Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Recommended Posts

116192955_fiat-e-ducato(3).thumb.jpg.7916a79511df725f420793273692fccd.jpg

fiat-e-ducato.thumb.jpg.88237451f1f4a8992b498ea9994c8283.jpg

739188064_fiat-e-ducato(2).thumb.jpg.3c4ccb0de20cdf677a86ab588e3c1e3d.jpg

1302986127_fiat-e-ducato(11).thumb.jpg.6cdb73d78a601dfbb208f25dda32dd93.jpg

24321326_fiat-e-ducato(6).thumb.jpg.9ab1e1fbf342721f6fe57a78fdde61b1.jpg

1613899613_fiat-e-ducato(7).thumb.jpg.628226bc631b1db8225db85e7c2f5505.jpg

383165017_fiat-e-ducato(8).thumb.jpg.3282dbda0cb673d1134a712da0b9bf21.jpg

569817015_fiat-e-ducato(10).thumb.jpg.35520c85c1b2f13ca26872d3495c2834.jpg

603899497_fiat-e-ducato(1).thumb.jpg.6ff1f741bde0362232707db78b95cfd7.jpg

1355125629_fiat-e-ducato(9).thumb.jpg.6c959c281e75de51e6391e500de334cb.jpg

 

Press release:

 

Cita
  • L’odierna “Giornata Mondiale dell’Ambiente” è il momento migliore per soffermarsi sull’offerta ecologica di Fiat Professional che si amplia con E-Ducato, la versione elettrica del best seller.
  • Dopo la presentazione come prototipo, il nuovo E-Ducato continua misurazioni e test per accettare la sfide del mercato, ponendosi come punto di riferimento.
  • La rivoluzione dell’era elettrica è sottolineata dal nuovo logo realizzato dal Centro Stile FCA quale simbolico abbraccio tra il futuro e il presente.
  • Progettato in accordo con i più avanzati standard qualitativi del Gruppo FCA, è disponibile in tutte le varianti di carrozzeria con la stessa volumetria di carico del Ducato tradizionale, da 10m3 a 17m3, e la migliore portata sul mercato, fino a 1.950 kg.
  • E-Ducato offrirà diverse opzioni di batterie per un’autonomia da 200 a oltre 330 km nel tipico ciclo urbano urbano di una mission di consegna
  • Potenza massima di 90 kW e coppia massima di 280 Nm.
  • E-Ducato è stato sviluppato per essere perfetto grazie allo studio di un team dedicato che per oltre 1 anno ha analizzato i big data di veicoli termici in flotte presso i nostri clienti.
  • Non solo: anche la forza vendita segue un training specifico, oggi anche virtuale, affinché l’esperienza E-Ducato offra il massimo della professionalità sin dal primo contatto.

 

È passato un anno dalla presentazione come prototipo dell’ E-Ducato, la versione completamente elettrica di tipo BEV (Battery Electric Vehicle) che Fiat Professional ha sviluppato nel suo cammino verso i veicoli a zero emissioni. In questo anno, nonostante tutte le difficoltà legate all’emergenza sanitaria che ha contraddistinto gli ultimi mesi, il nuovo modello Fiat Professional ha continuato nel suo sviluppo anche grazie all’ausilio di strumenti di simulazione, si è fatto conoscere dalla forza vendita di Fiat Professional con approfondite sessioni di Virtual Classroom ed è ora pronto per approdare sul mercato attraverso progetti pilota con clienti selezionati.

 

E-Ducato nasce da un esteso programma di misurazioni e test che tengono in considerazione tutte le variabili di utilizzo delle diverse tipologie di clienti, gli aspetti dinamici, di carico e ambientali. L’odierna “Giornata Mondiale dell’Ambiente” è il miglior momento per soffermarsi sulle novità della soluzione 100% elettrica su un mezzo 100% Ducato volta a garantire la sostenibilità della mobilità e del business. L’inedito mezzo elettrico andrà presto ad affiancare il Ducato Natural Power a metano nell’offerta di propulsioni alternative e si avvicina alla sfida del mercato.

 

