Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

Posted (edited)

Quanti di noi si sono chiesti.., ma il grande Drake oltre alle sue magnifiche Ferrari , quali automobili apprezzava e guidava nella vita privata ? 

La E-Type  è rimasta in vendita per 14 anni, e ne sono stati assemblati oltre 70 mila esemplari.
Ma quando si parla di macchine così eleganti i numeri non contano. Le parole però sì, come quelle di Enzo Ferrari, che nel 1961 vedendo una E-Type Roadster disse che era “l’auto più bella mai costruita”.

Enzo Ferrari aveva una Renault 5 Turbo e ora va all’ asta per un prezzo base di 80.000 euro.

Si tratta di un’ unità prodotta nel 1982, anno in cui “il commendatore” l’ha acquistata. E’ dotata di un quattro cilindri da 1,4 litri di cilindrata e turbocompressore. Associato ad un cambio manuale a cinque marce, eroga 160 CV e accelera da 0 a 100 km/h in 7,7 secondi. La velocità massima è 218 km/h.

Una caratteristica speciale di questo modello è che Enzo Ferrari ha ordinato l’installazione di una radio Pioneer Ferrari originale. Inoltre, ha ordinato con la vernice rosso granata e tappezzeria dello stesso colore, e tappeti blu.

Era 1960 all’epoca Ferrari aveva l’abitudine di viaggiare sei mesi su una Fiat, poi sei mesi con una Lancia e sei mesi su un’Alfa Romeo. Guidava anche una Peugeot 404, di proprietà di un suo cognato che viveva in Francia. Inoltre, aveva una Ferrari regolarmente acquistata e per la quale il direttore commerciale Gardini gli aveva praticato uno sconto, peraltro contenuto.

Il grande Drake ha sempre apprezzato le Peugeot per il loro comfort, il design e la qualità costruttiva, al punto che aveva diverse 404 e 504 per uso personale e addirittura una versione Sw per l’assistenza in pista. Era anche un modo per stuzzicare i vertici della Fiat – erano gli anni successivi alla famosa trasformazione dell’accordo di collaborazione tecnica del 1965 in partecipazione societaria paritetica – che ovviamente non apprezzavano per nulla la cosa…

Ma Ferrari era caparbio, si sa, e continuava ad andare con una Peugeot 404 all’Autodromo di Modena per assistere ai test di collaudo delle sue macchine… La Fiat, però, fingeva con eleganza di non accorgersi delle divertite provocazioni del Grande Vecchio. E in tanti anni di passeggiate in Peugeot a Ferrari non venne mai contestato nulla…

 

jaguar.jpg

La-Renault-5-Turbo-di-Enzo-Ferrari-2.jpg

ob_4af340_peugeot_404_enzo_ferrari_favorite_car_french_cars_279-640x397.jpg

ob_b0f685_ferrari-peugeot-404-club-enzo-ferrari-favorite-ca.jpg

Enzo-Ferrari-e-la-Mini-Minor.jpg

ferrari-fiat-128.jpg

Edited by Pawel72
  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

della predilezione per Peugeot sapevo ed anche del gusto della "provocazione" nei confronti di casa Fiat, se non ricordo male mi viene in mente un'immagine su una 131 ( volumex? ) non ricordo se andava a qualche pranzo al montana oppure a qualche incontro con autorità Fia/Foca oppure al solito meeting annuale con i giornalisti

certo che la R5 Turbo proprio non me la sarei aspettata

ad esempio sapevo della sua mania del firmare i documenti con inchiostro viola mentre Nuccio Bertone x esempio usava il verde , vezzi da personaggio di altri tempi

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche perchè ai tempi della R5 Turbo il Drake era già piuttosto avanti con gli anni, a meno che non usavano questa R5 Turbo per "studiare" i Turbo Renault, ma mi pare molto paradossale. 

Comunque si vocifera che pure l'Avvocato utilizzava e possedeva delle Mercedes, però pare che non esista alcuna documentazione di questa voce.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
3 ore fa, nucarote scrive:

 

Comunque si vocifera che pure l'Avvocato utilizzava e possedeva delle Mercedes, però pare che non esista alcuna documentazione di questa voce.

se che è OT ma l'idea del'Avvocato su una vettura NON Fiat è balzana , ci sono state delle Ferrari ma per il resto direi proprio di no , già si divertiva abbastanza con le sue serie speciali e le sue personalizzazioni perché mai sarebbe dovuto salire su qualcosa della concorrenza se bon ricordo male per il suo ultimo viaggio venne utilizzato un Ulysse carro funebre che penso non sia mai stato visto altrove e penso che fosse l'unico del potere Fiat a non avere la Thema 8.32 che invece Ghidella, Romiti ed Umberto Agnelli sfoggiarono alla grande

