Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
Ario_

TRE D Dukic - La verità sui FAP e DPF? O trovata commerciale / promozionale?

Recommended Posts



Quanto dice sugli antiparticolato in parte è vero, già in parecchi avevano lamentao il fatto che si limitano a dimiuire la dimensione del particolato senza eliminare il problema. Ed è vero che danno problemi.
Ma questo Dukic DayDream non si capisce cosa sia e come funzioni.
Qualcuno ne sa niente? Commenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sa di boutade.

Se esistesse un rimedio così semplice, volete che nessuno dei centri ricerca delle case automobilistiche non ci sia mai arrivato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ario_ scrive:
Ma questo Dukic Day Dream non si capisce cosa sia e come funzioni.

 

Il punto è proprio questo: funziona? :)

A voi non ricorda un certo dispositivo che prometteva abbattimento di consumi di metano, benzina, gasololio, con il collegamento di una bobina ad una presa della corrente? :gratta:

 

Non voglio insinuare assolutamente nulla, ma l'analogia è innegabile e meriterebbe una spiegazione, io non saprei darvi risposta in merito alle differenze.

Altra curiosa coincidenza (ripeto, non voglio insinuare nulla, riporto solo un fatto curioso e documentato) che il 07/10/2002 Mirko Eusebi, Ivana Ferrara e gli altri vertici della TUCKER vengono arrestati (Alcune fonti: Striscia la Notizia, corriere.it, Federconsumatori Rimini).

Leggendo il brevetto (qui o qui) di questo prodotto della Dukic Day Dream si evince come la data deposito brevetto (Date of filing) corrisponda al 11/10/2002.

Date curiosamente vicine, ma molto probabilmente solo solo coincidenze dovute al caso: è una cosa particolare ma statisticamente capita.

Il sito del produttore è questo: Dukic Day Dream

 

Da quel che vedo accedendo al sito, mi pare di capire che il loro modus operandi sia quello di "accusare" i produttori di filtri antiparticolato, primo fra tutti Pirelli, che a quanto pare aveva il monopolio in Italia per certi tipi di filtro... E sostenerne la loro inefficacia.

 

Allora, circa l'inefficacia penso ci sarebbe mooolto di cui discutere, per arrivare forse ad un nulla di fatto... Al momento!

Sappiamo infatti che i filtri antiparticolato bloccano efficacemente un elevato quantitativo di PM10 ed anche particelle di misure inferiori, ma non sappiamo esattamente cosa e quanto sia dannoso ciò che esce durante la rigenerazione. Alcuni sembrano aver già capito tutto (cercate Stefano Montanari), dando per assodato il risultato ciò che esce dai filtri (tutti i tipi?)... Altri (http://files.meetup.com/206829/agip-nanopolveri%20durante%20RIGENERAZIONE.zip) ancora sembrano non azzardare conclusioni definitive, dimostrando nel dubbio, i vantaggi di un certo tipo di combustibile.

 

Riguardo la questione "monopolio" non mi pronuncio perché m'interessa relativamente, il caso è stato riportato anche dal Codacons, quindi vi rimando al link per farvi un'idea in merito.

 

Ma torniamo a Dukic Day Dream ed ai suoi prodotti. Personalmente dicevo, noto un focus per le questioni di cui sopra piuttosto che impegnarsi nella pubblicizzazione e sostegno dei loro prodotti "miracolosi": una spiegazione tecnica dei principi di funzionamento sarebbe gradita, così come una documentazione riguardante i test condotti con dati e spiegazioni delle condizioni di contorno degli stessi.

 

Invece di dati ce ne sono pochi, il brevetto che potete trovare qui (scaricatevi anche il pdf con i dettagli) mi ha fatto sgranare gli occhi incredulo. Una bobina elettrica circonda la condotta del carburante, la quale pare avere un andamento spiralato simile a quello di un distillatore. Sembra essere fatta pure di rame, o comunque metallo.

Ne esistono di varie misure a seconda dell'applicazione, sono quasi tutte alimentate in continua, ma per i gruppi elettrogeni esiste anche una versione alimentata con i 400 V trifase.

 

Stando al dichiarato, sembrano avere dell'incredibile i risultati ottenuti, cito d'esempio la versione per camion:

Cita
RISPARMIO CARBURANTE

OTTENUTO FINO AL 11%

ABBATTIMENTO EMISSIONI

NOCIVE FINO AL 91%

AUMENTO DELLA POTENZA

DEL MOTORE FINO AL 20%

 

Con buona pace dei i principi della termodinamica, i quali vengono miracolosamente sovvertiti dal compenso energetico di un campo magnetico, il quale ovviamente si genererebbe a gratis dall'alternatore.

