Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri, il forum dell'Automobile!

Recommended Posts

L’auto provata è una Fiat 500X 1.6 Mjt 120 Cv con 400 km circa cerchi 215/55 17”

I km percorsi sono stati circa 500.

P.S. La foto è una US Spec. ma colore e cerchi erano quelli :)

Verde%20Toscana-PGG-36,52,41-640-en_US.jpg

Esterni

Faccio Outing: a me il design di 500 agli steroidi non piace, e perciò non posso affermare che sia bella. Quella da me provata però grazie al British Racing Green, era accettabile anteriormente e di fiancata ( dove qualche reminiscenza kafer però si coglie ), e solo dietro sgradevole per le luci di posizione sproporzionate.

Interni

Luci ed ombre: Sedili interni sono OK, ( ma non lussuosi ), Ma ci sono un po’ troppe parti in plastica economica, come la parte esterna dei fianchetti portiere o la parte bassa dei rivestimenti.

Ma la cosa peggiore sono i fianchetti portiere posteriori, in plastica dura ( e passi ) ma soprattutto di colore diverso rispetto agli anteriori :disp2:, così che se per caso l’economia fosse sfuggita a qualcuno, viene subito notata .

Posto guida

Tipico Fiat : dopo 10 secondi sei a tuo agio. Le regolazioni ci sono tutte e tutte facili da manovrare e capire. Sedile comodo e molto bello e ben rivestito il volante, coi comandi cruise e telefono incorporati . Tutti i comandi secondari sono al posto giusto, eccetto la plancetta del clima un po’ in basso.

Plancia e comandi

Anche qui luci ed ombre: i comandi sono tutti ben fatti, con la golosa novità del selettore circolare ( Sport/Economy/Weather ) nel tunnel centrale ( che ha anche un freno a mano elettronico facile da usare ). Il quadro ha strumenti molto nitidi e chiari, compresi gli indicatori digitali di temperatura acqua e livello carburante e finalmente il CB centrale è nuovo, bello ed a colori.

Per una Fiat, inoltre, c’è la novità del comando luci a rotella e non a leva . Ma la plancia in sé ( a metà come design tra 500 e 500L ) ha ancora troppe parti in plastica dura e lucida ( la parte per esempio a contatto col parabrezza o la console centrale di alloggiamento del clima e delle prese 12 V ) che in un’auto di questo prezzo stonano molto, forse troppo.

Abitabilità

Il design ha i suoi costi, perciò scordatevi la 500L . Come nel caso del bagagliaio, non si va molto oltre lo spazio di una buona seg. B come 208. Anche in larghezza non si sciala.

Bagagliaio

Lo stile si paga, ed il bagagliaio, nonostante il buon rivestimento, non è molto più grande di quello di un buon seg. B. C’è però un discreto spazio sfruttabile sotto il pianale tra il ruotino ed il pianale stesso ( avendo bagagli larghi, piatti ed appoggiabili sul ruotino direttamente senza danni )

Accessori

Dotazione buona: ci sono il clima automatico ( di Giulietta ), i cerchi in lega da 17, il blue tooth, quattro vetri elettrici , e gli ultimi ammenicoli elettronici e finalmentel’illuminazione dei piedi a portiera aperta.. Stupisce in negativo la presenza di due soli appoggiatesta posteriori.

Comfort

Molto buono, e milgliore di quello di 500L. A velocità autostradali il motore è quasi inavvertibile ed anche i fruscii ed i rumore di rotolamento sono minimi , per lo meno su fondi lisci. L’assorbimento delle asperità è altrettanto buono. Solo su fondi molto granulosi il rumore di rotolamento ed i fruscii si fanno sentire parecchio, segno che si può lavorare ancora un po’ sull’insonorizzazione dei passaruota .

