Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

batterie-motore-centralina-ev.jpg

Cito un recente articolo di Quattroruote:

[...] L'ente federale degli Stati Uniti per la sicurezza e il traffico, l'Nhtsa, ha infatti annunciato di voler proporre "regole che proteggano i pedoni, in particolare non vedenti, da incidenti che coinvolgano auto elettriche e ibride".

A fine 2014. In pratica, l'adozione di segnalatori acustici che avvertano i pedoni dell'avvicinarsi di un veicolo potrebbe diventare obbligatoria su tutte le auto capaci di muoversi in modalità puramente elettrica, quindi anche su molte ibride. [...]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Immaginatevi il suon dell'auto regolabile come le suonerie dei cellulari, un giorno mettete il Busso, un'altro il V8 di Maranello, poi il bicilindrico della trabi, ecc... :D :D :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non saprei...personalmente non mi pare una mossa così intelligente. I non vedenti solitamente girano con i cani o accompagnati e cmq sono una ristretta minoranza. Penso all'inquinamento acustico che c'è nelle nostre città e penso che uno dei pregi maggiori delle autoelettriche sarebbe quello di eliminarlo o cmq di ridurlo di molto. A questo punto se dobbiamo avere auto elettriche che ronzano..non capisco l'utilità; che poi da farle ronzare a fargli fare i rumori più coatti il passo è breve e allora siamo da capo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che un rumore discreto e calibrato ci possa stare, sicuro non crea lo stesso tipo d'inquinamento acustico che fanno le auto con motore a scoppio.

Pensare alla differenza che c'è già tra un diesel ed un benzina di un'auto seg.b/c... Inoltre da ferme non emetteranno sound, al crescere di velocità invece vi sarà probabilmente un aumento di frequenza e volume, ma sicuramente più lineare di quello che capita su un motore a combustione che cambia regime ad ogni cambiata. C'è rumore e rumore insomma, non per forza deve compromettere la qualità della vita in città come capita con le auto attuali, specie poi se continueranno ad esserci anche le auto normali.

La problematica la conosco abbastanza bene visto che tra cantieri e fabbriche mi capita di sentire piattaforme elettriche, muletti e carrelli elettrici: i più recenti in manovra hanno un buzzer (e cicalino in retro) altrimenti veramente se stai facendo qualcosa di discretamente rumoroso non li senti e te li trovi pericolosamente vicini in un attimo.

Altra esperienza che mi capita di frequente a Vicenza con i furgoncini elettrici del comune: nelle stradine della ZTL rischi di non sentirli, men che meno in mezzo alle altre auto... :shock:

Share this post


Link to post
Share on other sites
e io che mi domandavo come sono fatte le auto ELITTICHE:pen:
Sei molto analitico, la modalità "pilota automatico" non mi avrebbe mai permesso di notare la differenza... E sono in buona compagnia mi pare... :mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altra esperienza che mi capita di frequente a Vicenza con i furgoncini elettrici del comune: nelle stradine della ZTL rischi di non sentirli, men che meno in mezzo alle altre auto... :shock:

Ma quella e' una feature per eliminare i foresti :D

Tornando al tuo discorso, non so... da una parte penso che in effetti potrebbe essere utile, dall'altra, per i non vedenti e' anche vero che di solito hanno un udito molto piu' sensibile, e forse gia' il rumore proprio della macchina, piu' il rotolamento dei pneumatici potrebbe essere sufficiente.. forse a bassissima velocita'... capisco anche il discorso del cicalino, ma appunto di solito si tratta di veicoli a bassissima velocita', quindi non riesci a sentirli perche' non senti nemmeno il rumore dei pneumatici.. in manovra invece ci sta tutto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Altra esperienza che mi capita di frequente a Vicenza con i furgoncini elettrici del comune: nelle stradine della ZTL rischi di non sentirli, men che meno in mezzo alle altre auto... :shock:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By J-Gian
      L'auto elettrica è ormai un qualcosa sulla bocca di tutti:
       
      i media ne parlano ad ogni occasione in cui si fa riferimento alle novità del settore; i costruttori mostrano e lusingano con nuovi modelli, anche se spesso poco abbordabili ed all'antitesi dell'ecologia (SUV di lusso, enormi e pesanti);  la politica spinge incentivando, con quelli che ritengono essere contributi green e penalizzando le emissioni locali del sistema trasporti su gomma (Limiti CO2 in UE: un affare da 34 miliardi di Euro); tra la gente, si dibatte sull'effettiva ecologicità dei mezzi elettrici, quasi certa a livello di emissioni locali, ma molto più dubbia per ciò che concerne l'elettrico a tutto tondo, ovvero dalla produzione allo smaltimento dei mezzi stessi, non senza trascurare il problema della produzione e distribuzione dell'energia elettrica.  
      Ma fino ad ora non ci si era ancora soffermati abbastanza, sull'impatto che l'elettrificazione dei trasporti avrebbe avuto a livello industriale, sociale (occupazione) e quindi economico. 
       
      Vediamo un po' cosa sta succedendo, citando alcuni articoli che affrontano il fenomeno: 
       
      Fonte: https://www.formulapassion.it/automoto/mondoauto/audi-tagliera-oltre-9000-posti-di-lavoro-469374.html
       
      Fonte: https://www.ilsole24ore.com/art/daimler-l-auto-elettrica-non-fa-tornare-conti-a-casa-mille-manager-ACmBy0y
       
      Fonte: https://www.ilsole24ore.com/art/auto-crisi-diesel-colpisce-240-aziende-e-25mila-lavoratori-ACnThKu
       
      Fonte: https://www.ilsole24ore.com/art/crisi-diesel-tedescha-mahle-chiude-due-fabbriche-piemonte-AC1dF7t
       
      Fonte: https://www.ilsole24ore.com/art/crisi-diesel-620-esuberi-bosch-bari-ACINpKV
       
       
      Prima di passare la parola a voi, concludo evidenziando come già in passato, molte delle trasformazioni epocali abbiano comportato grossi cambiamenti e sacrifici.
       
      Quello che è importante capire però, è se ci si stia imbarcando verso un investimento veramente valido ed utile, che porterà ad un nuovo equilibrio, oppure se ci sia il rischio che il tutto si trasformi presto in un fuoco di paglia, con conseguenti ceneri ed emissioni... Metaforiche e non...
       
       
    • By Beckervdo
      Al Guangzhou Auto Show 2020 Lexus presenta la UX Full Electric che sarà in vendita in Cina, Giappone ed Europa.
      Esteticamente non è tanto dissimile dai modelli con motore termico, difatti al posto del tappo carburante abbiamo l'ingresso per la presa di ricarica.
      L'auto è stata abbassata di 20 mm, così da migliorarne l'aerodinamica.
      Sull'asse anteriore è presente un motore elettrico da 150 kW / 204 CV ed 300 Nm che è alimentato da una batteria agli ioni di litio presente sotto al pianale, con una capacità di 54.3 kWh. L'autonomia dichiarata per ciclo NEDC è di 400 km. I tempi di ricarica sono di 50 minuti (100% SoC) con un caricatore da 50 kW o 7 ore con un caricatore domestico da 6.6 kW
      La massa della Lexus UX 300e si attesta a 1900 kg ed ha un reparto sospensivo specificatamente progettato per la massa aggiuntiva. 
       
       
      Cartella stampa Lexus
       
      Via Lexus


























×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.