, nonostante il notevole incremento di potenza rispetto ai motori sviluppati in passato da Merceds-AMG per Pagani, i consumi di carburante e quindi le emissioni di CO2 sono stati talmente abbattuti che Huayra detiene il record tra le sportive a 12 cilindri con valori vicini a vetture sul mercato di cilindrate e potenze inferiori.

Il capiente serbatoio da 85 litri assicura una lunga autonomia di viaggio. Il sistema di alimentazione a due stadi senza ritorno prevede due pompe di potenza che mandano carburante al motore attivando la seconda pompa quando necessario. Per incrementare ulteriormente l’efficienza la richiesta di carburante è controllata da un microprocessore su ogni pompa, rilasciando la quantità richiesta dal controllo motore in ogni specifico momento. Questo riduce l’energia necessaria per far funzionare le pompe benzina ed elimina lo spreco di eccessivo carburante trasportato e riscaldato nei condotti di benzina. Come omaggio alla tradizione decennale della Mercedes-AMG nel costruire motori a livello mondiale per auto sportive, l’M158 si fregia dello storico emblema AMG sul collettore d'aspirazione insieme al nome del tecnico cha lo ha assemblato a mano nella sede centrale Mercedes-AMG ad Affalterbach in Germania.

Il sistema di scarico in titanio è stato ingegnerizzato da MHG-Fahrzeugtechnik ed è un’applicazione diretta delle tecnologie racing su una vettura stradale ad alte prestazioni. Le giunzioni idroformate sono state sviluppate per ridurre la contropressione e garantire un flusso libero dei gas di scarico. Il titanio garantisce un peso limitato nell'area dei silenziatori mentre l’Iconel garantisce affidabilità sulle parti dello scarico più esposte ad alte temperature. Lo scarico completo pesa meno di 10kg (*) e la ricerca effettuata per garantire il massimo piacere sonoro si traduce in un boato profondo e armonico che lascia presagire l’ondata di potenza pronta a scatenarsi con un ruggito, accompagnato dal sibilo aeronautico generato dalle prese d’aria.

La potenza e l’enorme coppia vengono trasferite alle ruote tramite un cambio trasversale sequenziale sette marce ed una frizione bi-disco. L’adozione di una doppia frizione a bagno d'olio è stata scartata perché avrebbe comportato un aumento di peso di oltre 70 kg, vanificando il vantaggio di una cambiata di poco più rapida. Il cambio completo pesa 96 kg. Le sue ridotte dimensioni hanno permesso di limitare lo sbalzo posteriore, garantendo un comportamento più neutro in condizioni al limite e migliorando la sicurezza in caso di crash posteriore. Xtrac, già fornitore del cambio della Zonda R, è stata quindi la scelta naturale per lo sviluppo di un cambio stradale ad alte prestazioni. Per Huayra è stato realizzato un cambio sincronizzato che offre un livello di comfort elevatissimo unito ad una velocità di cambiata paragonabile a quella di un’auto da pista.

La geometria delle sospensioni è stata disegnata per valorizzare ulteriormente il comportamento preciso e senza esitazioni che ha reso famosa la Zonda, sull’interasse più lungo di Huayra. Le sospensioni indipendenti a doppio braccetto, forgiate in AvionAl, sono state lungamente testate sulla Zonda R. La loro lega, che offre una riduzione di peso del 30% rispetto agli allumini comuni, ha consentito di ottenere dei portamozzi leggerissimi. Quest’ultimi sono stati collegati a dei condotti di raffreddamento, che prevengono il surriscaldamento dei cuscinetti collegati ai mozzi, assicurandone una maggiore durata. Gli ammortizzatori registrabili Öhlins sono stati collegati ai gruppi ruota mediante appositi bilanceri, disposti secondo angoli che hanno ottimizzato le caratteristiche dinamiche della vettura.

In Pirelli che hanno sviluppato gli pneumatici P Zero, costruiti all’interno di “MIRS”, Modular Integrated Robotized System, il reparto dedicato alla produzione di pneumatici dalle altissime prestazioni e concepiti per assicurare il completo controllo del pilota. Sviluppati su misura per Huayra, trascendono lo stato dell’arte, adattandosi come mai prima d'ora a velocità superiori ai 370 km/h con forze laterali oltre 1,5 g.