Motore

Pezzo forte dell’auto: Assolutamente esente da vibrazioni, anche in regime di S&S grazie ai contralberi, è sornione ed elastico come un felino in Economy, diventando quasi sportivo per allungo e “gradino del turbo” in Sport. In ogni situazione sembra comunque indicare di avere una riserva potenza a disposizione ben superiore alle necessità medie della vettura ed al traffico. Un notevole passo avanti rispetto a Mjet 1 da 105 / 120 cv della passata generazione . il tutto consumando poco e rumoreggiando ancora meno. Nell’attesa di provare i 1.6 Opel , Renault ed Honda, questo motore passa meritatamente in testa al gruppo dei 1.6.

Accelerazione

Buona in Economy, quasi bruciante in Sport.

Ripresa

Nonostante i rapporti lunghetti ( 130 km/h a 2300 giri circa in VI° ) l’auto riprende senza problemi e difficoltà in assoluta surpalce in economy, ed ancora meglio in Sport, dove il motore perde in elasticità ( si sente nettamente l’ingresso della turbina ) ma guadagna in allungo.

Cambio

Il C635 di giuliettiana memoria mantiene il pomello emisferico e le buone qualità ( manovrabilità / corsa ) già avvertite sull’Alfa, ed in più elimina il problema dei rapporti contrastati. Promosso a pieni voti.

Sterzo

Leggero e preciso in Economy , diventa più pesante in Sport, ma senza migliorare significativamente la già eccellente precisione. Leggerissimo in manovra, cosa che rende la maneggevolezza dell’auto elevata nonostante la mole.

Freni

Pronti e ben modulabili

Tenuta di strada/Stabilità

Di alto livello. Rispetto a quella già buona di 500L , l’auto guadagna in precisione di guida ( sterzo ) ed in risposta del retrotreno. Nonostante l’altezza , non si piega né dondola, e trasmette elevata sicurezza anche a velocità autostradali .

Aiuti alla guida

Tra quelli di cui l’auto era dotata, ho trovato molto fastidioso l’avviso di superamento corsia, in quanto irrigidendo o contrastando lo sterzo, rendeva più difficili l’impostazione delle curve ed i sorpassi “al volo” ( per eliminarne l’effetto bisogna azionare la freccia )

Consumo

Molto buono: sia all’andata, con il selettore impostato su Economy, sia al ritorno, con il selettore impostato su sport, i consumi rilevati sono stati uguali e pari a 5,4 l/100 km.

In conclusione

Parafrasando un autore noto in realtà per ben altri scritti si potrebbe dire “Sergio!! Ancora una sforzo per poter definire 500X un’ auto premium!!” :) Scherzi a parte, abbiamo qui un’auto che , realmente , eccelle per la parte meccanica e ciclistica sia relativamente alla categoria sia in assoluto, ma poi cade su particolari facilmente rimediabili e soprattutto di impatto immediato come la qualità percepita. A maggior ragione anche perché, a ben vedere, le proporzioni plastica morbida/dura sono quelle di altre auto ben più blasonate, ma che la plastica dura la piazzano in punti invisibili o quasi.

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 20
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ottima recensione. Grazie!

Il colore è uno dei miei preferiti, che impressione ti ha fatto dal vero?

Sai che cosa diceva quel tale? In Italia sotto i Borgia, per trent'anni, hanno avuto assassinii, guerre, terrore e massacri, ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e che cos' hanno prodotto? Gli orologi a cucù.( O.Welles)

Link to post
Share on other sites
Ottima recensione. Grazie!

Il colore è uno dei miei preferiti, che impressione ti ha fatto dal vero?

Forse leggermente più chiaro che nella foto.

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to post
Share on other sites
Faccio Outing: a me il design di 500 agli steroidi non piace, e perciò non posso affermare che sia bella.

Psssttt...a me la 500X non fa impazzire. Preferisco una 500L Trekking verde, magari col tetto nero. Non sarà un suv, ma poco ci manca e comunque ripaga con uno spazio interno enorme. Sarà pure meno esclusiva, ma de gustibus...

el Nino

[sIGPIC][/sIGPIC] I sogni a volte si avverano. Tu sei il mio.

