Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
Laevus

Ibride: la problematica del calcolo consumo

Recommended Posts

-----------------------------------

 

EDIT STAFF

 

Discussione creata con uno split di questa: L'impatto dei carburanti sull'ambiente: ecco i numeri

 

-----------------------------------

 

 

 

 

On 5/11/2019 at 11:19, AlexMi scrive:
I consumi del diesel non sono del 13% inferiori a quelli del benzina, ma ben di più, quindi i motori diesel emettono meno CO2.E le ibride in autostrada sono delle vetture a benzina, soltanto più pesanti.   

Dispiace, ma non è vero. Io guido da tempo delle Prius e delle diesel che in autostrada abbiano consumi inferiori ai miei ne vedo ben poche. E di benzina normali nessuna.

 

 

Sia perché è un'auto molto ben profilata. Sia perché ha un benzina ad alto rendimento. Sia perché fino a 110-120 può veleggiare a termico spento (non ha frizioni: rapporto di trasmissione infinito). Sia perché ha la frenata rigenerativa (max 32kW). Sia perché ha una trasmissione a rapporto variabile con enorme estensione (posso stare a 1000 giri anche alla velocità massima) e può scegliere il numero di giri ideale per erogare una certa potenza in modo totalmente indipendente dalla velocità. Sia perchè il supporto elettrico, se serve una forte variazione di potenza, è sempre attivo.

 

Ecco, l'ibrido in autostrada è tutto questo.

  • I Like! 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Laevus scrive:


Dispiace, ma non è vero. Io guido da tempo delle Prius e diesel che in autostrada abbiano consumi inferiori ai miei ne vedo ben pochi.
Sia perché è un'auto molto ben profilata. Sia perché ha un benzina ad alto rendimento. Sia perché fino a 110-120 può veleggiare a termico spento (non ha frizioni: rapporto di trasmissione infinito). Sia perché ha la frenata rigenerativa (max 32kW). Sia perché ha una trasmissione a rapporto variabile con enorme estensione (posso stare a 1000 giri anche alla velocità massima) e può scegliere il numero di giri ideale per erogare una certa potenza in modo totalmente indipendente dalla velocità. Sia perchè il supporto elettrico, se serve una forte variazione di potenza, è sempre attivo. Ecco, l'ibrido in autostrada è tutto.

Sembra un po' uno spot pubblicitario, che vale come tale.

Le auto ben profilate ci sono con qualsiasi alimentazione, il vantaggio del veleggio in rilascio è bassissimo nella realtà (con le auto tradizionali hai comunque il taglio del carburante in rilascio che avviene solo prima della uscita), la frenata rigenerativa a velocità costante autostradale non entra in funzione, i rapporti lunghissimi ormai li hanno tutte le vetture con trasmissione automatica a 8 o 9 marce, ed è meglio evitare forti variazioni di potenza, sia per evitare l'effetto scooter, sia per non mandare i consumi alle stelle.

Con un diesel guidando con le stesse attenzioni che hanno i guidatori delle auto ibride si ottengono percorrenze miracolose (tranne in città, come già detto).

 

  • I Like! 2
  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sembra un po' uno spot pubblicitario, che vale come tale.

No, si chiama elettrificazione. Ok, ho capito il tuo punto di vista.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Laevus scrive:


No, si chiama elettrificazione. Ok, ho capito il tuo punto di vista.
 

Chiamala come vuoi, ma non è la panacea di tutti i mali. 

Su Automobilismo la prova su strada della nuova BMW 120d ha rilevato un consumo di 18,5 km/lt in autostrada a 130 km/h, per la Prius nel 2016 avevano rilevato poco più di 15 km/lt, e stiamo parlando della ibrida più efficiente che c'è, con forme che comportano molti compromessi, altre ibride hanno risultati ben meno virtuosi.