 

mi correggo , ho trovarto articolo , era uno scudo blu e non un Ulysse

Edited by giopisca

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quasi un secolo fa, il 5 ottobre 1919, un giovane meccanico italiano, con una smisurata passione per le auto e le corse, prese parte alla sua prima gara automobilistica, la Parma-Poggio Berceto. Arrivò soltanto quarto, ma fu il primo atto della più famosa saga motoristica del mondo: quel pilota di appena 21 anni si chiamava Enzo Ferrari. Era un discreto guidatore, ma non un fuoriclasse, tanto che vinse solo 13 delle 47 corse in cui si impegnò. Chi lo spronava a fare meglio, notava che il suo difetto principale era di amare troppo i bolidi che guidava, perciò non li spingeva mai al massimo per timore di rovinarli. Pochi anni dopo, Ferrari smise di guidare auto da corsa per dar vita al suo autentico sogno di ragazzo: costruirle. Nel 1929, si dedicò al reparto corse dell’Alfa Romeo che poi trasformò nella “Scuderia Ferrari”, dopo esser stato licenziato per il suo stile manageriale troppo duro. Durante la Seconda guerra mondiale, si dedicò alla costruzione di sole parti automobilistiche e nel 1947 la prima Ferrari apparve sul mercato: nello stesso anno, la macchina con il cavallino rampante vinse il Gran Premio di Roma, due anni dopo la prima gara di Le Mans e nel 1952 il primo campionato di Formula 1, dominato da Alberto Ascari.

Mi sono chiesto ma perché Enzo Ferrari apprezzava le Peugeot ?

Per  trovare le risposte bisogna fare un salto nel tempo e tornare alla fine del XIX secolo..

 

Intanto la prima auto a circolare in Italia è stata una Peugeot Tipo 3, nel lontano 1893. Ordinata il 30 agosto 1892, arriva a Piovene Rocchette (Vicenza) il 2 gennaio 1893 guidata da Getano Rossi.

Spesso durante la storia delle corse automobilistiche, ci sono stati periodi in cui una casa automobilistica sembrava essere assolutamente suprema.

Panhard e Levassor erano invincibili nei primi tempi; Fiat ebbe un grande periodo nel 1907 e un altro nel 1922; al momento il nome di Bugatti è a capo del risultato di quasi tutte le gare; ma nessuna di queste epoche d'oro può paragonarsi, forse, a quella goduta da Peugeot negli anni appena prima della guerra.

Nel 1905 viene lanciata la piccola Peugeot Bebé, realizzata in collaborazione con Ettore Bugatti.

Peugeot L45 inaugurò un’epoca d'oro per PEUGEOT , dove ha vinto tre volte la 500 Miglia di Indianapolis, sulla seconda pista automobilistica più antica al mondo.

La L45 (45 sta per 4,5 litri) è subentrata alla L76 creata nel 1912 d a u n a squadra di giovani piloti audaci, i « Charlatans »: Georges BOILLOT, Jules GOUX e del milanese Paolo ZUCCARELLI e dell’ingegnere  svizzero francese Ernest HENRY, fino al 1919 realizzarono una serie di vetture che avrebbe segnato una nuova era nella progettazione dei motori da corsa.

La L76 fu la prima automobile al mondo ad associare un motore 4 cilindri, a 4 valvole per cilindro, a un doppio albero a camme in testa, facendone la prima auto da corsa moderna in grado di raggiungere i 190 km/h! Al volante delle prime PEUGEOT da corsa – le L76, L57, L3 e L45-, i « Charlatans » hanno ottenuto successi sui circuiti e nelle gare di tutto il mondo.

Nel 1934 Peugeot offre in serie la prima coupé-cabriolet denominata Eclipse mentre alla fine dell’anno successivo inaugura la moda dell’aerodinamica con la 402, la cui versione sportiva Darl’mat dominerà le sua categoria a Le Mans.  

Con l’invasione della Germania tutto si ferma prima di essere distrutto dai bombardamenti, ma Peugeot fa tempo a installare una officina di ripiego per l’aeronautica a Bordeaux..

 

https://www.motorsportmagazine.com/archive/article/september-1927/6/great-racing-marques

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
46 minuti fa, Pawel72 scrive:

Mi sono chiesto ma perché Enzo Ferrari apprezzava le Peugeot ?

 

E tu? Come mai apprezzi così tanto le Peugeot?

 

Domanda seria, sono curioso.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By marcolino1969
      Buongiorno, ho provato un bel esemplare di fiat 124 Spider del 2017
      km percorsi nel test circa 300, km dell'esemplare in prova 14.500.
       
      modello 1.4 MultiAir Lusso
       
       
      ESTERNI 9
      bella è bella, ricorda anche la sua antenata, nel complesso linea piacevole. nel confronto con la cugina mx5, apprezzo maggiormente la coda della 124, piu larga ed imponente. 
      Frontale meno incisivo per me, in questo caso apprezzo di più la jappo.
       
      INTERNI 8
      non male, nulla di troppo moderno o di troppo retrò, ben realizzati, cappottina  manuale semplice da manovrare.
       