Pensate a Huayra come ad un’ala, in grado di mutare attivamente il proprio angolo d’attacco variando l’altezza del frontale rispetto al suolo ed azionando in maniera indipendente i quattro flap disposti alle sue estremità. Il risultato è che la macchina modifica continuamente la propria sagoma, per garantire di volta in volta il minimo coefficiente d’attrito ed il massimo coefficiente di deportanza. A comandare questa sensazionale metamorfosi è una centralina, che riceve ed elabora informazioni su velocità, imbardata, accelerazione laterale, angolo di sterzata e posizione della farfalla, ed agisce in modo da ottenere un’auto dal comportamento neutro in tutte le condizioni, correggendo aerodinamicamente il rollio e la frenata. Grazie ad una scrupolosa ricerca fluidodinamica si sono potuti sfruttare i gradienti di pressione per generare flussi spontanei di estrazione dai radiatori. In particolare l’aria proveniente dal radiatore centrale viene estratta sia sul cofano anteriore che attraverso i passaruota, con un’angolazione tale da non sporcare il flusso che lambisce la carrozzeria, mentre l’aria proveniente dai radiatori laterali è incanalata nei condotti di raffreddamento dei dischi freno e dei portamozzi e soffia sui freni ad una temperatura di circa 50C riscaldandoli e migliorando quindi la prontezza del sistema nelle frenate iniziali. Le prese d’aria laterali dietro alle ruote anteriori generano una pressione negativa all’interno del passaruota, provocando un’estrazione efficace che abbassa il coefficiente di penetrazione aerodinamica e genera deportanza all’avantreno.

Il conducente troverà tutte le funzioni primarie sul volante. Le palette del cambio sono montate direttamente sullo sterzo quindi è possibile cambiare senza staccare le mani dalla corona del volante. I sedili assicurano comfort per i lunghi viaggi ma anche il supporto laterale date le enormi forze trasversali che la vettura è in grado di sviluppare. Guidare una Pagani significa guidare lo stato dell'arte senza dimenticare le radici e la storia. Lo sguardo non può non soffermarsi sui lacci in pelle e sugli interruttori a ogiva, per poi perdersi sul cambio manuale, lucente scultura che racchiude in sé progresso e tradizione. Il cruscotto in alluminio trae ispirazione dai più sofisticati orologi svizzeri ed include un display centrale multi-funzione che mostra le informazioni rilevanti guidando in modalità SPORT ed un computer di viaggio quando è selezionata la modalità COMFORT. La console centrale in alluminio è lavorata a macchina da un solo blocco di AnticorodAl e trae ispirazione dai tasti di un clarinetto, con pulsanti meccanici per il controllo dell’impianto di riscaldamento e condizionamento. Il touchscreen centrale ad alta definizione è il cuore del sistema multimediale del veicolo dedicato al controllo delle funzioni audio, navigazione satellitare, funzioni secondarie e telefono Bluetooth.

Press Release - PDF in Italiano (clicca qui!)

PAGANI Huayra

Ancient legends tell of Aymara Huayra Tata, god of wind, which controls the breezes, the winds and hurricanes that affect the mountains, ravines and slopes of the Andean cordillera. It is said that Tata Huayra living in the hills and valleys left them just to show his strength to his wife, Pachamama, the goddess of Mother Earth.

With its power, the god of the wind Huayra Tata may raise the waters of Lake Titicaca and turn them into rain that pours on the fertile Pachamama. Tata Huayra When resting, the waters are calm and the rivers. But the calm before the storm is about to be discontinued ...

DESIGN

Inspired eternity element air. Delicate and ethereal, yet capable of eroding the most resistant materials, giving them the forms that we recognize in nature. Elegant, muscular, Huayra combines past, present and future in the timeless art automotive interpretation. The style of the car has been perfected over five years to give each line a clear beginning and an equally clear view.

Hundreds of drawings, scale models and eight two-size, that even keeping the basic design concept, we have gradually refined the shape and substance. This was achieved through meticulous attention to detail that has resulted in a continuous and exhausting search for proportion and elegance.

The bi-xenon headlights, a prestigious heritage of the Zonda R and LED daytime running lights are harmoniously integrated into the elliptical shape of the mouth front. The integrated rear bumper diffuser dominated by an elliptical frame that surrounds and enhances the four tailpipes, a symbol of continuity and a characteristic feature of the mark Pagani.