Link to post
Share on other sites

Fai ottimi motori, ottima meccanica, ottima ciclistica....

...e per il discorso assemblaggi/finiture/plastiche vai a rovinarti l'immagine.

L'apprezzamento completo di un'automobile da parte del cliente, anzichè quello parziale, non vale forse più di quei (butto una cifra a caso) 1000€ spesi in meno per l'assemblaggio? Non dico su tutta la gamma, ma almeno la "gamma delle 500" che, almeno secondo me, è concepita come semi-premium.

Sarò tordo, ma non capirò mai.

Alfa Romeo MiTo 1.4 Turbo GPL 120cv

588764_31.png

Le mie app per Android nel Play Store

Link to post
Share on other sites

Io ho provato alcune settimane fa una Mjet 2.0 140cv 4x4 con trazione integrale, e cambio automatico a 9 rapporti.

Sulla parte "statica" sono pienamente d'accordo con la recensione, per quanto riguarda il giudizio in movimento, per via della motorizzazione diversa da quella provata da Stev66, ho qualche appunto da fare.

Il motore è buono, e lo conosciamo tutti. Ma rispetto alla Renegade (che avevo provato con cambio manuale) ha tutt'altro comportamento. Sulla Jeep era entusiasmante e molto ben abbinato al cambio, ripresa fulminea e accelerazioni davvero niente male. Sulla X devo differenziare il giudizio:

selettore in modalità normale: si prende facilmente velocità, le cambiate sono rapide ma avvertibili. Questi automatici di nuova concezione sono ormai settati in modo da imitare sempre più il comportamento di un manuale, rendendo più avvertibile la differenza di giri tra un rapporto e l'altro e cambiando a regimi abbastanza bassi. La mia sensazione è che, a guisa di un manuale, siano più avvertibili le caratteristiche di erogazione del motore: si sente meglio il "sottocoppia" così come l'entrata della turbina. Il risultato è un'erogazione meno confortevole, ma forse più divertente. I vecchi automatici, tipo lo steptronic 5 marce della BMW, fornivano invece un'erogazione lineare e costante su tutto l'arco dei giri, con passaggi al rapporto superiore a regimi medio-alti, e kick-down continui alla minima accelerata. Comfort massimo, ma con erogazione "monocorde" che faceva sembrare di andar più piano di quanto si andava realmente.

Sulla X comunque il motore appare molto più progressivo che "aggressivo", rispetto alla Jeep con cambio manuale. Si fila comunque bene.

selettore in modalità sportiva: sono rimasto abbastanza deluso. A parte l'artificiosità del "boost", è un'impostazione che fa a cazzotti col cambio. Nelle accelerate il motore schizza subito ad altri giri, plafona quindi abbastanza presto, gli innesti sono più secchi, e l'aumento di spinta si paga con una certa sgradevolezza dell'insieme. Correre corre, per i cavalli che ha, ma ti fa passare la voglia. Meglio rimettere la rotella in modalità normale e godersi il viaggio.

Inoltre ho notato uno strano effetto. Ero su un vicolo che si immetteva su una strada a scorrimento veloce. C'era coda, quindi dovevo immettermi su quella corsietta centrale di immissione, a cavallo della mezzeria, che mettono negli incroci brutti, affiancare le auto in coda che sfilavano a passo d'uomo, e cercare il mio varco.

Andavo quindi avanti senza gas, sfruttando la rotazione al minimo, e dando delle telegrafate di acceleratore quando intravedevo la possibilità di immettermi.