      POSTO GUIDA 7.5
      per due persone, non troppo stretto, peccato per il volante fisso. il tunnel centrale molto ingombrante e diventa molto caldo durante utilizzo.
       
      PLANCIA E COMANDI   8
      semplici di disegno e dalla discreta leggibilità. avrebbero potuto osare qualcosina di più bello, comandi quasi tutti comodi da raggiungere, manopola del sistema multimediale posizionata perfettamente e di utilizzo intuitivo.
       
      ABITABILITA' 6.5
      è una due posti, pochi spazi a bordo serve arrangiarsi, anche solo trovare un punto, dove posare  per il proprio smartphone diventa arduo. a capotta aperta molto meglio, da chiusa ci si sente davvero un poco chiusi, e con poco spazio, cm sopra la testa. io poi sono alto 1.80 e non magro ahahaha.
       
      BAGAGLIAIO  7
      il minimo per farci un we in due,. ma va bene cosi. non mi sento di criticarlo troppo
       
      ACCESSORI 7
      dotazione media, si poteva far di più. detto questo quello che serve per muoversi con una vettura cabrio c'è.
       
      COMFORT  7.5
      per il tipo di vettura non male, sound del motore non troppo presente, e assetto morbido rendono i viaggi nel complesso piacevoli, anche con poco spazio a bordo.
       
      MOTORE 8
      140cv sulla carta, e complice il peso limitato la fanno viaggiare bene e forte. ovvio non ti attacca al sedile ma sale facile anche a basso numero di giri senza particolari esitazioni., inutile spingere oltre i 6000 giri.
      peccato per il sound del motore molto poco sportivo, potevano sicuramente fare di meglio.
       
      Consumo 6.5
      il suo motore non è noto per essere troppo parco ed infatti, se si spinge i consumi salgono non poco, media della prova 9 km litro. 
       
      RIPRESA 8
      scelta dei rapporti mi è parsa molto azzeccata, riprende bene sempre.
       
      CAMBIO 7.5
       in scalata non mi è piaciuto, molto meglio quando si mettono le marce. comando bello da impugnare e posizione della leva perfetta.
       
      STERZO 8.5
      bello da impugnare, bello da usare, mi è piaciuto molto. diretto il giusto senza esagerare.
       
      FRENI 7.5
      adeguati al tipo di vettura ed al suo utilizzo turismo viaggi. in discesa se sollecitati arrivano al limite  in fretta.
       
      TENUTA DI STRADA/STABILITA’ 8.5
      leggera, e con la trazione dalla parte giusta, piacevole tra le curve, e molto divertente, ti permette di divertirti anche con i controlli attivati. ottimo lavoro, 
       
      IN CONCLUSIONE 8.0
      due posti secchi, la potenza giusta, la trazione posteriore e un cielo sulla testa, perfetta o quasi.
      Mi è piaciuta  non poco.
      qualche video in anteprima.
       
      seguirà video recensione completa.
       

    • By ykdg1984
      Qualche Info tradotte dalla Press Release :
       
      * Dimensioni :
      Lung. : 423cm (+11cm)
      Passo : 263cm (+2cm)
      Bagagliaio : 536L (+81L)
       
      * Motori :
      Benzina :
      1.0 TCe 100cv : manuale 5 marce e GPL
      1.3 TCe 130cv : manuale 6 marce o automatica 7 marce.
      1.3 TCe 155cv : automatica 7 marce.
      Diesel :
      1.5 dCi 95 : manuale 6 marce
      1.5 dCi 115 : manuale 6 marce o automatica 7 marce.
      E-TECH Plug-In (dal 2020) - batteria da 9.8KWh (autonomia : 45km fino a 135km/h e circa 65km in urbano - WLTP)
       
      * Venduto anche in Cina e su tutti i mercati con lo stesso nome e il marchio Renault.
      * Prima Renault Ibrida Plug-In : E-TECH Plug-In
      * Fari Full LED su tutte.
      * 11 colori esterni, 4 colori per il terro e 3 pack di personalizzazione esterna = 90 possibilità
      * Sedile post. scorrevole su 16cm.
       
       










       





       
      Foto Live:
       

       

       

       

       

       

       

       
      Ecco la console con cambio manuale:
       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       
      Fonte: largus.fr
       
       
       
       
      Topic Spy:  Renault Captur 2019 (Spy)
       
       
       
       
    • By Beckervdo
      Un po' di pepe per la nostra Sandero che in America Latina ed Europa dell'Est, è venduta a marchio Renault. La novità è rappresentata dall'introduzione di un modello "pepato" che è mosso dal 4 cilindri 2.0 litri aspirato da 150 CV e 205 Nm. La trasmissione è manuale a 6 rapporti, mentre la velocità massima è di 202 km/h con uno scatto da zero a cento km/h in appena 8 secondi.
      All'interno, nuovi sedili - più sagomati - grafica racing per il quadro strumenti, mentre all'esterno abbiamo una nuova calandra, nuovi terminali di scarico a doppia uscita e logo RS sulle fiancate.

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.