 

E' tutto molto strano, senza chiarezza ci vuol del coraggio a lamentarsi del fatto che non gli omologano il prodotto? :roll:

Mi stupisco pure che il TG 1 gli dia spazio in una rete pubblica.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Insomma mi "magnetizza" (se mai si può magnetizzare) il carburante per farlo rendere di più. Io lo liquiderei come fesseria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Insomma mi "magnetizza" (se mai si può magnetizzare) il carburante per farlo rendere di più. Io lo liquiderei come fesseria.
Che poi... Praticamente in tutti i diesel e motori con iniezione elettronica succede già che il carburante venga sottoposto (involontariamente e senza conseguenze) a campi magnetici piuttosto intensi...

Guardate a titolo d'esempio l'animazione sotto: il carburante volente o nolente attraversa il campo generato dal solenoide che apre l'ago dell'iniettore :)

Injector3.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

quel prodotto è una cavolata colossale!!! Se bastasse una bobina per ridurre le emissioni perchè i costruttori si arrovellano tanto con elettronica, cat, dpf, ecc..??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho ancora avuto tempo di guardare il filmato, ma da come lo descrivete sembra l'ennesimo ritorno a galla di una vecchia truffa/bufala, ovvero quella del campo magnetico applicato al carburante che diminuirebbe i consumi.

Ecco due classiche incarnazioni di questa bufala:

- i magnetini da montare sul tubo della benzina, prima del motore

Versione e-bay 1768_2.JPG

versione fai-da-te :lol: :lol:magnetiGpl.jpg

- il famigerato "tubo Tuker"

C_35_news_3404_GroupNews_listatakes_itemTake_4_fotoposizione_foto.jpg

Caso tubo miracoloso Tucker: cinquantatr rinvii a giudizio - Motori - Repubblica.it

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti sono nuovo del forum, mi sono iscritto dopo aver letto le vostre perplessita' sula questione del dispositivo Tre D della Dukic Day Dream e sui filtri antiparticolato

Premetto che sono un comproprietario della Dukic Day Dream e quindi mi sento in dovere di replicare al fine di chiarirvi il quadro della situazione, il nostro dispositivo e' stato sottoposto ed ha superato positivamente tutti i test previsti dal decreto 42 del febraio 2008 in merito all'omologazione dei filtri antiparticolato presso il centro prova autoveicoli di Nardo' (LE) (dove vengono testati i motori delle maggiori case automobilistiche europee al fine di omologarne la classe inquinante) alla presenza dei funzionari del ministero dei trasporti del distaccamento di Bari i quali hanno redatto un verbale di conformita' al decreto 42 del nostro dispositivo in data 14/07/2010.

I funzionari del ministero centrale di Roma dopo aver visionato il citato verbale avrebbe dovuto rilasciare il numero di omologazione ed inserire il citato numero nel database del ministero dei trasporti al fine di poter aggiornare le carte di circolazione dgli autoveicoli che avrebbero installato il nostro dispositivo, (se i funzionari avrebbero trovato delle irregolarita' avrebbero dovuto annullare il verbale di conformita',ma non l'hanno fatto.) ma hanno per piu' volte negato la concessione dell'omologazione in quanto a loro parere manca "la prova di durabilita' ai fini dell'accumulo di particolato", tale prova noi non possiamo produrla in quanto il nostro dispositivo non fa' nessun accumulo di particolato ma ne elimina la formazione a monte.

In merito a questa diatriba ci sono diverse denunce da parte nostra presso le opportune sedi sia penali che amministrative al fine di poter dimostrare definitivamente la validita' del nostro dispositivo. Noi non pretendiamo niente che non ci appartenga di diritto, e qualche allusione a dei dispositivi similari che in passato hanno creato molta confusione sono totalmente inopportune in quanto nessuno dei nostri clienti si e' mai sognato di denunciarci o querelarci neanche dopo la pubblicazione delle nostre affermazioni ben precise contro delle aziende ben definite, e mai nessun magistrato ha iniziato delle azioni legali contro la Dukic Day Dream.

Per quanto riguarda le vostre perplessita' sulla veridicita' dei dati pubblicati nel nostro sito (economia,emissioni,potenza) vi invito in gruppo previo appuntamento presso la nostra sede di Dueville (VI) dove saremo lieti di mostrarvi i risultati dei test che confermano quanto noi affermiamo: verbale di conformita' redatto dal ministero dei trasporti, risultati dei test delle emissioni e della potenza effettuati da un laboratorio riconosciuto dal TUV.

Rimango a dispsosizione per eventuali chiarimenti.