SPINE

The all-new monocoque central Huayra is built in carbon-titanium, with its gull-wing doors that include a good portion of the roof. The research focused on the application of advanced composite materials and technologies first tested on the Zonda R, to achieve the highest levels of rigidity combined with maximum lightness.

The tank is positioned in the most protected of the camper behind the pilot, reinforced by a safety cell made of different composite materials and ballistics. The semi-chrome-moly frames provide a stiffness to weight ratio allowing the suspension to work exceptionally well and to incorporate an advanced absorption of energy, ready to protect occupants in case of impact.

The constant quest for weight reduction has led to an ingenious combination of aesthetic, structural and otherwise. One example comes from the pipes of the cooling and air conditioning: the ambitious choice of integrating them into the monocoque structure has rendered superfluous the inclusion of additional components. The result of the reduction program is summed up in a vehicle weight of 1350 kg which makes lighter Huayra the supercar segment.

HEART

Mercedes-AMG provides the heart of Huayra. The 12-cylinder biturbo engine with 60 ° V? with 5980 cm3 has been developed to meet not only the technical application and the strictest quality aspects, but also to give the car its dual character. The calm and harmony that are perceived to drive one of GT's finest today are interrupted when the pilot called Huayra to unleash its power over 700 hp and a torque of over 1000 Nm

The turbines are designed to offer an immediate response to the minimum stress of the butterfly, giving the driver complete control over the power at any speed and preventing unwanted delays in disbursement. The two radiators on the sides of the mouth anterior ensure the best cooling efficiency of the intercooler located above the cylinder head. This cooling system at low temperature is designed to operate in adverse conditions of Death Valley with temperatures above 50 ° C.

The dry sump lubrication also feeds the engine when the car is subject to extreme lateral accelerations. Also regulates the oil flow so that only the required quantity of lubricant is pumped into the engine from the external tank, reducing the friction caused by an excessive volume of fluid inside the base. The dry-sump oil pan makes obsolete the conventional one, allowing you to mount the engine and have a lower center of gravity away from less land.

A heat exchanger oil / water reduces engine warm during cold start and keeps the refrigerant and lubricant temperatures stable. Extensive weight reduction programs have resulted in simple yet ingenious solutions. In order to limit as much as possible to pipe connections and the expansion tank is mounted directly on the engine.

Bulkheads intercooler act as reservoirs of the expansion of low-temperature circuit and the engine coolant circuit. The M158 engine is certified to the strictest environmental regulations and EU5 LEV2 and, despite a significant increase in power compared to engine developed by Mercedes-AMG in the past for Pagani, fuel consumption and thus CO2 emissions have been killed so that Huayra holds the record among female athletes to 12 cylinders, with values close to cars on the market of displacements and lower powers.

The large 85-liter tank ensures a longer range travel. The power system in two stages with no return has two power pumps that send fuel to the engine by activating the second pump when needed. To further increase the demand for fuel efficiency is controlled by a microprocessor on each pump, releasing the required amount from the engine control at any particular time.

This reduces the energy needed to operate the fuel pump and eliminates the waste of excessive fuel transport and heating ducts of gasoline. As a tribute to the decade-old tradition of Mercedes-AMG to build engines in the world for sports cars, the M158 boasts the historic AMG emblem on the intake manifold along with the name of the technician cha has hand-assembled at the headquarters Mercedes-AMG Affalterbach to Germany.

The titanium exhaust system has been engineered by MHG-Fahrzeugtechnik and is a direct application of technologies racing on a high-performance road car. The hydroformed junctions have been developed to reduce the pressure and ensure a free flow of exhaust gases. Titanium offers a limited role in the silencer while offering reliability Iconel exhaust parts most exposed to high temperatures.

The full exhaust system weighs less than 10 kg and research undertaken to ensure maximum pleasure sound translates into a harmonious and deep roar that portends a wave of power ready to erupt with a roar, accompanied by the hiss generated by aircraft intakes' air.

FEET

The power and enormous torque is transferred to the wheels via a seven-speed sequential gearbox cross and a dual-disc clutch. The adoption of a dual-clutch in oil bath was discarded because it would lead to an increase in weight over 70 kg, negating the advantage of a changed little faster. The entire transmission weighs 96 kg.

