Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuti sul nuovo tema grafico! Scegli il tuo tema preferito in fondo alla pagina: chiaro (light) o scuro (dark).

Sei favorevole al sequestro dello smartphone, a coloro che ne fanno uso alla guida?  

33 voti

  1. 1. Sei favorevole al sequestro dello smartphone, a coloro che ne fanno uso alla guida?

    • 27
    • No
      6


Messaggi Raccomandati

Lo dico subito: ho usato un titolo un po' fuorviante :) Ma lo stesso, potrebbe diventare una proposta interessante...

 

Rinfreschiamo la memoria: secondo l'articolo 173 ( 2 e 3-bis) del nuovo CdS, chi viene sorpreso alla guida (anche al semaforo) mentre usa lo smartphone, viene punito con una sanzione amministrativa che va dai 161 ai 647 euro ed una decurtazione di 5 punti dalla patente. Per chi è recidivo nel biennio successivo, è prevista anche la sospensione della patente da 1 a 3 mesi.

 

Dal 26 giugno 2018, la Procura di Pordenone, con la direttiva n. 4414, stabilisce che in caso d'incidente grave (con feriti o decessi), gli organi di polizia potranno verificare telefoni o dispositivi di comunicazione dei coinvolti, per verificare se siano stati utilizzati durante l'incidente e quindi ne siano concausa. La mancata collaborazione da parte del proprietario, farà scattare la perquisizione personale, con il sequestro del dispositivo stesso.

 

Lo riporta il quotidiano d'informazione giuridica dirittoegiustizia.it:

Cita

L'autista coinvolto in un grave incidente stradale dovrà prontamente collaborare con gli organi di polizia esibendo cellulari, tablet e ogni altro dispositivo reperibile nell'abitacolo per consentire nell'immediatezza di verificare eventuali interferenze con la condotta di guida. E per chi si rifiuta o nasconderà il telefonino scatterà la perquisizione personale con il sequestro dell'apparato.  

Il provvedimento per ora riguarda il solo Friuli-Venezia Giulia, ma potrebbe esser presto recepito ed esteso ad altre regioni d'Italia.

 

sequestro Smatphone alla guida.png

 

 

Personalmente auspico ad una severità ancora maggiore: multa, sospensione immediata della patente e sequestro del dispositivo.

Ma questo è un mio pensiero, scaturito del fatto che per colpa dello smartphone durante la guida, si muore. Voi come la pensate?

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Io ho preso supporto per il telefono (da utilizzare quando lo uso come navigatore) ed auricolare Bluetooth per le chiamate.

Costo totale 35 Euro e la mia Mazda del 2010 è aggiornata con l'infoteinment :D

  • Mi Piace 4

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
1 ora fa, J-Gian scrive:

Personalmente auspico ad una severità ancora maggiore: multa, sospensione immediata della patente e sequestro del dispositivo.

 

Se intendi che ad ogni incidente vada applicato preventivamente quanto scrivi sono in disaccordo. Basta il solo sequestro, anche momentaneo, del dispositivo. E questo per ogni incidente. 

Che se l'incidente è causato dall'uso dello smartphone, ok, ma colpevolizzare ogni distrazione lo trovo altrettanto assurdo.

 

E l'esempio, purtroppo, bello fresco fresco di qualche ora, arriva esattamente da 400 m da casa dei miei, in un incrocio regolato da semafori.

E' accaduto questo.

http://rtalive.it/2018/07/incidente-in-via-rea-nocera-inferiore/59366/

 

E, in un caso del genere, il sequestro dello smartphone per accertarne o meno l'uso mi pare sacrosanto.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

L'idea mi sembra buona.
Mi stupisce un po' che possa stabilirlo una circolare di una procura.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Trovo che sia una valida proposta, perché sempre più spesso vedo guidatori (di tutte le età con tutte le tipologie di auto) con una mano sul volante e l’altra che regge lo smartphone, per mandare audio, chattare o che altro: naturalmente il tutto avviene anche (e sopratutto) in prossimità di incroci o rotonde.

Nel bene o nel male questo dispositivo fanno parte del quotidiano, però c’è momento e momento per usarli: se c’è una emergenza o una necessità, si accosta e si fa una chiamata, si risponde ad un messaggio o che altro.

Anche perché un conto è mettere in pericolo la propria incolumità, un altro è fare la stessa cosa con quella altrui come nel caso della circolazione stradale.

Per tutto il resto c’è (o ci dovrebbe essere...) il buonsenso.

 

  • Mi Piace 1
  • Grazie! 2

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

La cosa che mi convince fino ad un certo punto è condurre l'indagine solo tramite il dispositivo: uno ci mette un attimo a far sparire le tracce della chat in cui stava scrivendo fino a poco prima...

A me piacerebbe esistesse un protocollo, molto automatizzato, per cui in caso di incidente vengano raccolti da remoto i registri d'uso del dispositivo per ricostruire facilmente cosa stava facendo il guidatore.

Automatizzare questa raccolta almeno dai principali canali di messaggistica sarebbe già tanta roba.

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
19 minutes ago, Wilhem275 said:

La cosa che mi convince fino ad un certo punto è condurre l'indagine solo tramite il dispositivo: uno ci mette un attimo a far sparire le tracce della chat in cui stava scrivendo fino a poco prima...