Una vettura con 190 cv che vola in confronto alla Prius, se prendi la 116d ha consumi ancora inferiori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, AlexMi scrive:

I consumi del diesel non sono del 13% inferiori a quelli del benzina, ma ben di più, quindi i motori diesel emettono meno CO2.

dipende...

con motore particolarmente freddo sono superiori nel diesel, in condizioni di giri medi e carico medio (test effettuato da me in salita a 80km/h in quarta con cruise controll) a parità di cilindrata e modello di auto la differenza di consumi è proprio attorno al 14%

chiaramente aumenta il divario con carico bassissimo oppure carico e giri alti

7 ore fa, AlexMi scrive:

Su Automobilismo la prova su strada della nuova BMW 120d ha rilevato un consumo di 18,5 km/lt in autostrada a 130 km/h, per la Prius nel 2016 avevano rilevato poco più di 15 km/lt

quei 15km/l sono pura fantasia...

 

la toyota auris station wagon hybrid (con powertrain di precedente generazione e peggiore aerodinamica della prius) ne ha registrati 16.7 in autostrada...

sarei quindi curioso come la prius di ultima generazione possa fare "poco più di 15" 

ho visto un video su youtube, a 145 di tachimetro (139-140 reali) il consumo istantaneo è 5.9L/100km

quindi mal che vada, a 130 di gps fa 17.qualcosa km/l

 

7 ore fa, AlexMi scrive:

Una vettura con 190 cv che vola in confronto alla Prius

confrontiamo le prestazioni con la nuova corolla da 180cv e poi ne riparliamo... 

certo la trazione posteriore è più efficiente nello spunto da fermo e la velocità di punta sarà superiore ma non credere che nella ripresa a velocità basse e media cambi molto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, tonyx scrive:

dipende...

con motore particolarmente freddo sono superiori nel diesel, in condizioni di giri medi e carico medio (test effettuato da me in salita a 80km/h in quarta con cruise controll) a parità di cilindrata e modello di auto la differenza di consumi è proprio attorno al 14%

chiaramente aumenta il divario con carico bassissimo oppure carico e giri alti

quei 15km/l sono pura fantasia...

 

la toyota auris station wagon hybrid (con powertrain di precedente generazione e peggiore aerodinamica della prius) ne ha registrati 16.7 in autostrada...

sarei quindi curioso come la prius di ultima generazione possa fare "poco più di 15" 

ho visto un video su youtube, a 145 di tachimetro (139-140 reali) il consumo istantaneo è 5.9L/100km

quindi mal che vada, a 130 di gps fa 17.qualcosa km/l

 

confrontiamo le prestazioni con la nuova corolla da 180cv e poi ne riparliamo... 

certo la trazione posteriore è più efficiente nello spunto da fermo e la velocità di punta sarà superiore ma non credere che nella ripresa a velocità basse e media cambi molto

 

I consumi di cui parlo io sono rilevati con strumentazione certificata, strada perfettamente in piano e assenza di scie di altre auto. Insomma sono dati oggettivi, le rilevazioni artigianali non valgono nulla.

PS: la nuova BMW serie 1 è una trazione anteriore...

Edited by AlexMi

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, AlexMi scrive:

I consumi di cui parlo io sono rilevati con strumentazione certificata, strada perfettamente in piano e assenza di scie di altre auto. Insomma sono dati oggettivi, le rilevazioni artigianali non valgono nulla.

guarda che i 16.1 li ha rilevati alvolante

e con cerchi da 17

con quelli da 15 fa sicuro i 16.5

che non sono i 15 e qualcosa

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, tonyx scrive:

guarda che i 16.1 li ha rilevati alvolante

e con cerchi da 17

con quelli da 15 fa sicuro i 16.5

che non sono i 15 e qualcosa

QR di settembre 2017, anche li consumo rilevato a 130 km/h:

15,0 km/lt

con metodo e strumentazione certificati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le procedure di 4R per i consumi degli ibridi sono scritte sull'acqua. Autocertificate più che altro. Su questo argomento vedere i post di@Maxwell61.
Il problema è che la rilevazione del consumo ibrido, con una doppia sorgente di energia contemporaneamente attiva, ha maggiore complessità e richiede procedure specifiche che necessitano di più tempo. In una parola, è più costosa.
Ma sono convinto che, con i recenti grandi cambiamenti del gruppo VW nel senso dell'elettrificazione, 4R finalmente troverà risorse adeguate da investire in questo settore. :)