Cordiali saluti.:asp:

Share this post


Link to post
Share on other sites

P.S. Se il nostro dispositivo fosse una bufala credete che dei parlamentari di entrambi gli schieramenti politici ci avrebbero messo la loro faccia presentando due diverse interrogazioni parlamentari??

Di Pietro e Favia Camera.it - Lavori - Resoconti Assemblea - Allegato

Aracri (PDL) interrogazione a risposta scritta C. 4/09171 / Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA - OpenParlamento

Cordiali saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Buongiorno a tutti sono nuovo del forum, mi sono iscritto dopo aver letto le vostre perplessita' sula questione del dispositivo Tre D della Dukic Day Dream e sui filtri antiparticolato

Premetto che sono un comproprietario della Dukic Day Dream e quindi mi sento in dovere di replicare al fine di chiarirvi il quadro della situazione, il nostro dispositivo e' stato sottoposto ed ha superato positivamente tutti i test previsti dal decreto 42 del febraio 2008 in merito all'omologazione dei filtri antiparticolato presso il centro prova autoveicoli di Nardo' (LE) (dove vengono testati i motori delle maggiori case automobilistiche europee al fine di omologarne la classe inquinante) alla presenza dei funzionari del ministero dei trasporti del distaccamento di Bari i quali hanno redatto un verbale di conformita' al decreto 42 del nostro dispositivo in data 14/07/2010.

I funzionari del ministero centrale di Roma dopo aver visionato il citato verbale avrebbe dovuto rilasciare il numero di omologazione ed inserire il citato numero nel database del ministero dei trasporti al fine di poter aggiornare le carte di circolazione dgli autoveicoli che avrebbero installato il nostro dispositivo, (se i funzionari avrebbero trovato delle irregolarita' avrebbero dovuto annullare il verbale di conformita',ma non l'hanno fatto.) ma hanno per piu' volte negato la concessione dell'omologazione in quanto a loro parere manca "la prova di durabilita' ai fini dell'accumulo di particolato", tale prova noi non possiamo produrla in quanto il nostro dispositivo non fa' nessun accumulo di particolato ma ne elimina la formazione a monte.

In merito a questa diatriba ci sono diverse denunce da parte nostra presso le opportune sedi sia penali che amministrative al fine di poter dimostrare definitivamente la validita' del nostro dispositivo. Noi non pretendiamo niente che non ci appartenga di diritto, e qualche allusione a dei dispositivi similari che in passato hanno creato molta confusione sono totalmente inopportune in quanto nessuno dei nostri clienti si e' mai sognato di denunciarci o querelarci neanche dopo la pubblicazione delle nostre affermazioni ben precise contro delle aziende ben definite, e mai nessun magistrato ha iniziato delle azioni legali contro la Dukic Day Dream.

Per quanto riguarda le vostre perplessita' sulla veridicita' dei dati pubblicati nel nostro sito (economia,emissioni,potenza) vi invito in gruppo previo appuntamento presso la nostra sede di Dueville (VI) dove saremo lieti di mostrarvi i risultati dei test che confermano quanto noi affermiamo: verbale di conformita' redatto dal ministero dei trasporti, risultati dei test delle emissioni e della potenza effettuati da un laboratorio riconosciuto dal TUV.

Rimango a dispsosizione per eventuali chiarimenti.

Cordiali saluti.:asp:

Faccio una correzzione: il verbale di conformita' e' stato redatto il 14/07/2008, sono due anni e mezzo che il ministero evita di prendere una posizione, il mercato di filtri antiparticolato retrofit e' stato valutato in circa 2 miliardi di euro per la sola provincia di Milano AMBIENTE - RICERCA NOMISMA: POLVERI SOTTILI, E' ALLARME SALUTE SOPRATTUTTO AL NORD - Clandestinoweb: sondaggi politici, elettorali. Il sondaggio politico elettorale che fa opinione non e' difficile sentire puzza di bruciato......

Noi non avevamo nessuna intenzione di mettere in evidenza la pericolosita' dei filtri antiparticolato per la popolazione, ma dal momento che "qualcuno" si sta' adoperando per escluderci dal mercato noi dobbiamo attuare tutte le iniziative del caso per raggiungere il nostro scopo. Desideriamo solo poter stare sul mercato alle stesse condizioni della concorrenza, poi saranno i clienti a decidere.

Di seguito un allarme contro alcuni tipi di filtri antiparticolato lanciato da un'agenzia governativa francese:

Allarme per filtri antiparticolato in Francia - Attualità - Motori.it

Anses, alimentation, environnement, travail

Cordiali saluti.:asp:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.