Vai al contenuto

Messaggi Raccomandati

Buongiorno, sono ufficialmente tra gli ibridati a GPL, ritirata stamattina. Userò questo thread per mostrarvi l'installazione dell'impianto Romano Gas sulla mia Auris e riportare consumi, costi e prestazioni ottenute.

Ma prima di spararvi le foto dell'installazione, vi posto qualcosa che non mi aspettavo così com'è: la garanzia. Visto che sono diffuse le preoccupazioni par le conseguenza sui nostri motori, inesistenti per quanto ci risulta perchè qua nessuno è in cerca di grane e abbiamo a lungo fatto screening delle ibride gasate sul nostro forum ibrido, è argomento particolarmente importante.

Praticamente Romano Gas applica una garanzia in estensione a quella di legge, di 3 anni totali. Nel documento di garanzia, che non pubblico per privacy sui dati, è specificata solo la data di scadenza a 3 anni dall'installazione e nessun riferimento ai km, come fosse a km illimitati. Chiamo nel pomeriggio per chiedere conferma.

Il bello è che la garanzia non copre solo l'impianto, ma anche tutti quei particolari dell'auto la cui garanzia della casa madre decade per effetto della modifica. Le parti intaccate dall'impianto sono anche esplicitamente specificate e garantite, le trovate nei fogli che allego. Come si vede, testata, valvole, sedi valvole, etc... sono tutte esplicitamente garantite. Anzi, la lista è lunga, c'è anche il catalizzatore!

In più, come da domanda di qualcuno, viene fornita l'assistenza stradale gratuita per quei guasti causati dall'impianto GPL che l'assistenza stradale della Toyota non coprirebbe.

Sono abbastanza stupito, ovviamente piacevolmente, della completezza della garanzia. Resta da chiarire la storia del chilometraggio che non ho trovato da nessuna parte a meno mi sia sfuggito. Vi dirò in seguito

aioGZqx.jpg?1

Di seguito l'esplicita indicazione che la garanzia interviene per tutti quegli eventuali danni che la garanzia della Toyota non coprirebbe perchè legati all'installazione dell'impianto:

st90j7k.jpg

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Interessante. Una curiosità: e in caso di guasto all'estero? C'è qualche convenzione per la garanzia?

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Confermato quello che risultava dal mio documento di garanzia con i dati dell'auto: 3 anni di garanzia su impianto e su tutto ciò che Toyota non coprirebbe, come da post precedente, a km illimitati.

Il che è significativo, visto che una sola di quelle voci costerebbe un pacco di soldi.

C'è da dire che approfondendomi su cosa fanno oggi le centraline degli impianti piu sofisitcati, inizio a capire il perchè di tanta sicurezza....

La garanzia e l'assistenza stradale gratuita vale per tutta la UE, San Marino e Stato vaticano, con numero telefonico dedicato.

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Ottimo topic per confrontarlo con il mio sulla delta ecochic. ;)

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

L'impianto:

Una descrizione accurata dell'impianto può essere trovata qui in questa presentazione:

http://www.romanoautogas.eu/images/Romano%20ECU_LCB1.pdf

Già dallo sheet si può dedurre l'alta interattività tra la centralina dell'impianto e la centralina originale Toyota, sulla quale prende il comando la centralina del gas propinandogli parametri ad hoc per ottenere la miglior combustione del gas.

Le prove sperimentali per l'ottimizzazione sono state fatte sull'esemplare prototipo del rivenditore di Monza di Romano, in modo che l'impianto che mi è stato montato ha funzionato impeccabilmente già dal primo momento in cui l'ho ritirata.

Ho fatto pochi km, ma l'impressione è che i continui spegnimenti del termico, ad ogni sollevamento piede dell'acceleratore, e relativa riaccensione, siano ancora più morbidi e inavvertibili dell'originale a benzina! Sono molto soddisfatto, se solo penso ai diversi impianti a gas che ho fatto nel passato...

Le riaccensioni in marcia e accensioni da fermo, se la temp. acqua è superiore a 28° sono tutte a gas e basta.

L'impianto è ovviamente dotato di micro-iniettate che intervengono a date combinazioni di RPM-Carico motore-Tempo di iniezione, che corrispondono ai momenti di sforzo più gravoso.

Il serbatoio toroidale l'ho scelto di buona capacità, 630 x 180 mm da 41 lt, ma non più grande per non alzare il piano di carico. Risultato è che il pianale si è alzato di meno di 10 cm ed intorno al serbatoio possono essere posizionati crick, kit gonfiaggio, etc.. etc...

Nella foto non compare il doppio pianale rigido che ho lasciato in garage e che nella posizione alta rende il piano di carico a filo dei sedili abbattuti, annullando lo scalino che si vede in corrispondenza dei sedili abbattuti.

pdqptjc.jpg

uvh6h6B.jpg

Kp6lXcN.jpg

51woGIi.jpg?1

9jCvEPJ.jpg

--------------------------------------------------------

Botta di conti, da verificare:

Rapido calcolo convenienza stimato dal banner "prezzibenzina" di Autopareri di oggi:

benza = 1,738 Euro/lt ; Gpl = 0,725 Euro/lt (fatto oggi pieno a 0,664 Euro/lt a Napoli)

Aumento consumo comprensivo di accensioni a freddo e micro-iniezioni (variabile) = + 25%

A benza:

Mio consumo 6 mesi estivi = 3,95 lt/100km (Autonomia 660 km circa)

Presunto consumo invernale = 4,2 lt/100km

Media annuale = 4,1 lt/100km

Percorrenza annua = 28,000 km

Costo annuo benzina = 1995 Euro

Costo GPL = 1040 Euro

Risparmio all'anno = 954 Euro

Previsione di tenere l'auto da 5 a 10 anni, media 7-8

Costo registrazione valvole ogni 30,000km = Nessuno, punterie idrauliche a recupero automatico

Costo cambio filtro gassoso ogni 30,000 km = Nessuno, filtro mancante, iniettori speciali

Costo tagliandi controllo ogni 30,000 km = gratuiti da Romano, eventuale pulizia iniettori se sporchi.

