Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Quanto ti piace la BMW Serie 5 2016?  

74 members have voted

  1. 1. Quanto ti piace la BMW Serie 5 2016?

    • Molto
      24
    • Abbastanza
      22
    • Poco
      22
    • Per niente
      6


Recommended Posts

Luxury Line

 

2017-BMW-5-Series-99.jpg

2017-BMW-5-Series-103.jpg

2017-BMW-5-Series-115.jpg

2017-BMW-5-Series-124.jpg

 

 

M-Sport

 

2017-BMW-5-Series-15.jpg

2017-BMW-5-Series-97.jpg

2017-BMW-5-Series-16.jpg2017-BMW-5-Series-17.jpg

2017-BMW-5-Series-18.jpg

2017-BMW-5-Series-20.jpg

2017-BMW-5-Series-21.jpg

2017-BMW-5-Series-23.jpg

2017-BMW-5-Series-29.jpg

2017-BMW-5-Series-34.jpg

2017-BMW-5-Series-35.jpg

2017-BMW-5-Series-40.jpg

2017-BMW-5-Series-41.jpg

2017-BMW-5-Series-45.jpg2017-BMW-5-Series-46.jpg
 

2017-BMW-5-Series-7.jpg

2017-BMW-5-Series-8.jpg

 

M550i

 

2017-BMW-5-Series-3.jpg

2017-BMW-5-Series-1.jpg

 

Interni

 

2017-BMW-5-Series-133.jpg

2017-BMW-5-Series-135.jpg

2017-BMW-5-Series-128.jpg

2017-BMW-5-Series-5.jpg

2017-BMW-5-Series-51.jpg2017-BMW-5-Series-65.jpg

2017-BMW-5-Series-75.jpg

2017-BMW-5-Series-80.jpg

2017-BMW-5-Series-85.jpg

2017-BMW-5-Series-68.jpg

 

 

 

 

PRESS RELEASE

 

Cita

La nuova BMW Serie 5 berlina. Più leggera, dinamica, economica e completamente interconnessa

13.10.2016 Press Kit

 

 

Nel febbraio 2017 la settima generazione della BMW Serie 5 si presenta ai mercati di tutto il mondo in una livrea più sportiva, elegante e sofisticata. Le principali innovazioni sono un ulteriore aumento della dinamica di guida, sistemi di assistenza del massimo livello, un grado d’interconnessione finora mai raggiunto, un nuovo e innovativo sistema di comando

 

 

La nuova BMW Serie 5 è più che pronta per dare seguito allo straordinario successo della generazione precedente. Nelle prime sei generazioni sono state vendute oltre 7,6 milioni di vetture della BMW Serie 5. “La settima generazione della BMW Serie 5 indica la strada verso il futuro, come lo abbiamo definito con la nostra strategia NUMBER ONE > NEXT. Leadership tecnologica, prodotti fortemente emozionanti e digitalizzazione sono i fattori principali sui quali costruiremo il nostro successo. Ampliando l’offerta nelle grandi classi automobilistiche soddisfiamo la richiesta di molti clienti. Sono certo che la nuova BMW Serie 5 non definirà i benchmark solo a livello tecnologico, ma che affascinerà anche a livello emotivo. La BMW Serie 5 è e resterá la berlina Business per eccellenza”, afferma Harald Krüger, Presidente del Board di BMW AG.

Massimo divertimento di guida e la migliore aerodinamica 
L’applicazione coerente del concetto di costruzione leggera BMW EfficientLightweight, caratterizzato da un maggiore utilizzo dell’alluminio e di acciai altoresistenziali, abbassa il peso fino a 100 chilogrammi rispetto al modello precedente. L’assetto progettato ex novo, il baricentro basso della vettura, la tipica ripartizione equilibrata delle masse tra gli assi delle vetture BMW e una scocca ad altissima resistenza alla torsione uniscono un’esperienza di guida dalla massima dinamica con il tipico comfort di viaggio della BMW Serie 5. Diverse opzioni a livello di assetto, come Integral Active Steering, combinabile adesso anche con la trazione integrale intelligente xDrive, completano il pacchetto sviluppato per offrire una dinamica di guida con la quale la BMW Serie 5 si posiziona nuovamente al vertice della propria classe. Con un coefficiente di resistenza aerodinamica fino a cx = 0,22 la nuova BMW Serie 5 berlina dalla lunghezza di 4.935 millimetri marca nuovamente il migliore valore della categoria di appartenenza.