Its small size made it possible to reduce the rear overhang, providing a more neutral behavior in extreme conditions and improving safety in the event of a rear crash. Xtrac, already supplies the changing of the Zonda R, was therefore the natural choice for the development of a road exchange high performance. For Huayra was made a change that provides a level of comfort combined with a high rate of change comparable to that of a car on the track.

The suspension geometry was designed to further enhance the behavior accurately and without hesitation he made famous the Zonda, the entire Huayra longer. The independent suspension with double arm, forged Avional were tested at length on the Zonda R. Their league, which offers a weight reduction of 30% compared to the common aluminum, has led to some of the lightest uprights.

These were connected to the cooling ducts, which prevent overheating of the bearings connected to the hubs, thus prolonging life. Öhlins adjustable shock absorbers have been linked to groups with special wheel pivot, arranged in the corners that have optimized the dynamic characteristics of the car.

"Power is nothing without control" following this famous slogan, Pirelli engineers have been faced with the demanding task of combining a perfect grip, and an exciting driving experience less rolling resistance to reduce CO2 emissions . It is in Pirelli P Zero tires, developed, built inside "MIRS" Modular Integrated Robotized System, the department dedicated to producing high-performance tires and designed to ensure complete control of the pilot.

Designed to fit Huayra, transcend the state of the art, suitable as never before at speeds above 370 km / h with lateral forces than 1.5 G.

SKIN

Think Huayra as a wing, able to actively change its angle of attack by changing the height of the front from the ground and operating independently of the four flaps placed at its ends. The result is that the machine constantly change its shape, from time to time to ensure the minimum friction coefficient and the maximum downforce.

A commanding this unit is a dramatic metamorphosis, which receives and processes information about speed, yaw rate, lateral acceleration, steering angle and throttle position, and act so as to obtain a car from neutral behavior in all conditions, the correct aerodynamic roll and braking.

Thanks to a thorough search it was possible to exploit the fluid pressure gradients to generate spontaneous flow of extraction from the radiators. In particular, the central air is extracted from the radiator is on the bonnet and through the arch, an angle that does not contaminate the stream that flows around the body, while the air from the radiator side is channeled in the cooling ducts of brake discs and hubs, and breathe on the brakes at a temperature of about 50? ° C heat and thus raise the initial speed of the system during braking.

The side air intakes behind the front wheels generate a negative pressure inside the wheel, causing a draw that effectively lowers the coefficient of aerodynamic drag and downforce generating front. The shape of the two air intakes engine, behind the backs of the occupants, is a tribute to the most advanced supersonic aircraft of the '50s and '60s.

The connection for the exchange of the radiator is positioned behind the glass window above the engine, where a conveyor feeds the appropriate carbon heat exchanger without having a substantial impact on friction aerodynamics. To meet the design specifications on downforce has recreated a low turbulence flow at the top of the car to work the best two back flap, perfectly integrated into the body, thus generating a negative lift further amplified by two areas of strong negative pressure created from the bottom and rear diffuser.

MAN-MACHINE

As soon as the doors close Huayra transports its occupants to a new dimension, a world of meaning, to satisfy and surprise the sight, smell, touch and emotion. The driver will find all the primary functions on the steering wheel. The paddles are mounted directly on the steering gear so you can change without taking your hands off the steering wheel.

The seats provide comfort for long journeys but also the lateral support given the enormous lateral forces that the car is able to develop. Driving means driving a Pagani state of the art without forgetting the roots and history. The eye can not dwell on the leather laces and a spinner on the switches, then lost the manual transmission, shiny sculpture that embodies progress and tradition.

The aluminum panel was inspired by the most sophisticated Swiss watches and includes a central multi-function display that shows information relevant driving in sport mode and a trip computer when you select the Comfort mode. The center console aluminum is machined from a single block of anticorodal and inspired by the keys of a clarinet, with push buttons for controlling the heating and air conditioning.

The central touch screen high-definition multimedia system is the heart of the vehicle for the control of audio functions, satellite navigation, Bluetooth phone and secondary functions.

ON THE ROAD

Over the past four years we have conducted our tests with prototypes for over five hundred thousand kilometers. Before entering the U.S. market we will have one million tracks. Each prototype was assigned to a specific development: Mercedes-AMG uses one for the study of driving and one for the reduction of emissions of the engines, and a third car is constantly at Bosch Engineering to implement ABS, stability advanced and systems performance improvement, while another vehicle is dedicated to the development of exchange and the dynamic behavior.