Revisione bombola = ogni 10 anni

Nessun costo di manutenzione in teoria prevedibile.

Garanzia totale 3 anni a km illimitati su impianto e su particolari non coperti da Toyota

Costo impianto, IVA e tutto compreso, anche il collaudo e aggiornamento libretto = Euro 1000, a Napoli in fabbrica.

- - - - - - - - - - AGGIUNTA al messaggio già esistente - - - - - - - - - -

Ottimo topic per confrontarlo con il mio sulla delta ecochic. ;)

Cavolo Popy, ma quanto consuma la tua delta! :D

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Mi incuriosisce il fatto che non abbia il filtro GPL.

1000€ di impianto su 4L a ciclo Atkinson sono giusti per un impianto ad iniezione sequenziale gassosa e fasata.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

La mancanza del filtro incuriosiva anche me, anche perchè è un oggetto che costa poco e cambiarlo periodicamente non era certo un gran costo. Ma una foto recente di una nostra Auris 2010 ibrida a GPL della marca EMER con 60,000 km sul groppone e il filtro pulito come nuovo di pacca mi aveva fatto pensare che forsea poco serviva. A domanda Romano mi ha detto che quel filtro da solo fastidio ai flussi, e se per caso cattura qualcosa manda a pallino la regolarità di marcia e i clienti iniziano a farsi le paranoie, e quindi loro hanno sviluppato degli iniettori robusti alla sporco e con geometria che permette in pochi istanti di smontarli e ripulirli.

Non ho ben capito il tuo commento sul costo dell'impianto, io ancora non ci credo rispetto ai prezzi che ho visto in nord-Italia.... anzi a dirla tutta, in zona lombarda a dei nostri iscritti, per lo stesso impianto Romano , hanno chiesto esattamente il doppio...

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Preciso meglio la storia dei filtri.

di filtri ce ne sono di due tipi in un impianto gpl. Uno in corrispondenza dell'uscita del serbatoio, che filtra le schifezze del GPL ancora liquido, e che c'è anche nell'impianto Romano, ci mancherebbe, e l'altro è un secondo filtro per la fase gassosa dopo l'espansione, giusto prima di entrare negli iniettori. Quello che Romano ha abolito è quello della fase gassosa, non è che l'impianto non ha filtri.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Ciao, sono di Napoli e molto interessato alla tua trasformazione. È possibile fare lo stesso con il Metano? È disponibile un kit della Romano con la stessa garanzia del tuo?

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

iao burocrate, di che auto parli? Questa è un'ibrida elettrica e c'è qualche problema omologativo in più, ma se hai un'auto normale a benzina non c'è problema. Per ora a metano per auto ibride non c'è possibilità con Romano, se no lo avrei fatto anch'io.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da xtom
      La notizia è di un paio di mesi fa, ma l'ho scoperta solo oggi tramite un articolo su La Stampa
       
      http://www.lastampa.it/2017/12/26/motori/ambiente/auto-ibrida-e-a-gpl-la-trasformazione-doppio-risparmio-si-pu-fare-BQLlC6SbKbx45IBXvRWIXN/pagina.html
       
      La Toyota ha lanciato in Giappone un Taxi ibrido alimentato a GPL, che percorre quasi 20 Km/l, per capirci oltre 30 Km con un euro.
       
      https://newsroom.toyota.co.jp/en/detail/mail/19173376

      La notizia mi sembra molto interessante, perché dimostra che anche un'azienda giapponese tecnologicamente evoluta come Toyota, non trascuri l'alimentazione a gas, per ridurre le emissioni ed i consumi.
       
      La Mirai è probabilmente l'automobile di serie più evoluta, con celle a combustibile alimentate ad idrogeno che producono l'energia per i motori elettrici. Tuttavia è ancora troppo futuristica per essere l'auto di tutti i giorni, come invece può essere un taxi ibrido a GPL. 
       
      La tecnologia ibrida da il meglio nei percorsi urbani, mentre l'alimentazione a gas è il complemento ideale per i percorsi extraurbani. Entrambe suppliscono a vicenda alla ridotta utonomia che hanno rispetto ai più inquinanti carburanti liquidi.
       
      L'ibrido a gas non è una novità, esistono dei pionieri che hanno montato un impianto a metano sulla loro Prius, ottenendo percorrenze da record, con basso impatto ambientale.
       
      Anche FCA ha studiato l'ibrida a gas metano 

       
      ma Toyota ha portato la soluzione alla produzione in serie, per veicoli che macinano molti km e devono essere ecologici ed affidabili.
       
      Esistono molti modi per realizzare un ibrido gas-elettrico, dalla conversione a gas delle mild hybrid come alcune Suzuki, passando per il Taxi Toyota, fino ad arrivare all'elettrica alimentata con supercondensatori ricaricati da una turbina a gas, un prototipo visto più di vent'anni fa al salone dell'auto di Torino ...
       
      La tecnologia per sostituire i combustibili liquidi esiste, basta solo avere il coraggio di produrla in serie, come ha fatto Toyota, senza farsi prendere dalla smania dell'elettrico a tutti i costi.
       
      E voi la comprereste un'ibrida a gas?
       
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.