The new BMW 5 Series Sedan (10/2016).

l prossimo passo verso la guida automatizzata 
Grazie a numerosi sistemi di assistenza del guidatore, la nuova BMW Serie 5 offre al conducente il massimo supporto, non solo in situazioni critiche ma anche in quelle che dal punto di vista della guida non risultano particolarmente impegnative, come la guida in colonna, nel traffico lento e su monotoni tratti autostradali. A questo scopo è dotata di serie di una telecamera stereo che in combinazione con i sensori radar e a ultrasuoni, offerti come optional, sorveglia l’ambiente che circonda la vettura. Oltre all’Assistente per evitare un ostacolo o l’Avvertimento di traffico trasversale, novità introdotte nella nuova BMW Serie 5 sono anche l’Assistente per il cambio di corsia e l’Assistente di mantenimento della corsia con protezione attiva anticollisione laterale. Quest’ultimo sorveglia le carreggiate e la circolazione intorno alla vettura e supporta attivamente il guidatore in caso di rischio imminente di collisione, intervenendo attivamente sul volante.

Con le funzioni ampliate della regolazione attiva della velocità (Active Cruise Control, ACC), offerta come optional, e dell’Assistente allo sterzo e di mantenimento della corsia, la BMW Serie 5 compie un ulteriore passo verso la guida automatizzata. Questo include la considerazione dei limiti di velocità, forniti al tempomat dall’optional Intelligent Speed Assist, con la possibilità per il guidatore di correggere il valore di +/– 15 km/h. A richiesta, la vettura esonera il conducente dalle manovre di accelerazione, di frenata e di sterzo da fermo fino alla velocità di 210 km/h. La funzione Auto Start Stop intelligente agisce adesso in dipendenza del percorso della strada e del traffico, offrendo un livello superiore di comfort di guida.

The new BMW 5 Series Sedan (10/2016).

Comandi intuitivi e ampio comfort
Per semplificare ulteriormente i comandi, la nuova BMW Serie 5 è equipaggiata con il sistema iDrive della nuova generazione. Nella versione top di gamma, la navigazione, il telefono e le offerte d’intrattenimento, nonché le varie funzioni della vettura, vengono visualizzate su uno schermo ad alta definizione da 10,25 pollici. Il comando avviene secondo le preferenze del guidatore: attraverso l’iDrive Controller, a voce, a gesti oppure sfiorando direttamente le superfici di comando del display. Le grandi sezioni suddivise in riquadri possono essere composte liberamente dal guidatore e aggiornano continuamente i contenuti dei menu sottostanti. Il BMW Head-Up-Display multicolore dell’ultima generazione è dotato di una superficie di proiezione ingrandita del 70 per cento rispetto al modello precedente e visualizza segnali stradali, liste telefoniche, stazioni radio, titoli di brani musicali, indicazioni di navigazione o avvertimenti emessi dai sistemi di assistenza.


Al massimo comfort a bordo provvedono anche le soluzioni porta-oggetti ampliate, il maggiore spazio alle gambe nella zona posteriore e i sedili comfort con funzione di massaggio, analogamente all’innovativo comando del sedile attraverso sensori sensibili al tatto oppure al comando della climatizzazione a quattro zone, inclusa la ionizzazione e la leggera profumazione dell’aria. Un particolare sistema d’incapsulamento del motore (SYNTAK), il parabrezza e il cielo del tetto a isolamento acustico riducono in modo sensibile la rumorosità nell’abitacolo. Tutti i proiettori della BMW Serie 5 berlina sono equipaggiati di serie con tecnica LED. Come optional sono disponibili proiettori adattivi a LED con distribuzione variabile del fascio luminoso, inclusa la luce per le rotatorie e la luce abbagliante antiriflesso BMW Selective Beam dalla portata fino a 500 metri.

The new BMW 5 Series Sedan (10/2016).

Interconnessione moderna di vettura, uomo e ambiente esterno
La nuova BMW Serie 5 affascina anche a livello d’interconnessione: a questo scopo l’ampia offerta di BMW ConnectedDrive è stata integrata da servizi nuovi che consentono al professionista in viaggio di aumentare il comfort e di risparmiare del tempo. Questi comprendono la nuova offerta ParkNow per la prenotazione e il pagamento digitali di parcheggi, la ricerca intelligente di parcheggio On-Street Parking Information e il Park Assistant, offerto come optional, che rileva posti liberi e parcheggia automaticamente la vettura. Grazie al servizio Microsoft Exchange, per la prima volta gli utenti di Microsoft Office 365 potranno sincronizzare le e-mail, gli appuntamenti nel calendario e i contatti e gestirli anche a bordo della vettura. Con l’optional Remote Parking la nuova BMW Serie 5 può essere telecomandata con la chiave della vettura in parcheggi particolarmente stretti. Inoltre, è stata ulteriormente ottimizzata l’integrazione di smartphone: da Apple CarPlay, che per la prima volta è stato integrato da un produttore automobilistico completamente senza cavi, alla carica induttiva del telefono e al WiFi-hotspot per un massimo di dieci dispositivi.