La sintesi grafica di una rivoluzione: il nuovo logo
Per sottolineare l’inizio di questa nuova era elettrica, esordisce il logo realizzato dal Centro Stile FCA quale simbolico abbraccio tra il futuro e il presente del best seller. A comporlo due elementi distintivi: la lettera “e” in tinta blu - colore da sempre legato all’innovazione tecnologica e alla sostenibilità - che s’inserisce, precedendola in alto, la lettera “D” del nome “Ducato”, scritto in argento satinata a evidenziarne la personalità forte e riconosciuta che non necessita di un riflettore per brillare. Sarà l’inedito veicolo “100% Elettrico” a scrivere un nuovo capitolo della gloriosa storia di Ducato, una leggenda nata 39 anni fa e continuamente ravvivata da successi commerciali e primati tecnologici. “100% Elettrico, 100% Ducato”: il logo “E-Ducato” è quindi la sintesi grafica di questa rivoluzione che proietterà il marchio nella mobilità del futuro. La versione elettrica di Ducato sarà infatti la punta di diamante di Fiat Professional nel campo della mobilità elettrica e soprattutto nel passaggio dalla tradizionale “scelta del veicolo” a una “scelta della mobilità” ispirata da fattori specifici di tipo lavorativo e commerciale, muovendo il concetto di acquisto da “Total Cost of Ownership” al “Total Cost of Mobility”. In questo ambito Fiat Professional, sempre di più, dimostra in maniera concreta la sua attitudine a sviluppare un veicolo “su misura del cliente”.

 

Sviluppato da professionisti col contributo di professionisti
E-Ducato è stato sviluppato dopo più di 1 anno di misurazioni su strada, analizzando oltre 28.000 veicoli connessi, sono state predisposte misurazioni in ottica cliente effettuate per oltre 50 milioni di chilometri su veicoli termici da parte di un team dedicato di professionisti, per tenere in considerazione tutte le variabili di utilizzo cliente, di dinamica, carico, e variabili ambientali.
Oggetto di analisi sono stati: chilometraggio, variabilità dei modelli di utilizzo per singola missione, spese di carburante, utilizzo del veicolo e temperatura.
Attraverso questo approccio, Fiat Professional, si propone di offrire soluzioni complete di mobilità elettrica, che partendo dall’analisi dei fabbisogni energetici, possano coprire non solo ogni singola missione, ma che siano in grado di offrire soluzioni che spazino dal veicolo alle infrastrutture, senza trascurare tutto il mondo di servizi che i nuovi ed emergenti canoni di mobilità richiedono ogni giorno di più.
Ecco perché E-Ducato propone, oltre ad una completa gamma di versioni, anche opzioni modulari di taglia batteria con autonomie di percorrenza nel tipico ciclo di una mission di consegna in ambito urbano da 200 a oltre 360 km in normali condizioni ambientali a seconda del tipo di batteria e differenti configurazioni di ricarica. Il tutto a fronte di prestazioni di assoluto interesse: velocità limitata a 100 km/h per meglio ottimizzare gli assorbimenti energetici, potenza massima di 90 kW e coppia massima di 280 Nm. La nuova propulsione elettrica inoltre non penalizza quello che è il punto forte del Ducato: volumetria di carico best in class da 10 a 17m3, portata fino a 1.950 kg, la migliore della categoria. In più E-Ducato è 100% connesso, con una esclusiva suite di features che coprono i bisogni professionali e legati all’elettrificazione di ogni tipo di Cliente, da gli user chooser alle grandi flotte attraverso uno specifico sistema di fleet management.
Fiat Professional dunque capitalizza il proprio patrimonio tecnologico e la propria esperienza per sviluppare la versione elettrica del suo best seller, rispettando le necessità di ogni utilizzatore professionale, all’insegna dell’innovazione, delle prestazioni, e della flessibilità, facendo fede al mantra di Ducato “più tecnologia, più efficienza, più valore”, proponendo al cliente la versione a “emissioni zero” del van più efficiente e versatile sul mercato.

 

Punta di diamante, senza compromessi
Il nuovo E-Ducato è un veicolo senza compromessi: 100% Ducato, 100% Elettrico. Sarà quindi la punta di diamante di Fiat Professional nel campo della mobilità elettrica e soprattutto nel passaggio sempre più evidente dalla tradizionale “scelta del veicolo” a una “scelta della mobilità” ispirata da fattori specifici di tipo lavorativo e commerciale, muovendo il concetto di acquisto da Total Cost of Ownership al Total Cost of Mobility.

 

Una formazione completa per un nuovo processo di vendita
Affinché l’esperienza professionale con E-Ducato inizi ancora prima di salire a bordo, Fiat Professional ha organizzato a febbraio giornate di formazione concepite ad hoc per la forza vendita, coinvolgendo 265 venditori e capi vendita di 124 concessionarie dei principali mercati, con prove su strada presso il circuito di Balocco, strutturato come un percorso cittadino, con enfatizzazione delle nuove modalità di guida in full Electric. Non è mancato poi un approfondimento sul nuovo protocollo di omologazione WLTP e sul suo impatto rispetto al mondo degli allestiti, oltre alla presentazioni di alcuni di essi, dalle officine mobili al refrigerato, al trasporto persone: versatilità che da sempre rappresenta uno dei punti di forza del Ducato di Fiat Professional.