Circa il consumo stabilizzato a 130kph, quello che viene preso a rappresentanza del consumo autostradale, la Prius4 oscilla intorno ai 5 l/100km. Dati abbastanza attendibili, perché usiamo strumentazione OBD e acquiamo ed elaboriamo log.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Laevus scrive:

Le procedure di 4R per i consumi degli ibridi sono scritte sull'acqua. Autocertificate più che altro. Su questo argomento vedere i post di@Maxwell61.
Il problema è che la rilevazione del consumo ibrido, con una doppia sorgente di energia contemporaneamente attiva, ha maggiore complessità e richiede procedure specifiche che necessitano di più tempo. In una parola, è più costosa.
Ma sono convinto che, con i recenti grandi cambiamenti del gruppo VW nel senso dell'elettrificazione, 4R finalmente troverà risorse adeguate da investire in questo settore. :)

Circa il consumo stabilizzato a 130kph, quello che viene preso a rappresentanza del consumo autostradale, la Prius4 oscilla intorno ai 5 l/100km. Dati abbastanza attendibili, perché usiamo strumentazione OBD e acquiamo ed elaboriamo log.

20 km/it a 130 km/h su strada pianeggiante?

Ok, è tutto chiaro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By KimKardashian
      Honda presenta la nuova Jazz in Europa, dopo l'anticipazione della Jazz/Fit al Salone di Tokyo 2019. 
      Le differenze con il modello del "sol Levante" sono limitate a particolari estetici e dal fatto che in Europa sarà disponibile esclusivamente ibrida a marchio " e:Technology".
      Inoltre, sempre solo per il mercato Europeo, sarà disponibile una nuova variante "Crosstar".
      Tra i suoi punti di forza sicuramente lo spazio interno, dove Honda dichiarata, che sarà da primato per la categoria delle segmento B. 
      I montanti anteriori, ridotti in sezione del 50%, faranno aumentare la visibilità anteriore, mentre il parabrezza più ampio lascia entrare più luce in abitacolo.
      Resta invariato il posizionamento del serbatoio carburante (tra i sedili anteriori e posteriori) che consente così lo sfruttamento del divano posteriore con tanto di possibilità di alzare le sedute. 
      Per l'info-telematica, la nuova Honda Jazz ha una interfaccia che supporta Apple CarPlay ed Android Auto. 
       
       
       
       















       


       
      -----------------
      Topic Spy: https://www.autopareri.com/forums/topic/65927-honda-jazz-iv-spy
      -----------------
       
       
    • By J-Gian
      Come vi avevo promesso a suo tempo nella discussione sull'influenza delle temperature nei consumi di un'ibrida Toyota, ho finalmente avuto l'occasione di fare un percorso praticamente tutto autostradale e di rilevare i consumi grazie ai dati estrapolati via OBD, dall'applicazione Hybrid Assistant.
       
      La macchina è la Toyota Auris TS del 2015.
       
      Le condizioni d'utilizzo erano queste:
       
      26 °C con forte irraggiamento, quindi clima acceso, impostato a 24 °C Circa l'85% del percorso è stato fatto in autostrada, il 10% iniziale invece in un percorso suburbano (ma in fase di riscaldamento), l'ultimo 5% in un percorso cittadino, in condizioni ottimali No cruise control La differenza di quota tra partenza e fine è insignificante (5 m), ma il dislivello intermedio è un frequente sali/scendi quantificabile in circa 200 m Pneumatici estivi del tipo tradizionale (no basso rotolamento...) Consumo medio viaggio 18,83 km/l (app), 18,9 km/l da CdB  

       
       
       
      Nel sottostante grafico si evidenziano velocità e consumi, oltre che i punti d'inizio e fine autostrada. All'uscita però, c'era una superstrada a 2 corsie per senso di marcia, che per certi aspetti era affine all'autostrada, eccetto che per il limite di 110 km/h.
      Essendo una situazione molto trafficata, l'andatura variava assai, anche se il mio obiettivo erano i 120 km/h di GPS. Ho fatto parecchi sorpassi molto bruschi, a causa di camion in 2a corsia e "sfanalatori" in 3a, il che giustifica quei picchi di velocità.
       