Contenuti personalizzati grazie a BMW Connected Onboard
Dal luglio 2016 BMW Connected, l’assistente personale e digitale di BMW, è disponibile anche in Europa. La prossima fase di sviluppo con ulteriori servizi sarà introdotta nella nuova BMW Serie 5. Grazie a BMW Connected Onboard, il guidatore ha sempre sotto controllo tutte le informazioni relative alla sua mobilità. Lo schermo personalizzato visualizza i contenuti più importanti, come le prossime destinazioni di navigazione e l’ora di arrivo prevista dall’agenda personale di mobilità, trasmessi direttamente dallo smartphone alla vettura. Con Remote View 3D il guidatore può visualizzare sullo smartphone immagini tridimensionali della zona che circonda la vettura, così da avere sempre la sua automobile sotto controllo.

BMW 530i e BMW 540i: i nuovi motori a benzina 
Tutti i propulsori fanno parte della nuova famiglia di motori BMW EfficientDynamics a struttura modulare. Grazie alla tecnologia BMW TwinPower Turbo, questi propulsori abbinano l’eccellente potenza con un’efficienza esemplare. Al momento di lancio sono disponibili due motori a benzina e due propulsori diesel, a trazione posteriore oppure dotati della trazione integrale intelligente BMW xDrive.

Il nuovo quattro cilindri da 2.000 cc della BMW 530i mette a disposizione la coppia massima di 350 Nm e sviluppa una potenza di picco di 185 kW/252 CV. Il consumo di carburante nel ciclo combinato è di 5,4 litri/100 km*, con emissioni di CO2 di 126 g/km – una riduzione di oltre l’11 per cento rispetto al modello precedente. La BMW 530i accelera da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi e raggiunge 250 km/h.

La motorizzazione top di gamma momentanea è la nuova BMW 540i cheeroga 250 kW/340 CV. Il sei cilindri in linea da 3.000 cc offre una potenza di 450 Nm. Nonostante la potenza e la dinamica di guida superiori, il consumo nel ciclo combinato è di solo 6,5 l/100 km; questo corrisponde a un valore di CO2 di 150 g/km*. In combinazione con xDrive la BMW 540i accelera da 0 a 100 km/h in solo 4,8 secondi.

BMW 520d e BMW 530d: i nuovi diesel 
Con il quattro cilindri diesel da 140 kW/190 CV la nuova BMW 520d offre una coppia massima di 400 Nm. Il consumo e le emissioni di CO2 sono rispettivamente di 4,1 l/100 km* e di 108 g/km per la versione a cambio manuale, mentre per lo Steptronic a otto rapporti sono 4,0 l/100 km* e 107 g/km. La berlina accelera da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi (Steptronic). La velocità massima è di 237 km/h.

* I valori di consumo sono parzialmente provvisori e sono stati rilevati in base al ciclo di prova UE e variano a seconda della misura degli pneumatici selezionata.

Ma anche la nuova BMW 530d offre vantaggi a livello di dinamismo ed efficienza. Grazie alla potenza di 195 kW/265 CV e alla coppia massima di 620 Nm, il sei cilindri in linea supera nettamente il proprio predecessore. Nonostante ciò, la BMW 530d si accontenta di un consumo nel ciclo combinato di 4,5 l/100 km* e di emissioni di CO2 di 118 g/km, migliorando del 13 per cento circa rispetto al motore precedente. La nuova BMW 530d accelera da 0 a 100 km/h in solo 5,7 secondi; la velocità massima viene limitata elettronicamente a 250 km/h.

Campione di CO2, ibrida plug-in e sportiva a otto cilindri
Già poco dopo l’esordio sul mercato, BMW completerà la gamma della nuova BMW Serie 5 con tre ulteriori motorizzazioni. Nella BMW 520d EfficientDynamics Edition con Steptronic a otto rapporti il quattro cilindri diesel da 140 kW/190 CV si presenterà nella sua forma più efficiente e permetterà alla berlina di marcare le emissioni di CO2 più basse della propria classe con solo 102 g/km (corrisponde a un consumo nel ciclo combinato di 3,9 l/100 km*).