Il tutto sarà durato 5 secondi, ma in questa situazione, in modalità sport (che tiene il rapporto basso), e con quel primino di spunto che ha, ogni richiamo di acceleratore, e relativo rilascio, causava dei sobbalzi abbastanza brutti... come quando nelle vecchie utilitarie a carburatore staccavi la frizione troppo rapidamente a motore freddo :)

Niente di grave, ma su un automatico non me lo sarei mai aspettato. Bisogna ancora rivederlo un po' questo benedetto ZF 9 speed.

In definitiva, l'auto nel complesso mi è piaciuta, più per i contenuti che per l'estetica, ma se dovessi mai prendermela, valuterei attentamente il 1.4 multiair con cambio dct a soli 6 rapporti, che ho intenzione di provare alla prima occasione.

Senza_titolo_3.jpg

Link to post
Share on other sites
L’auto provata è una Fiat 500X 1.6 Mjt 120 Cv con 400 km circa cerchi 215/55 17”

I km percorsi sono stati circa 500.

P.S. La foto è una US Spec. ma colore e cerchi erano quelli :)

Verde%20Toscana-PGG-36,52,41-640-en_US.jpg

Esterni

Faccio Outing: a me il design di 500 agli steroidi non piace, e perciò non posso affermare che sia bella. Quella da me provata però grazie al British Racing Green, era accettabile anteriormente e di fiancata ( dove qualche reminiscenza kafer però si coglie ), e solo dietro sgradevole per le luci di posizione sproporzionate.

Interni

Luci ed ombre: Sedili interni sono OK, ( ma non lussuosi ), Ma ci sono un po’ troppe parti in plastica economica, come la parte esterna dei fianchetti portiere o la parte bassa dei rivestimenti.

Ma la cosa peggiore sono i fianchetti portiere posteriori, in plastica dura ( e passi ) ma soprattutto di colore diverso rispetto agli anteriori :disp2:, così che se per caso l’economia fosse sfuggita a qualcuno, viene subito notata .

Posto guida

Tipico Fiat : dopo 10 secondi sei a tuo agio. Le regolazioni ci sono tutte e tutte facili da manovrare e capire. Sedile comodo e molto bello e ben rivestito il volante, coi comandi cruise e telefono incorporati . Tutti i comandi secondari sono al posto giusto, eccetto la plancetta del clima un po’ in basso.

Plancia e comandi

Anche qui luci ed ombre: i comandi sono tutti ben fatti, con la golosa novità del selettore circolare ( Sport/Economy/Weather ) nel tunnel centrale ( che ha anche un freno a mano elettronico facile da usare ). Il quadro ha strumenti molto nitidi e chiari, compresi gli indicatori digitali di temperatura acqua e livello carburante e finalmente il CB centrale è nuovo, bello ed a colori.

Per una Fiat, inoltre, c’è la novità del comando luci a rotella e non a leva . Ma la plancia in sé ( a metà come design tra 500 e 500L ) ha ancora troppe parti in plastica dura e lucida ( la parte per esempio a contatto col parabrezza o la console centrale di alloggiamento del clima e delle prese 12 V ) che in un’auto di questo prezzo stonano molto, forse troppo.

Abitabilità

Il design ha i suoi costi, perciò scordatevi la 500L . Come nel caso del bagagliaio, non si va molto oltre lo spazio di una buona seg. B come 208. Anche in larghezza non si sciala.

Bagagliaio

Lo stile si paga, ed il bagagliaio, nonostante il buon rivestimento, non è molto più grande di quello di un buon seg. B. C’è però un discreto spazio sfruttabile sotto il pianale tra il ruotino ed il pianale stesso ( avendo bagagli larghi, piatti ed appoggiabili sul ruotino direttamente senza danni )

Accessori

Dotazione buona: ci sono il clima automatico ( di Giulietta ), i cerchi in lega da 17, il blue tooth, quattro vetri elettrici , e gli ultimi ammenicoli elettronici e finalmentel’illuminazione dei piedi a portiera aperta.. Stupisce in negativo la presenza di due soli appoggiatesta posteriori.