SAFETY

The car fully respects the most exacting standards of Europe and the United States in terms of safety and environment. In addition, specific research has been conducted to study the dynamics most often involving this type of car accident. Several cars were used to validate these tests. The survey showed that the evaluations have led us to apply concepts of construction not specifically required by law but how to improve occupant protection.

TECHNICAL DATA

- Engine: Mercedes-AMG V12 Bi-Turbo M158

- Displacement: 5980 cc

- Power:> 700cv

- Torque:> 1000 Nm

- Transmission: 7-speed sequential cross. AMT robotic system with driving programs

- Length: 4605mm

- Wheelbase: 2795mm

- Height: 1169mm

- Width: 2036mm

- Dry weight: 1350 kg

Prezzo:

Benzina:

6.0 V12 Bi-Turbo (730 CV):

Huayra : 1.461.560€

------

Finalmente ecco la Huayra!

Dietro mi piace infinitamente piu che davanti!

Edited by Touareg 2.5

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi piace un botto!!! fatta eccezione per i fari che hanno una sagaoma insensata (a me sembra un petalo di fiore) e sembrano degli elementi posticci come se fosse ancora un muletto.. boh...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tecnicamente sarà senz' altro ineccepibile... gli alettoni/aerofreni adattivi autonomi nella coda e sul muso di derivazione aeronautica sono una gran bella trovata per una macchina ''di serie''... esteticamente però non mi sembra abbiano fatto un gran lavoro dato che come dice Horacio nel quarto teaser si sono presi ben 7 anni ( vabè che per lo stile hanno usato meno tempo ma già in due o tre anni qualcosa di nuovo, diverso da una zonda, ma sempre in linea con lo stile Pagani... salta fuori ), le superfici sul side sono inguardabili per non parlare poi dei fari che sembrano presi e attaccati li senza alcun senso...

P.S. Da questa foto il posteriore mi sembra ricordare abbastanza le proposte Pininfarina per la Enzo :D

sans20titre14.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

va beh, la pagani non è mai stata un esempio di alto design anzi.....però la zonda era la prima...visto che si è deciso di afre un secondo modello un minimo di attenzione allo stile lo si poteva pure mettere....

Share this post


Link to post
Share on other sites

:idol:bè aspetto di vedarla dal vivo(non sarà facile, su strada la zonda lo vista 2 volte una grigia e una arancione) in foto mi piace e anche tanto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By Touareg 2.5
      Messaggio Aggiornato al 04/06/2015

      Auris









      Auris Touring Sports



















      carscoops



      Press Release:

      Toyota
      Prezzi:


      Touring Sports

      ------
      Al momento non mi fa impazzire, anche se di certo migliora.
    • By Beckervdo
      Pagani presenta la nuova Pagani Huayra Roadster BC, realizzata in appena 40 esemplari (tutti già venduti). L'ultima creazione di Horacio, ha una nuova vasca in carbonio che abbatte la massa complessiva di 120 kg ed al contempo aumenta la rigidità strutturale. La nuova Pagani Huayra Roadster BC ferma l'ago della bilancia a 1250 kg in ordine di marcia. 
      Anche il motore, il V12 6.0 litri TwinTurbo realizzato appositamente da AMG su specifiche Pagani, è stato rivisto: ora eroga 802 CV e 1050 Nm di coppia.
      La trasmissione è stata rivista nuovamente da Xtrac ed è a 7 rapporti semi-automatici.
       
      Anche la carrozzeria è stata rivista, con un carico aerodinamico generato a 280 km/h che arriva a 500 kg; questo grazie ad un nuovo splitter anteriore - più largo - nuovi canards, nuove bandelle sotto porta, nuovi camshell e nuova ala posteriore fissa. Ovviamente non manca un nuovo diffusore posteriore che racchiude il nuovo sistema di scarico con ben 6 uscite (4 centrali come da scuola pagani e 2 soffianti all'interno dell'estrattore).
      Per ora pagani non dichiara le prestazioni assolute della Pagani Huayra Roadster BC, ma tende a sottolineare che è in grado di esprimere un'accelerazione longitudinale di 2.2 G (lo stesso in frenata) ed una laterale di 1.9 G.
       


       
       
      Topic Spy --> https://www.autopareri.com/forums/topic/65041-pagani-huayra-bc-roadster-spy
       
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.