Nel marzo 2017 debutterà la BMW 530e iPerformance, la BMW Serie 5 berlina con propulsore ibrido plug-in. La combinazione di concetto di propulsione elettrica BMW eDrive e di motore quattro cilindri a benzina realizzerà delle emissioni di CO2 estremamente basse di solo 46 g/km (2,0 l/100 km)*. La potenza di sistema sarà di 185 kW/252 CV.

Al vertice della gamma sportiva della nuova BMW Serie 5 si posizionerà provvisoriamente, a partire da marzo 2017, la BMW M550i xDrive, con motore otto cilindri a V da 340 kW/462 CV e coppia di 650 Nm che non affascinerà solo per il suo impressionante potenziale di potenza ma anche a livello di efficienza (consumo nel ciclo combinato 8,9 l/100 km, emissioni di CO2 204 g/km*). La BMW M550i xDrive accelererà da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi.

* I valori di consumo sono parzialmente provvisori e sono stati rilevati in base al ciclo di prova UE e variano a seconda della misura degli pneumatici selezionata.

Varianti di modello disponibili al momento di esordio l‘11. febbraio 2017

BMW 530i/BMW 530i xDrive: motore quattro cilindri a benzina, Steptronic a 8 rapporti.
Cilindrata: 1.998 cm3.
Potenza: 185 kW/252 CV da 5.200 g/min a 6.500 g/min.
Coppia massima: 350 Nm da 1.450 g/min a 4.800 g/min.
Accelerazione (0–100 km/h): 6,2 s (6,0 s).
Consumo nel ciclo combinato: 5,4 l/100 km (5,7 l/100 km)*.
Emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 126 g/km (133 g/km)*.

BMW 540i/BMW 540i xDrive: motore sei cilindri a benzina, Steptronic a 8 rapporti.
Cilindrata: 2.998 cm3.
Potenza: 250 kW/340 CV da 5.500 g/min a 6.500 g/min.
Coppia massima: 450 Nm da 1.380 g/min a 5.200 g/min.
Accelerazione (0–100 km/h): 5,1 s (4,8 s).
Consumo nel ciclo combinato: 6,5 l/100 km (6,7 l/100 km)*.
Emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 150 g/km (156 g/km)*.

BMW 520d/BMW 520d xDrive: motore quattro cilindri diesel, cambio manuale a 6 rapporti/Steptronic a 8 rapporti (xDrive: Steptronic a 8 rapporti).
Cilindrata: 1.995 cm3.
Potenza: 140 kW/190 CV a 4.000 g/min.

Coppia massima: 400 Nm da 1.750 g/min a 2.500 g/min.
Accelerazione (0–100 km/h): 7,7 s/7,6 s (7,6).
Consumo nel ciclo combinato: 4,1 l/100 km/4,0 l/100 km (4,2 l/100 km)*.
Emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 108 g/km/107 g/km (112 g/km)*. 

BMW 530d/BMW 530d xDrive: motore sei cilindri diesel, Steptronic a 8 rapporti.
Cilindrata: 2.993 cm3.
Potenza: 195 kW/265 CV a 4.000 g/min.

Coppia massima: 620 Nm da 2.000 g/min a 2.500 g/min.
Accelerazione (0–100 km/h): 5,7 s (5,4 s).
Consumo nel ciclo combinato: 4,5 l/100 km (4,7 l/100 km)*.
Emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 118 g/km (125 g/km)*.

* I valori di consumo sono stati rilevati in base al ciclo di prova UE e variano a seconda della misura degli pneumatici selezionata. () Valori BMW xDrive 

Varianti di modello dal marzo 2017

BMW 530e iPerformance: motore quattro cilindri a benzina più motore elettrico BMW eDrive (ibrido plug-in), Steptronic a 8 rapporti.
Cilindrata: 1.998 cm3.
Potenza di sistema: 185 kW/252 CV da 4.460 g/min a 6.500 -1.
Coppia massima totale: 420 Nm da 1.450 g/min a 4.000 g/min.
Accelerazione (0–100 km/h): 6,2 s.
Autonomia elettrica: 45 km*
Consumo nel ciclo combinato: 2,0 l/100 km*.

Emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 46 g/km*.

BMW 520d EfficientDynamics Edition: motore quattro cilindri diesel, Steptronic a 8 rapporti.
Cilindrata: 1.995 cm3. Potenza: 140 kW/190 CV a 4.000 g/min.
Coppia massima: 400 Nm da 1.750 g/min.
Accelerazione (0–100 km/h): 7,5 s.
Consumo nel ciclo combinato: 3,9 l/100 km*.
Emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 102 g/km*.