Comfort

Molto buono, e milgliore di quello di 500L. A velocità autostradali il motore è quasi inavvertibile ed anche i fruscii ed i rumore di rotolamento sono minimi , per lo meno su fondi lisci. L’assorbimento delle asperità è altrettanto buono. Solo su fondi molto granulosi il rumore di rotolamento ed i fruscii si fanno sentire parecchio, segno che si può lavorare ancora un po’ sull’insonorizzazione dei passaruota .

Motore

Pezzo forte dell’auto: Assolutamente esente da vibrazioni, anche in regime di S&S grazie ai contralberi, è sornione ed elastico come un felino in Economy, diventando quasi sportivo per allungo e “gradino del turbo” in Sport. In ogni situazione sembra comunque indicare di avere una riserva potenza a disposizione ben superiore alle necessità medie della vettura ed al traffico. Un notevole passo avanti rispetto a Mjet 1 da 105 / 120 cv della passata generazione . il tutto consumando poco e rumoreggiando ancora meno. Nell’attesa di provare i 1.6 Opel , Renault ed Honda, questo motore passa meritatamente in testa al gruppo dei 1.6.

Accelerazione

Buona in Economy, quasi bruciante in Sport.

Ripresa

Nonostante i rapporti lunghetti ( 130 km/h a 2300 giri circa in VI° ) l’auto riprende senza problemi e difficoltà in assoluta surpalce in economy, ed ancora meglio in Sport, dove il motore perde in elasticità ( si sente nettamente l’ingresso della turbina ) ma guadagna in allungo.

Cambio

Il C635 di giuliettiana memoria mantiene il pomello emisferico e le buone qualità ( manovrabilità / corsa ) già avvertite sull’Alfa, ed in più elimina il problema dei rapporti contrastati. Promosso a pieni voti.

Sterzo

Leggero e preciso in Economy , diventa più pesante in Sport, ma senza migliorare significativamente la già eccellente precisione. Leggerissimo in manovra, cosa che rende la maneggevolezza dell’auto elevata nonostante la mole.

Freni

Pronti e ben modulabili

Tenuta di strada/Stabilità

Di alto livello. Rispetto a quella già buona di 500L , l’auto guadagna in precisione di guida ( sterzo ) ed in risposta del retrotreno. Nonostante l’altezza , non si piega né dondola, e trasmette elevata sicurezza anche a velocità autostradali .

Aiuti alla guida

Tra quelli di cui l’auto era dotata, ho trovato molto fastidioso l’avviso di superamento corsia, in quanto irrigidendo o contrastando lo sterzo, rendeva più difficili l’impostazione delle curve ed i sorpassi “al volo” ( per eliminarne l’effetto bisogna azionare la freccia )

Consumo

Molto buono: sia all’andata, con il selettore impostato su Economy, sia al ritorno, con il selettore impostato su sport, i consumi rilevati sono stati uguali e pari a 5,4 l/100 km.

In conclusione

Parafrasando un autore noto in realtà per ben altri scritti si potrebbe dire “Sergio!! Ancora una sforzo per poter definire 500X un’ auto premium!!” :) Scherzi a parte, abbiamo qui un’auto che , realmente , eccelle per la parte meccanica e ciclistica sia relativamente alla categoria sia in assoluto, ma poi cade su particolari facilmente rimediabili e soprattutto di impatto immediato come la qualità percepita. A maggior ragione anche perché, a ben vedere, le proporzioni plastica morbida/dura sono quelle di altre auto ben più blasonate, ma che la plastica dura la piazzano in punti invisibili o quasi.

Uh stev non la avevo vista

Poi me la godo.