 

Virtual training: dall’evoluzione della formazione all’evoluzione del business
In seguito alle misure prudenziali di distanziamento, Fiat Professional ha proseguito la formazione con un virtual training: un’evoluzione della formazione, così come E-Ducato rappresenta un’evoluzione del business. Anche da remoto, ogni sessione ha previsto focus approfondito sul prodotto, propedeutica alle altre attività e sono state sviscerate le caratteristiche tecniche e l’offerta di gamma di E-Ducato, con particolare attenzione sugli aspetti di innovazione. Ogni virtual classroom ha riscosso grande successo e assidua partecipazione. Ad esempio, 310 partecipanti dalla Germania; 120 dalla Polonia e 210 da regioni extra-EMEA e a breve inizieranno la formazione on-line anche i restanti mercati europei come Spagna, Francia e Regno Unito.

 

Per continuare il suo cammino verso il mercato, E-Ducato sarà presto oggetto di specifiche attività sul campo per essere testato da clienti partner in una prova estensiva sul campo nelle normali condizioni di lavoro e di utilizzo.
Con questi presupposti E-Ducato si prepara quindi alla disponibilità sul mercato, che vedrà nel corso dei prossimi mesi come prima tappa l’apertura degli ordini nei principali mercati europei.

 

FIAT

fiat-e-ducato (4).jpg

  • I Like! 2
  • Thanks! 1

My cars...

Autobianchi Y10 1.1 i.e. (1992) - Fiat Bravo 1.4 T-Jet Emotion (2008) - Fiat 500 1.2 Lounge (2017)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

858471961_fiat-e-ducato(8).jpg.4061e2d5158bd509c783c0df872aa103.thumb.jpg.d43f72c281dd0a9e0a7cfa24dfc22644.jpg

 

E-Ducato il nuovo mezzo eco-fashion per andare a fare serata in centro a Milano/Parigi.

Predellino a prova di tacco 12.

 

Comunque la signora pare avere dei bei polpacci.

  • I Like! 5
  • Haha! 1

"Qualche emiro che compra una Ferrari lo troverò sempre. Ma se il ceto medio finisce in miseria, chi mi comprerà le Panda?"

Sergio Marchionne

 

Follow me on Instagram

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 7/6/2020 at 14:54, Aymaro scrive:

tu ci scherzi, ma noi davvero avevamo nominato così le proposte internamente :mrgreen:

 

Non avevo dubbi :mrgreen:

  • Haha! 2

There's no replacement for displacement.

5967677fbce20_autohabenbahnfahren.jpg.4606d45af194e6808929d7c2a9023828.jpg

Anche tu ti ecciti palpeggiando pezzi di plastica? Perché stare qui a discutere con chi non ti può capire? Esprimi la tua vera passione passando a questo sito!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho 31 anni ormai, e quando ero all'asilo e la maestra diceva "maleducato" (non a me), la mia mente scomponeva la parola in "male" + "Ducato", furgone che ovviamente già conoscevo. Questo E-Ducato è la coronazione di un sogno ?

Faranno anche la versione "brutte intenzioni"? :D

spacer.png

  • Haha! 3

"Ci sono persone che amano circondarsi di cose il cui valore concreto si esprime anche nel valore formale. Molto probabilmente una Lancia fa parte del loro mondo."

dsarygf.jpg

"Il successo non si improvvisa, ma al contrario è sempre frutto di fantasia, applicazione, dedizione e tenacia." (Vittorio Ghidella)

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 7/6/2020 at 18:01, MotorPassion scrive:

858471961_fiat-e-ducato(8).jpg.4061e2d5158bd509c783c0df872aa103.thumb.jpg.d43f72c281dd0a9e0a7cfa24dfc22644.jpg

 

E-Ducato il nuovo mezzo eco-fashion per andare a fare serata in centro a Milano/Parigi.

Predellino a prova di tacco 12.

 

Comunque la signora pare avere dei bei polpacci.

E ci credo per camminare su quei trampoli ?

  • Haha! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sappiamo il powertrain elettrico chi lo fornisce?


La teoria è quando si conosce il funzionamento di qualcosa ma quel qualcosa non funziona.

La pratica è quando tutto funziona ma non si sa come.

Spesso si finisce con il coniugare la teoria con la pratica: non funziona niente e non si sa il perché.

Cita
The world can now rest easy. Toyota has officially embraced "Prii" as the plural of Prius.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By v13
      500 1.0 microibrida, esemplare noleggio, 6000 km all'attivo
      versione: credo una Lounge o similare con clima auto, tetto panoramico, cruise, strumentazione analogica, cerchi lega 15 (quelli a raggi, bruttarelli).
      Per il resto la 500 la conoscete tutti, una buona segmento A, con qualità percepita alta e qualità reale più che discreta, anche se c'era un clamoroso errore di montaggio del sottoplancia a sinistra del volante. Quindi mi concentro solo sulla parte inedita, il gruppo motore-cambio.
       