BMW M550i xDrive: motore otto cilindri a benzina, Steptronic a 8 rapporti.
Cilindrata: 4.395 cm3.
Potenza: 340 kW/462 CV a 5.500 g/min.
Coppia massima: 650 Nm da 1.800 g/min.

Accelerazione (0–100 km/h): 4,0 s.
Consumo nel ciclo combinato: 8,9 l/100 km*.
Emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 204 g/km*.



Ulteriori informazioni relative al consumo ufficiale di carburante, alle emissioni ufficiali di CO2, al consumo di corrente elettrica di autovetture nuove sono descritte nel “Leitfaden über Kraftstoffverbrauch, die CO2-Emissionen und den Stromverbrauch neuer Personenkraftwagen” disponibile in lingua tedesca in tutti i punti di vendita della Deutsche Automobil Treuhand GmbH (DAT), Hellmuth-Hirth-Str. 1, 73760 Ostfildern-Scharnhausen e sul sito http://www.dat.de/en/offers/publications/guideline-for-fuel-

 

 

 

---------------------------------------------------------

Station: BMW Serie 5 Touring 2017

Spy: BMW Serie 5 VII - Prj. G30 (Spy)

---------------------------------------------------------

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho difficoltà a distinguere il muso di questa con quella della serie 7.

  • I Like! 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Escludendo le forzature della linea esterna, che ho già sottolineato nel topic Spies e che non mi garbano molto,  devo ammettere che a livello di design, dettagli e finiture interne, sono riusciti a raggiungere l'apice di questo linguaggio stilistico BMW degli ultimi anni.

Il tunnel centrale, gli scomparti a scomparsa e la zona cambio/i-drive presentano davvero una buona resa visiva.
Bellissimo il cruscotto digitale bmw di seconda generazione (già il primo era il mio preferito)...rispetto agli altri sembra 10 volte meno "patacca" e degna evoluzione dei cruscotti analogici.

 

Davvero ben fatto... Classe E resta dietro Imho.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di BMW mi e' sempre piaciuto il fatto che rimangono con lo stesso stile, cioè con quello che le contraddistingue.

 

Come anche altri marchi però, si esagera in tutto e mi riferisco agli appesantimenti. Specialmente sugli interni dove non si riesce ad avere un quadro chiaro, quasi fa venire la nausea come quelle camicie a righe strette.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, mikisnow dice:

Di BMW mi e' sempre piaciuto il fatto che rimangono con lo stesso stile, cioè con quello che le contraddistingue.

 

Come anche altri marchi però, si esagera in tutto e mi riferisco agli appesantimenti. Specialmente sugli interni dove non si riesce ad avere un quadro chiaro, quasi fa venire la nausea come quelle camicie a righe strette.

 

Io sono molto più stordito dalle linee esterne, che non da quelle degli interni...boh... -.-'

  • I Like! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, RayLaMontagna dice:

 

Io sono molto più stordito dalle linee esterne, che non da quelle degli interni...boh... -.-'

Perché pensavo che la guido da star dentro! :D

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

No CFRP in construction!

 

Quote

Large load-bearing members in the new BMW 5-Series Sedan, and strategic use of high- and ultra-high-strength steels in the roof, side members and rear, give the body high structural strength. The bonnet, boot lid, engine cross-member, rear side-members, roof and doors are constructed from aluminium. The doors, with laser-cut outer panelling, have an aluminium shell construction, which maximises the weight-reducing benefits of this material when used in combination with state-of-the-art production technologies. At only around six kilograms (including the hinges and door brake), these doors are currently the lightest in this segment.

The use of hot-stamped steels, aluminium alloys and multi-phase steels in the safety passenger cell provides high rigidity, for the best possible passive safety and low weight. The cast magnesium instrument panel support is up to two kilograms lighter than the steel version used on the previous model.

Big weight savings have also been achieved for the chassis components. To take just one of many examples, the integration of the electric parking brake into the rear brake callipers brings weight savings of approximately three kilograms. Altogether, the weight savings on the brakes, wheels and tyres add up to a reduction of more than nine kilograms in unsprung mass, with noticeable benefits for dynamics and ride comfort.

For the first time, the boot lid of the BMW 5-Series Sedan is made entirely of aluminium, bringing a weight saving of 4.2 kilograms. And a further half kilogram has been shed thanks to use of the natural fibre kenaf in the inner lining of the boot lid. Kenaf's high recyclability means it is also has a high sustainability factor and is very eco-friendly.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riporto di qua quanto scritto sull'altro topic...

 

Per me è da promozione con lode!