Noto solo che si comincia davvero ad attribuire alla plastica soffice forse un filino di attenzione superflua ;)

Link to post
Share on other sites
Noto solo che si comincia davvero ad attribuire alla plastica soffice forse un filino di attenzione superflua ;)
Infatti su 500X secondo me il problema non è tanto la presenza/assenza della plastica morbida, quando l'amalgama complessivo di materiali, come se mancasse un po' di omogeneità nel trattamento estetico di alcuni particolari ;)
Link to post
Share on other sites
Infatti su 500X secondo me il problema non è tanto la presenza/assenza della plastica morbida, quando l'amalgama complessivo di materiali, come se mancasse un po' di omogeneità nel trattamento estetico di alcuni particolari ;)

E’ il grosso limite del family feeling della famiglia 500. Carino e riconoscibile, ma i materiali rigidi di fatto sono nella posizione inversa rispetto a dove dovrebbero essere.

CI SEDEMMO DALLA PARTE DEL TORTO VISTO CHE TUTTI GLI ALTRI POSTI ERANO OCCUPATI

Link to post
Share on other sites

eh ma se devi rifarti alla plancia di acciaio verniciato in tinta con la carrozzeria di quelle anni '60 è abbastanza scontato

in realtà a me pare la 500cross abbastanza riuscita, non goffa e con una sua indubbia originalità

se poi stev me ne parla così bene ci sarà un perchè

come ciclistica ha un retrotreno a ruote indipendenti su tutti i modelli?

sul prezzo invece mi taccio...che è meglio ;)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Similar Content

    • By Feder
      Dopo tante soluzioni intermedie, micro ibridi, start and stop evoluti è finalmente pronto al debutto su strada il vero primo diesel ibrido al mondo che sarà montato sulla 3008 Hybrid4. Sono stati infatti i francesi di Peugeot a tagliare per primi il traguardo e noi siamo venuti fino a Dinard in Bretagna per testarlo in anteprima.
      Per la prova completa e le Foto vai su: Autoappassionati.it - Test Peugeot 3008 HYbrid4
    • By Maxwell61
      Buongiorno, sono ufficialmente tra gli ibridati a GPL, ritirata stamattina. Userò questo thread per mostrarvi l'installazione dell'impianto Romano Gas sulla mia Auris e riportare consumi, costi e prestazioni ottenute.
      Ma prima di spararvi le foto dell'installazione, vi posto qualcosa che non mi aspettavo così com'è: la garanzia. Visto che sono diffuse le preoccupazioni par le conseguenza sui nostri motori, inesistenti per quanto ci risulta perchè qua nessuno è in cerca di grane e abbiamo a lungo fatto screening delle ibride gasate sul nostro forum ibrido, è argomento particolarmente importante.
      Praticamente Romano Gas applica una garanzia in estensione a quella di legge, di 3 anni totali. Nel documento di garanzia, che non pubblico per privacy sui dati, è specificata solo la data di scadenza a 3 anni dall'installazione e nessun riferimento ai km, come fosse a km illimitati. Chiamo nel pomeriggio per chiedere conferma.
      Il bello è che la garanzia non copre solo l'impianto, ma anche tutti quei particolari dell'auto la cui garanzia della casa madre decade per effetto della modifica. Le parti intaccate dall'impianto sono anche esplicitamente specificate e garantite, le trovate nei fogli che allego. Come si vede, testata, valvole, sedi valvole, etc... sono tutte esplicitamente garantite. Anzi, la lista è lunga, c'è anche il catalizzatore!
      In più, come da domanda di qualcuno, viene fornita l'assistenza stradale gratuita per quei guasti causati dall'impianto GPL che l'assistenza stradale della Toyota non coprirebbe.
      Sono abbastanza stupito, ovviamente piacevolmente, della completezza della garanzia. Resta da chiarire la storia del chilometraggio che non ho trovato da nessuna parte a meno mi sia sfuggito. Vi dirò in seguito

      Di seguito l'esplicita indicazione che la garanzia interviene per tutti quegli eventuali danni che la garanzia della Toyota non coprirebbe perchè legati all'installazione dell'impianto:


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.