       

       
       
      La parte iniziale del percorso, che teoricamente era la più favorevole per i consumi, in realtà non lo è stata del tutto, a causa del solito "warm-up" del motore termico, che tanto condiziona i consumi invernali. Quindi di fatto non ha alterato la media finale, ovvero non ha "favorito" l'abbassamento della successiva media autostradale, che pertanto ritengo significativa.
       
      Come si evince dal grafico sottostante infatti, gli 88 °C del motore termico sono stati raggiunti solamente alla prima brusca accelerata d'immissione in autostrada.
      Non fatevi ingannare dalla scala, perché purtroppo quella della temperatura è solo in funzione del tempo e non dei km, come la precedente sui velocità/consumi.
       

       
       
       
      Il profilo altimetrico evidenzia quanto accennavo prima: AH sostanzialmente nullo, ma forte variabilità di quota della sede autostradale, con picco massimo all'altezza del cavalcavia d'immissione   
       
      Ovviamente queste variazione di quota vanno a scapito dei consumi, in quanto ad ogni salita corrisponde gas più aperto, mentre le discese non hanno quasi mai consentito un recupero energetico, ma solo una leggera riduzione dei consumi dovuta al rilascio parziale del pedale del gas. E comunque la ciclicità resta distruttiva, malgrado l'ibrido.
       

       
       
       
       
      Questo grafico raccoglie i regimi di rotazione dei 3 motori: MG2 (il motore elettrico principale) segue fedelmente l'andamento della velocità del veicolo, in quanto meccanicamente vincolato alle ruote. 
       
      Ad alta velocità stabilizzata, MG1 (il moto-generatore/avviatore) ruota il più delle volte in senso contrario, fornendo di fatto potenza meccanica in uscita (mentre al contempo MG2 la genera, sfruttando il moto delle ruote). Questo comportamento di MG1, consente al motore termico (in rosso) di mantenere un regime ridotto (tra i 2.000 ed 3.000 giri), con una media complessiva di circa 1.900 giri. 
       
      I picchi in giallo verso l'alto, corrispondono invece alle accelerazioni più brusche: ovvero immissione iniziale e sorpassi con il coltello tra i denti. In quei picchi, MG1 sale di giri e ruota nel senso positivo, consentendo al termico di salire di regime, erogando tutta la potenza necessaria (i picchi in rosso si vedono poco, a causa della sovrapposizione con MG1, ma il 4 cilindri è arrivato a 5.200 giri, in alcuni sorpassi) e generando al contempo potenza elettrica per MG2 e per la batteria.
       

       
       
      Nel seguente grafico, si ritrovano i picchi di regime (in rosso) di cui parlavo poco fa, corrispondenti alle richieste di potenza improvvise (sorpassi violenti). Si evidenziano inoltre tutte le situazioni in cui il termico si è spento, pari a circa il 23% del tempo totale di viaggio, ed al 10% della distanza totale.
       
      Il fatto di avere una trasmissione con un comportamento del tipo "a variazione continua", favorisce una rapidissima risposta alle variazioni di potenza richieste dal percorso, senza sussulti e senza vincoli meccanici con la velocità delle ruote, ottimizzando  così il rendimento del motore alle richieste effettive di potenza. Potenza che a queste andature non è mai sembrata mancare, soprattutto per effettuare sorpassi con un discreto brio.
       
      Alle velocità autostradali, il carico motore prossimo al 90% ed il ridotto regime medio, sono tra i principali artefici della buona media chilometrica finale. 
       

       
       
       
      Concludendo: sarà il periodo estivo, sarà stato per il traffico che non mi ha consentito di posizionarmi a 130 costanti (ma non mi capita praticamente mai tale condizione...), ma effettivamente la percorrenza media non è stata affatto male, sempre ricordando che parliamo di un'auto a benzina, con cambio automatico.
       
       
       
       


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.