Sia dentro che fuori la trovo proporzionata ed equilibrata; ecco forse l'aggettivo equilibrata è quello che più gli si addice! Han fatto un uso sapiente delle cromature che tanto piacciono ai "nuovi ricchi" senza arrivare agli eccessi delle ultime Benz.

 

Le critiche da fare saranno sulle discutibili scelte tecniche, 3L e sospensioni anteriori in primis!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By Pandino
      Accessori M Performance                   via BMW   ————————————————————————————————————
      SPY TOPIC ⤵️
       
      https://www.autopareri.com/forums/topic/51108-bmw-serie-2-grancoupé-prj-f44-spy
       
       
      ————————————————————————————————————
    • By fastfreddy
      Eccomi a parlare della mia “nuova vecchietta”, una BMW 630i smg del 2005 (con la quale ho percorso fin'ora circa 2k km). Vi chiederete come faccia a conoscere così bene questa macchina dopo così pochi chilometri e soli due mesi, ma va detto che “scendo” dalla sorella diretta, una BMW Serie 5 E60 (vettura tecnicamente molto simile per non dire identica), che ho avuto per 13 anni. Vi parlerò della 6 anche in controluce alla mia precedente vettura.
       
      Mi rendo conto che è un acquisto che va spiegato; quindi vi rubo due minuti in più. E' stato fatto un po' d'impulso ma non senza aver prima riflettuto sull'auto che avrebbe dovuto sostituire la mia ormai claudicante 525d. Non avendo più bisogno di viaggiare molto, ho deciso finalmente di prendermi qualcosa di sfizioso, senza l'assillo di dover guidare un diesel. Non ho la passione per le auto sportive vere e proprie né per la novità fine a sé stessa ...forse sto invecchiando (anzi, sicuramente) ma mi sento legato alle macchine attorno ai primi del 2000 ...non c'è una ragione precisa: credo dipenda dal fatto che ho vissuto più intensamente la mia passione motoristica proprio in quel periodo ...o forse perché avevo 40 anni e non 50 come ora ...e poi mi piacciono le GT (per divertimento vero e proprio uso la moto). Infine non volevo spendere molti soldi. Questo per dire dei ragionamenti che stanno dietro l'acquisto di un'auto così "vecchia".
       
      Prendersi una vettura di 15 anni, certo non la prima che passa, è una scelta abbastanza in contro-tendenza (soprattutto se è l'unica auto) ma forse non così dissennata come potrebbe sembrare quando si parla di automobili un po' di nicchia come questa, vetture che spesso vengono acquistate da nuove per divertissement e che quindi finiscono per passare gran parte della loro vita in fondo a un garage. Guardandomi un po' in giro infatti mi sono reso conto che generalmente le BMW Serie 6 (o altre come le Audi S5 che pure avevo considerato) sono auto poco chilometrate e piuttosto ben tenute. Peraltro con un motore a benzina anche vecchiotto non si avranno grossi problemi di circolazione ancora per diversi anni.
       
      La mia l'ho acquistata sui due piedi anche perché di macchine dotate di questo cambio ce ne sono veramente poche, per non dire nessuna, nemmeno sul mercato tedesco. Il cambio SMG (un robotizzato) è un optional che mi intriga da sempre ma che non ho mai avuto occasione di acquistare (le BMW diesel non possono esserne equipaggiate). La macchina sembrava molto ben tenuta, aveva un chilometraggio decente (110k km ...abbastanza compatibile con l'età e l'aspetto) e soprattutto dalla manutenzione si evinceva che era stata almeno un po' utilizzata, insomma non era rimasta ferma per dei mesi (preferisco un'auto usata poco ma sempre a una ferma) …quindi, affare fatto, la compro! ...e quando mi ricapita una 630i smg.
       
      Ma veniamo alla macchina. In verità una Serie 6, per chi guida BMW e soprattutto una Serie 5, non è un'auto così esotica: il telaio lo conosco bene (stessa famiglia di prodotti, come dicevo, tant'è che venivano assemblate sulla medesima linea di montaggio) e lo stile di C. Bangle mi è ormai entrato nel sangue. In ogni caso devo dire che la E63 è un'auto abbastanza diversa dalla sorella a 4 porte, abbastanza da farsi apprezzare per le sue caratteristiche peculiari. Sorvolo sul design perché so che le BMW di quel periodo hanno fatto molto discutere ...la macchina è nota, ognuno si sarà fatto un'idea vedendola per strada. Dirò solo che mi sembra invecchiata molto bene. Se nel 2005 poteva sembrare stravagante, oggi a mio modo di vedere fa la figura della bella auto.
       