      PRO
       
      - consumi
      su 200 e passa km (di cui poca città, un po' di autostrada a 110km/h e un po' di tangenziale, 70% statale a tratti scorrevole, a tratti lenta) il computer di bordo segnala 4,3 l/100km. Guida attenta, ma normale, con non infrequenti puntate oltre i 3000 giri. Fatto il pieno il cdb mi è sembrato piuttosto accurato, decimo più, decimo meno.
       
      - cambio
      eccezionale! Secco ma gradevole, con corsa ragionevolmente corta. davvero eccellente per una segmento A, ma anche per una B o C.
      E meno male che è gradevole da usare, perché, come vedremo, ce n'è davvero bisogno
      Rapporti corti: qui c'era stato qualche dubbio sulla rapportatura, ma confermo che i 3600 giri a 130 km/h. In prima e seconda anche con una guida dolce si finisce sempre per cambiare sui 3000 giri.
       
      Motore:
      in sé e per sé non sembra male. Non vibra assolutamente mai e, pur senza avere la verve nel prendere giri del 3L VW o del Ford, arriva in fretta ai 5000 giri, poi si siede un po'. Su questo fa un po' meglio degli ultimi 1.2 Fire.
      Il problema è che gli manca coppia e si sente. Sotto i 2000 giri fa fatica e in realtà per tenere il ritmo del traffico bisogna tenerlo sempre fra i 2500 e i 3500. Se poi si vuole un minimo di brillantezza si devono usare le marce basse e tirarle fino e oltre i 4500 giri. Come detto, sia il cambio, sia il motore assecondano senza problemi. A occhio, però, i consumi risentono abbastanza dello stile di guida.
       
      La 6ª marcia è utile e confortevole, ma va usata sempre oltre i 2000-2500 giri ed esclusivamente in pianura. Al minimo falsopiano o salita, di default bisogna scalare in 5ª per non perdere velocità. Per guadagnare velocità, invece, va scalato in 4ª. Sono frequenti i passaggi 4ª-6ª, e in uscita da caselli o rotonde su statale anche i passaggi da 3ª a 5000 giri a 6ª.
       
      Il motore è piuttosto silenzioso. Non fa rumore da tricilindrico da fermo, ma non ha neanche quel rumore quasi da 6 cilindri (si fa per dire ) ad alti regimi, come i concorrenti PSA, Ford o VW. Ho notato una rombosità cupa ai 2000 e soprattutto ai 2500 giri frutto di qualche risonanza.
      L'unico vero problema è che ho notato incertezze ai bassi regimi, sia a caldo che a freddo, e solo con poco carico di acceleratore. Schiacciando oltre la metà nessun problema.
       
      Il Ford 1.1 85CV guidato su Fiesta mi era sembrato più potente, rotondo e gradevole. Il 1.2 82CV su C3 molto più vibrante, ma con più coppia in basso (ma con un cambio da denuncia). Il VW 70CV guidato su Polo precedente mi sembrò molto simile in tutto.
       
      Comportamento del microibrido:
      Fondamentalmente non si nota nulla.
      Nella strumentazione analogica (molto carina, ma davvero poco leggibile) l'indicazione della temperatura del refrigerante è sostituita dall'indicazione di carica della batteria. E qui si vede che la batteria si scarica e ricarica continuamente, segno che viene usata a tutte le velocità. C'è una spia quando la batteria si sta caricando.
      Interessante la ricarica da freno motore, che è così intensa che permette di rallentare spesso senza toccare i freni. All'inizio del rilascio è quasi inavvertibile ma se il rilascio prosegue, allora si fa molto deciso il recupero. Sotto i 1500 giri il freno motore comincia a perdere intensità e il computer suggerisce di scalare.
      Il cosiddetto "veleggio" sotto i 30 km/h è in realtà una specie di start & stop evoluto e devo dire che funziona davvero molto bene. Appena ci si fa l'abitudine si usa sempre.
       
      In definitiva, il comportamento è quello di un 3 cilindri aspirato moderno. Moscio è moscio, al limite del sottomotorizzato, ma se vi ritrovate in uno di questi profili:
      1) vi piace guidare
      2) hai imparato con gli aspirati del secolo scorso
      3) hai imparato bestemmiando con una Panda 750 fire, con la sua miscela magra a freddo e il suo cambio scorbutico,
       
      ...beh, allora ci farete subito la mano.
      Chi invece venisse da un turbo o da un'elettrica o ibrida rimarrà probabilmente traumatizzato.
    • By Pandino
      FB
       
      Inizia a muovere i primi passi la quarta generazione del Ducato (e compagnia bella), attesa nel 2020.
       
      @Aymaro ne sai qualcosa?


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.