A me piacerebbe esistesse un protocollo, molto automatizzato, per cui in caso di incidente vengano raccolti da remoto i registri d'uso del dispositivo per ricostruire facilmente cosa stava facendo il guidatore.

Automatizzare questa raccolta almeno dai principali canali di messaggistica sarebbe già tanta roba.

c'è solo una differenza fondamentale: se hai il dispositivo puoi fare un'analisi forense, se non hai il dispositivo devi chiedere autorizzazione a giudice, telecom, ecc.

  • Mi Piace 2

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Scusate piccolo quesito:  ma se io nella mia 500 X dotata di serie dell'U-Connect e quindi del vivavoce mentre sto parlando ho un incidente ed a seguito di tale evento mi viene controllato il cellulare ed appare la chiamata appare la chiamata, come faccio a dimostrare che stavo parlando tramite il vivavoce e non con il telefonino all'orecchio? Considerando che le forze dell'ordine che intervengono non sono in grado di valutare l'uso o meno del vivavoce ? 

Grazie per i chiarimenti in merito.

  • Mi Piace 2

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
1 hour ago, v13 said:

c'è solo una differenza fondamentale: se hai il dispositivo puoi fare un'analisi forense, se non hai il dispositivo devi chiedere autorizzazione a giudice, telecom, ecc.

Sì è vero, e vorrei proprio che tutta la trafila fosse normata ed eseguibile in maniera automatica. Che l'autorizzazione esista in default dal momento dell'apertura dell'indagine, e un programma che cercando tramite il numero o altro ID produca la lista delle operazioni.

Deve essere un'interfaccia il più possibile rapida e lineare, qualcosa che in due minuti dia in mano all'inquirente la lista di tutto ciò che è avvenuto nei minuti precedenti.

 

Fa un po' Grande Fratello, ma se la gente non si sente sotto osservazione non ragiona su cosa sta facendo...

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da Pandino
      Messaggio Aggiornato il 13/02/2019
       
      Variante Wagon:  Toyota Corolla Touring Sports 2019
       


       




       

       

       

       

       
       
      FOTO LIVE

       

       
      auto.cz
       
       
      Ecco la nuova Auris. Passo avanti enorme per quanto riguarda il design secondo me!
    • Da J-Gian
      Sono numerose le proposte di modifica del CdS, raccolte in un testo unificato, ora al vaglio della Commissione trasporti della Camera.
       
      Nei mesi scorsi ci sono già state alcune novità trasformate in legge, vedi l'innalzamento delle sanzioni per chi circola senza assicurazione (con fermo amministrativo e punti sulla patente, in alcuni casi), l'obbligatorietà di dotare i seggiolini di un sistema anti-abbandono (dal 1° luglio 2019) ed anche la stretta sulle auto con targa estera.
       
       
      Tra le nuove proposte spiccano:
       
      - stretta sugli smartphone e dispositivi analoghi, dov'è prevista la sospensione immediata della patente
       
      - il divieto di fumo in auto, pena una sanzione di i 83 euro;
       
      - il "giallo" del semaforo deve durare almeno 5 secondi. Prevista l'accensione di rosso+giallo in concomitanza, prima del verde;
       
      - le biciclette (previa ordinanza comunale e cartelli appositi) potranno circolare contromano nei sensi unici dei tratti urbani con limite di 30 km/h e su corsie riservate a certi mezzi.
      Servirà un casco omologato ed in caso di rifacimento di un incrocio, se il proprietario della strada lo consentirà, sarà possibile ricorrere ad una nuova segnaletica, che dovrebbe garantirne la precedenza su certe intersezioni;
       
      - Segway, hoverboard e monopattini elettrici verranno disciplinati dal CdS (pare saranno utilizzabili sono in zone urbane con limite di 30 km/h);
       
      - per la verifica copertura RCA, diventa valido qualsiasi dispositivo di rilevamento infrazioni, o di videosorveglianza;
       
      -  tra autovelox e segnale di preavviso, dovranno esserci almeno 300 m;
       
      - autocarri per trasporto di merci pericolose e massa  superiore a 3,5 t pieno carico,  dovranno avere sistemi di frenata automatica, ESP, sistema anti colpi di sonno e mantenimento di corsia;
       
      - 150 km/h in autostrada, ma solo se c'è un sistema simil-tutor e se le condizioni di traffico lo consentono (pannelli a messaggio variabile?);

      - nelle ambulanze, se il trasportato lo richiede, potrà salire anche un accompagnatore;
       
       
      Ci sarebbero anche molte altre novità riguardanti l'età massima della patente, aree di sosta riservate, disposizioni alla circolazione di moto elettriche, categorie protette, pubblicità, ecc.
      Vi rimando a questo articolo di Quattroruote, che è molto esaustivo: https://www.quattroruote.it/news/sicurezza/2019/02/11/codice_della_strada_dalle_bici_contromano_ai_segway_su_strada_tutte_le_modifiche_allo_studio.html
       
       
    • Da mmaaxx
      Press Release
       
       
       
      Si adatta allo stile del Kaptur russo.
      Motori invariati
       
       
      -----------------------------------------------------
      Modello uscente: Renault Captur 2013
      -----------------------------------------------------
×

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.