      Un grosso coupé 2+2 è ovviamente molto più abitabile: lo spazio veramente abbondante (nonostante le mie lunghe gambe non ho necessità di arretrare completamente il sedile) e le vetrature estese (oltre al tetto panoramico), contribuiscono a creare un abitacolo molto più arioso e tutt'altro che claustrofobico come può capitare con coupé più piccoli. Inoltre guidare un pò sdraiati è sempre una bella sensazione per chi ama la guida sportiva. Insomma, stare a bordo della Serie 6 è veramente piacevole e anche ergonomicamente la vettura mi sembra più apprezzabile della berlina. Naturalmente tutto ciò comporta la rinuncia a trasportare passeggeri in seconda fila visto che i posti a loro riservati sono poco più che di fortuna ...del bagagliaio invece non ci si può lamentare (peccato che il primo proprietario non abbia ordinato gli schienali abbattibili).
       
      Anche dinamicamente la macchina riesce a discostarsi quel tanto che basta dalla berlina da non sembrarne una replica sotto mentite spoglie. Le qualità di questa piattaforma (che ha una discreta agilità ma soprattutto un rigore di altissimo livello, dato da tenuta e stabilità impeccabili ad ogni andatura) si ritrovano tutte anche nella E63, ma la coupé riesce ad essere più affilata e coinvolgente, com'è giusto che sia, anche se molto del merito va al suo strepitoso 6 cilindri in linea. Anche per ciò che riguarda il comfort di marcia devo dire che la macchina si difende piuttosto bene, presentando addirittura il “difetto” (se così vogliamo definirlo) di dare poco e niente l'impressione della velocità a cui si viaggia. Il problema è che il 3.0 spinge sempre tanto e quindi fa guadagnare velocità e percorrere metri alla Serie 6 con disarmante rapidità, più di quanto sarebbe lecito attendersi da un motore che ad andature turistiche gira sornione. La 630i sarebbe autolimitata a 250km/h ma credo sia più una limitazione sulla carta che reale perché dopo i 230-240 perde lo slancio che l'ha portata in fretta a queste andature. In ogni caso il propulsore, benché non disponga di una cavalleria esorbitante né della sovralimentazione, è piuttosto brillante e, in modalità sport, dimostra di avere anche un bel caratterino. Ad ogni velocità la macchina è perfettamente a suo agio tant'è che non esiste una vera andatura di crociera ideale; anche i 200 all'ora sono perfettamente sostenibili per ore. Temevo di rimpiangere la spinta vigorosa del turbo, soprattutto nelle riprese, e invece mi ritrovo con un propulsore che anche oltre i 200 km/h dimostra di avere ancora molto fiato e una spinta sempre consistente. E' proprio vero che niente rimpiazza i centimetri cubi...
       
      Ma partiamo dall'inizio visto che qualche parola in più sul motore di una BMW che si rispetti va detta ...il propulsore è il classico 6 cilindri in linea a benzina da 3 litri di scuola bavarese, nella declinazione da 258 cavalli, prima versione dell'allora appena rinnovato straight-six, il quale ha il pregio di essere particolarmente leggero grazie all'impiego del magnesio, utilizzato nella parte esterna del monoblocco. Utilizzare questo propulsore è una gioia per i sensi: si viaggia letteralmente sul velluto ed è musica per le orecchie, caratteristiche che valgono da sole il prezzo della macchina (soprattutto quando costa poche migliaia di euro e non 65k come da nuova). L'equilibrio intrinseco a questa architettura offre un'erogazione morbidissima e molto regolare, sostenuta da una piacevole coppia di 300nm, direi quasi da motore elettrico, che me lo fa preferire anche ai V8. Motore in grado di muovere agevolmente i 16 quintali della 630i, che tutto sommato oggi come oggi fanno la loro bella figura in mezzo a macchine, anche più piccole, che ormai difficilmente scendono sotto i 17-18 quintali. Spingendo forte il 6L tira fuori una bella grinta con sonorità da motore sportivo in grado di appagare i palati più fini senza tuttavia essere sguaiato come quello di una M3 (giustamente). Parlando di consumi, a occhio direi che nel ciclo misto siamo prossimi ai 10 km/l (in ogni caso, chissenefrega, almeno per quanto mi riguarda).
       
