Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Recommended Posts

Nuova Crossover elettrica cinese con nome traditionale britannico.

Lunghezza 4,31m

Motore 105 kW / 143 PS

Batteria 44,5 kWh

Autonomia 260 Km

 

Inizio delle vendite online in primi paesi europei da autunno 2019, altri mercati come Germania da 2020

 

image.png.e69e1dada73c291a3bb8abbe74f893d0.png

image.png.e4e58bccfe41357513c87ee48f9b1162.png

image.png.0fa3ab4555ec57ed7cf38538cf43e160.png

 

  • Sad! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brutta come la morte. Peccato che non ci siano le classiche berline elettriche in arrivo dalla Cina, sono solo i suv.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vedere il marchio MG ridotto in questo modo......già a fine anni '90 era maltrattato.....qua siamo davvero oltre. che amarezza.

  • I Like! 1
  • Sad! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vedere il marchio MG ridotto in questo modo......già a fine anni '90 era maltrattato.....qua siamo davvero oltre. che amarezza.
Qui a Dubai c'è un concessionaria e ne vendono abbastanza, ogni volta che ne vedo una mi viene l'angoscia

☏ LG-H870 ☏

  • Sad! 1
  • Haha! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By Sarrus
      sembra che tramutino in serie il prototipo ispirato alla Pony
       


       
      https://www.carscoops.com/2020/02/hyundai-45-ev-makes-spy-debut-combines-angular-retro-styling-with-new-platform/
    • By xtom
      Si aggira un dubbio tra esperti e non del settore auto:
       
      Le attuali auto elettriche sarebbero vendute sottocosto in modo da accumulare bonus e far rientrare i costruttori nei limiti di CO2 di gamma previsti dalle nuove normative in vigore.
       
      Il sospetto viene a molti guardando i prezzi di certe vetture elettriche, ultima in ordine di arrivo la Ford Mustang Mach-E, il cui prezzo di listino parte da 49.900 euro, senza togliere gli incentivi,  per la versione a trazione posteriore con motore da 258 cv e batteria da 75,7 kWh. Come termine di paragone  un'Alfa Stelvio turbodiesel da soli 160 cv parte da 45.700 euro di listino.
       
      Con questa mossa Ford potrebbe piazzare un discreto numero di Mach-E, ricevere i bonus per le auto ad emissioni zero, e continuare a vendere indisturbata i SUV o le Mustang con il possente V8 senza incappare nelle multe per le case che sforano le soglie di CO2.
       
      Da un lato c'è chi urla allo scandalo, citando l'antico adagio "fatta la legge trovato l'inganno", dall'altra c'è chi invece ritiene che la mossa di questi costruttori meriti un plauso, perché invece di risolvere la questione comprando certificati verdi da altri costruttori virtuosi, vedasi ad esempio l'accordo tra FCA e Tesla, si mettono in gioco e offrono al pubblico un prodotto innovativo a prezzi fino a pochi anni fa impensabili per un'auto elettrica.
       
      Qualcuno infine mormora che poi in fondo la tecnologia elettrica è sufficientemente collaudata ed i prezzi stanno velocemente scendendo, per cui non ci si deve sorprendere di certi listini. Il costo delle celle delle batterie agli ioni di litio è ormai sotto i 200 dollari a Kwh, mentre i motori elettrici hanno costi di assemblaggio inferiori di 10 volte rispetto ad un turbodiesel di ultima generazione, senza contare che fanno anche a meno del cambio.
       
      Probabilmente la verità sta nel mezzo, da una parte i costi di produzione si sono effettivamente ridotti, dall'altra le case li stanno tenendo artificiosamente bassi per non vedere buttati in fumo gli investimenti fatti sull'auto elettrica.
       
      Quello che è certo è che per i clienti aumentano le possibilità di scelta, potendo comparare direttamente i  pregi e i difetti delle auto elettriche con le analoghe versioni a combustione vendute a prezzi simili.
       
       
       
       
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.