      Parlando di SMG va pure spesa più di una parola visto che si tratta di una mosca bianca nel panorama dei cambi. E' un sistema robotizzato abbastanza semplice che prevede degli attuatori elettro-idraulici che agiscono sul cambio secondo programmi preimpostati o dietro impulso del guidatore. La dolcezza della cambiata varia al variare della pressione sul gas (che si può tenere premuto durante il cambio marcia): sfiorandolo avremo un cambio marcia quasi impercettibile mentre premendolo normalmente otterremo una cambiata più vigorosa; affondando il pedale l'SMG lascia che il motore allunghi, tirando delle discrete "fucilate", contribuendo a fornire sensazioni da vera auto sportiva, soprattutto in modalità "sport" (che, oltre a velocizzare le cambiate, rende la risposta del motore più vivace e "apre" gli scarichi). Rispetto ad un tradizionale cambio a convertitore il sistema è naturalmente meno confortevole, e ritorna tutta la sensazione "macchinosa" di un comando manuale (cosa che adoro), ma personalmente lo trovo molto più godibile perché, benché sia più brusco (non sempre in verità ...con un fio di gas i cambi marcia sono quasi impercettibili), non presenta l'antipatico slittamento tipico del convertitore di coppia. La frizione viene gestita esattamente come farebbe il guidatore, anzi meglio. In pratica ne vengono dei perfetti cambi marcia senza dover fare nulla. Non mancano nemmeno il lounch control (di cui è meglio non abusare, come ricordato dal libretto d'uso e manutenzione) e la doppietta in scalata, più scenografica che utile. Quello che colpisce in definitiva, venendo da un cambio automatico tradizionale, è l'intelligenza del sistema che dimostra metro dopo metro di sapersi adattare, praticamente in tempo reale, allo stile di guida e alle condizioni in cui si trova il veicolo (affidandosi, immagino, anche ai sensori del controllo di stabilità), molto meglio di quanto non faccia un cambio automatico tradizionale. Tutto ciò ovviamente consente un uso ottimizzato del cambio che dovrebbe riflettersi positivamente anche in termini di durata, altra cosa per la quale mi sono deciso a comprarla. Per quanto mi riguarda è un plus notevole che dà un sapore completamente diverso alla Serie 6, mediando molto bene l'esigenza di avere una modalità automatica (che peraltro non costringe a tenere il piede sul freno da fermi) alla voglia di divertirsi alla guida. Viene da chiedersi perché questi sistemi non abbiano avuto maggior fortuna. Come accade sulle moto BMW (che hanno un tasto dedicato agli indicatori di direzione per ogni lato), anche nelle auto i bavaresi non rinunciano ad alcune stranezze, ormai divenute marchio di fabbrica, come il funzionamento delle farfalle al volante che entrambe eseguono il medesimo comando; tirando si sale di marcia, premendo si scala ...una manovra per niente naturale, che richiede un certo apprendistato.
       
      Le cose che convincono meno sono lo sterzo e i freni. Il primo non è il punto forte di queste vetture, però non si può nemmeno dire che sia malvagio ...certo, una volta provato quello della Giulia sembrano tutti comandi mediocri, ma in ogni caso si fa apprezzare per la sua consistenza e una discreta precisione, caratteristiche che, unite all'assetto veramente in grado di adattarsi a ogni situazione, consentono di godersi anche le strade più tortuose, evidenziando un sotto-sterzo meno invadente di quello della berlina. I freni invece, come su tutte le BMW (che ho avuto), non sono mai veramente all'altezza del compito. Dovrò far venire qualche mal di testa al mio meccanico per migliorare l'impianto... 
       
      Come pure la E60, anche questa Serie 6 è una vettura piuttosto ben costruita e che, nonostante avesse lasciato adito a qualche dubbio all'epoca del lancio (le BMW precedenti sembravano costruite meglio), ha dimostrato di reggere bene il passare degli anni (come d'altronde la mia 5). Certo, molto dipende dall'uso che se ne fa ma la vettura non presenta difetti evidenti e gli interni, a distanza di 15 anni, sono esenti dal benché minimo scricchiolio ...in ogni caso trovare un esemplare ben conservato non è impresa impossibile, come dicevo. Per il resto è la "solita" BMW, automobili alle quali è francamente difficile trovare grossi difetti. La qualità costruttiva bavarese si vede plasticamente in questa vecchietta che non dimostra i suoi 5 lustri. L'unica cosa che veramente dimostra tutti i suoi anni è ovviamente il sistema di infotainment, ma d'altronde la tecnologia corre molto più veloce delle automobili. In compenso la strumentazione analogica è sempre una gioia per gli occhi.
       
       
      Questa 630i E63 è proprio la macchina che mi aspettavo, una GT a tutto tondo della quale mi sono già innamorato e dalla quale fatico a scendere...
       
       
       
       
       
       
       
       





×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.